La fitoiatria si aggiorna a Bari

Si è tenuta il 10 dicembre la 26esima edizione dei Forum di Medicina vegetale. Tecnica, normativa, comunicazione e tanta voglia di confrontarsi. Scarica le relazioni

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, le trovi nella sezione News Partner.

forum-bari-2015-apertura.jpg

Temi di spessore e una platea attenta e coinvolta alla 26esima edizione dei Forum di Medicina Vegetale

Pensare globalmente, agire localmente. Un claim, una promessa, un suggerimento. Sia quello che sia, questa è la sintesi di ciò che è stato condiviso a Bari nel corso della 26esima edizione dei Forum di Medicina Vegetale. Nell'ormai imminente (o incombente, a seconda dei punti di vista) apertura dell'Expo 2015, la volontà di nutrire il Pianeta e di produrre energia per la vita è uscita dai confini strettamente meneghini per approdare a Bari, ove oltre trecento tecnici giunti a convegno si sono confrontati sulle sfide sempre più difficili e onerose che attendono l'agricoltura, soprattutto in termini di sostenibilità e di rapporti con le filiere agroalimentari.

Tre le differenti sezioni dei lavori, condotti e moderati da Ivano Valmori, direttore di Agronotizie e di Image Line. Nella prima di queste sono stati affrontati temi di ampio respiro, come gli usi sostenibili, i cambiamenti climatici e la biodiversità, ma anche le normative cui l'agricoltura dovrà attenersi e le forme di comunicazione troppe volte fuorviante, quando non addirittura mendace, che fornisce dell'agricoltura un'immagine ingenerosa.

Ivano Valmori, direttore di AgroNotizie, ha moderato le prime due sessioni dell'incontro di Bari

La seconda ha invece visto la presentazione di numerose novità sul fronte dei mezzi di difesa da parte delle aziende del settore, dimostrando che il Mondo della Medicina Vegetale si evolve e si adatta alle mutate esigenze dell'agricoltura.
Nella terza sessione sono stati invece condivisi gli aggiornamenti su quanto sta avvenendo sul fronte delle nuove, o per lo meno recenti, avversità fitosanitarie, come Drosophila suzukii, Xylella fastidiosa, Cryptoblastes gnidiella e Monilia fructicola, la quale sta sostituendosi a Monilia laxa su drupacee.

Chiusosi l'evento barese, ottimo per contenuti e organizzazione, resta solo un dubbio: quando si potrà contare su una prima fila occupata da giornalisti della stampa generalista, decisori politici, portavoce di associazioni che spesso dimostrano, parlando di agricoltura, di capirne dal poco al nulla?
Perché le informazioni ci sono. La solidità delle azioni e delle professionalità anche.
Sarebbe quindi ora che anche il resto del Mondo se ne accorgesse.


A Giuseppe Laccone, come di consueto, è spettata la chiusura dell'evento barese


Le diverse presentazioni sono scaricabili cliccando sui seguenti link:

Prima sessione

Andrea Sonnino, Fao Chief of the research and extension unit
"Conservazione ed uso sostenibile della biodiversità"

Vittorio Marletto, Arpa Emilia Romagna
"Agroscenari: scenari di adattamento dell'agricoltura italiana ai cambiamenti climatici"

Donatello Sandroni, giornalista
"Etica della verità scientifica e la cattiva informazione sul cibo e le questioni agroambientali"

Tiziano Galassi, Servizio fitosanitario della Regione Emilia-Romagna
"L'attuazione del Pan per la sostenibilità delle filiere agricole italiane"

Alice Parasecolo, Agrofarma - Federchimica
"La classificazione e l'etichettatura degli agrofarmaci. Le nuove regole (Reg. Ce 1272/2008 - Clp)"
 

Seconda sessione

Michele Pizzi, Sumitomo Chemical Italia
"ProTone: fitoregolatore per la colorazione delle varietà rosse di uva da tavola"

Francesco Guastamacchia, Sipcam Italia
"Epik Sl: nuova formulazione, nuove colture e posizionamento sui nuovi parassiti"

Michaela Sacchetti, Belchim Italia
"Chikara Duo: formulazione innovativa per il controllo delle infestanti resistenti dell'olivo"

Giuseppe Padula, Gowan Italia Spa
"Il progetto difesa vite ed orticole di Gowan continua: nuove moderne soluzioni a base di zoxamide e non solo"

Matteo Amadei, Scam Spa
"Leimay (Amisulbrom): nuovo fungicida antiperonosporico per pomodoro, patata, melanzana e lattuga"

Alessandro Guarnone, Cheminova Agro Italia
"Rufast Nova: nuovo insetticida per fruttiferi e orticole"

Andrea Bergamaschi, United Phosphorus Ltd.
"Mancozeb: l'importanza del prodotto multisito per la prevenzione e gestione delle resistenze"

Giacomo Purromuto, Syngenta Italia
"Integrated crop solution: esperienze quinquennali su colture orticole"

Vincenzo Cavicchi, Suterra Europe Biocontrol
"Esperienze di controllo di Planococcus ficus su vite con l'impiego della confusione sessuale"
"Puffer L.B., la nuova tecnologia Suterra per la confusione sessuale della Lobesia botrana"

Eleonora Spiazzoni, Bayer CropScience
"Decis Trap, il pronto controllo della mosca della frutta"

Marco Rigato, Agriphar Italia
"Focus sulle molecole del Gruppo e novità 2015"

Gianpaolo Ronga, BASF Italia - Divisione Agro
"Gelsura: esche insetticida in gel per il controllo delle mosche della frutta e dell'olivo"

Edith Ladurner, Biogard Divisione Cbc Europe
"Nemguard Granules, nematocida a base di estratto di aglio: un altro agrofarmaco biologico che Biogard porta a registrazione"

Gianpaolo Destefani, Dow Agrosciences
"Flipper: nuovo aficida-insetticida di origine naturale"

Antonio Gatto, Adama Italia
"La promessa di Adama: Simply. Grow. Together"

Alberto Santori, Certis Europe
"CleanStart, soluzione sostenibile Certis per la gestione delle avversità telluriche"

Fabrizio Bonacini, DuPont de Nemours
"Le novità DuPont per la difesa delle orticole"
 

Terza sessione - approfondimenti

Claudio Ioriatti, Gianfranco Anfora, Alberto Grassi, Fondazione Edmund Mach
"Drosophila suzukii: biologia ed esperienze di monitoraggio e controllo"

Antonio Guario, Osservatorio fitosanitario della Regione Puglia
"Xylella fastidiosa: nuove acquisizioni e aggiornamento sulle misure di tutela"

Segnalazioni:
Antonio Guario, Osservatorio fitosanitario della Regione Puglia e Alfonso Germinario, consulente
"Cryptoblabes gnidiella: un nuovo lepidottero dannoso per la viticoltura del sud foggiano"

S. Pollastro, D. Gerin, C. Pastore, F. Faretra, R. M. De Miccolis Angelini, F. Nigro
"Monilia fructicola ha sostituito Monilia laxa su drupacee"