Tra fine maggio e la prima metà di giugno, in funzione del vitigno e dell'areale geografico, si verifica una dei momenti più delicati del ciclo della vite: la fase di fioritura/allegagione/ingrossamento acino.

 

In questa fase il grappolo è ancora particolarmente suscettibile ad una serie di avversità e una protezione ottimale di questo delicato momento è alla base per ottenere un'ottima produzione quantitativa e qualitativa.


BASF, azienda molto presente nel settore della viticoltura, propone per questa fase una serie di prodotti altamente performanti e in grado di assicurare una protezione elevata e di lunga durata nei confronti delle varie problematiche. 

 

fioritura-vite-fonte-basf.jpg

(Fonte: BASF)

 

Peronospora

Per contrastare la peronospora in questa fase tutti i formulati della Linea Enervin® sono particolarmente indicati per la loro elevata capacità di proteggere l'acino in rapido accrescimento e la loro elevata resistenza al dilavamento che ne favorisce la persistenza di azione. L'ampia gamma di formulati consente di scegliere il prodotto più adatto in funzione della pressione della malattia e delle esigenze territoriali (Enervin® Top, Duo, Pro) o di optare per il formulato Enervin® SC da abbinare ad un partner di propria scelta.

 

Oidio e Black Rot

Una adeguata prevenzione dall'oidio in questa fase è fondamentale per evitare l'insediamento delle infezioni nel grappolo e negli acini in formazione e il loro successivo proliferare in campo.
Nei confronti dell'oidio il formulato più indicato per il periodo di fioritura/allegagione è sicuramente Sercadis®, per la sua elevatissima attività antioidica e la sua eccezionale persistenza di azione.


Sercadis® ha inoltre mostrato nel corso degli anni un'ottima attività collaterale nei confronti di black rot. Il formulato è miscibile con tutti i prodotti della linea Enervin® e può essere utilizzato in alternanza con Vivando® per il suo diverso meccanismo di azione.


Oidio e botrite

Per situazioni in cui oltre all'oidio può preoccupare la botrite (es. zone umide, vitigni a grappolo compatto più suscettibili, ecc), BASF propone Cantus®, un formulato altamente efficace sia su botrite che su oidio e quindi in grado di incrementare l'efficienza del programma di difesa.
Diverse esperienze hanno evidenziato che anticipare l'utilizzo di questo formulato in fioritura/allegagione è da preferire al tradizionale pre chiusura grappolo.

 

Sempre in fioritura e con il medesimo scopo, nei vigneti a conduzione biologica può essere posizionato Serifel®, biofungicida a base di un ceppo esclusivo di Bacillus amyloliquefaciens (MBI600), in grado di contrastare sia oidio che botrite, prevenendo il loro insediamento con la propria peculiare modalità di azione (insediamento e competizione per lo spazio e i nutrienti, produzione di metaboliti tossici, induzione di resistenza da parte della pianta). In questo caso, per favorire l'insediamento del microorganismo nel grappolo è consigliabile eseguire 2 applicazioni consecutive a distanza di 7 giorni.


Tignoletta

Durante il mese di giugno, inoltre, inizia nella maggior parte degli areali italiani il secondo volo della tignoletta (prima generazione carpofaga), che andrà ad ovideporre le uova sulla superficie degli acini in accrescimento.


Per prevenire i danni di questo pericoloso fitofago, può essere utilizzato Vesticor®, insetticida ad elevata azione contro tutti i lepidotteri e ad alta selettività per gli insetti utili.


Per la sua azione ovo-larvicida, Vesticor® va posizionato dopo qualche giorno dall'inizio delle prime catture con le trappole a feromoni, strumento indispensabile per il corretto posizionamento del prodotto.

viticoltore-vite-fonte-basf.png
BASF propone una serie di prodotti altamente performanti Fonte foto: BASF Italia