Proradix®, dalle radici alle radici, la protezione naturale per gli ortaggi

Green Ravenna presenta il primo fungicida biologico a base di Pseudomonas autorizzato per il controllo delle malattie radicali degli ortaggi in Europa

Contenuto promosso da Green Ravenna
proradix-fonte-green-ravenna.jpeg

Proradix® ha ottenuto l’estensione dei campi di impiego su colture orticole

Se si pensa a quali microrganismi siano autorizzati in Italia per il controllo dei patogeni radicali e del terreno su colture orticole, la risposta probabilmente sarà funghi e batteri appartenenti al genere TrichodermaBacillus. Da oggi non più.

Green Ravenna, in collaborazione con la consociata SP Sourcon Padena, offre agli orticoltori un’innovativa soluzione naturale: Proradix®, agrofarmaco microbiologico a base del batterio naturale Pseudomonas sp. ceppo DSMZ 13134.
La nuova etichetta arricchisce Proradix® con il controllo di RhizoctoniaFusarium, sia in pieno campo sia in serra, su fragola, pomodoro, cetriolo, melone, lattuga e spinacio (comprese le baby leaf), brassicacee ed erbe aromatiche, confermando la sua storica efficacia nel controllo di Rhizoctonia solani ed Helminthosporium solani su patata.

Ciò che differenzia principalmente il primo Pseudomonas autorizzato in Europa per la difesa delle colture orticole da altri agrofarmaci microbici in commercio sono le differenti modalità di azione con cui Pseudomonas sp. ceppo DSMZ 13134 previene l’insorgere di patologie. Il batterio colonizza i tessuti radicali più velocemente degli agenti patogeni (competizione per lo spazio), instaurando un rapporto simbiotico. Il ceppo DSMZ 13134 è in grado di produrre sostanze chelanti del ferro che permettono da un lato un miglior assorbimento delle sostanze nutritive anche recalcitranti da parte della pianta, dall’altro la sottrazione di questo elemento ai patogeni. In aggiunta all’induzione di Resistenza sistemica (Sar e Isr), il ceppo Pseudomonas sp. DSMZ 13134 ha dimostrato la sua efficacia biostimolante, garantendo un incremento quantitativo e qualitativo del prodotto vendibile. Le diverse modalità di azione rendono più lungo e difficoltoso agli agenti patogeni lo sviluppo di resistenze.

Se applicato preventivamente sin dalla messa a dimora delle piantine, Proradix® ha evidenziato livelli di efficacia paragonabili o superiori rispetto ai prodotti di riferimento. Il nullo profilo residuale, un profilo tossicologico perfettamente in sintonia con l’uomo, l’ambiente, le api e gli insetti utili, così come le applicazioni sia in serra sia in pieno campo, rendono Proradix® una scelta affidabile e costante per gli orticoltori biologici e convenzionali.

Scarica l'etichetta Proradix®
Scarica la brochure di Proradix®

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 242.293 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner