T7 Heavy Duty con PLM: il potere dell'intelligenza

"Intelligent Farming All_Ways", il claim con cui New Holland introduce il nuovo T7 HD e la PLM di ultima generazione, che porta il brand ad una sempre maggiore connessione con i propri clienti

Michela Lugli di Michela Lugli

t7-hd-plm.png

Presentato al mercato il nuovo T7HD con PLM di nuova generazione
Fonte foto: Agronotizie

Nell'evento digitale del 28 luglio scorso dedicato alla stampa di settore, New Holland ha presentato il nuovo T7 HD con tecnologia PLM e, nel contempo, ha percorso un nuovo tratto della via intrapresa dal brand  verso un'agricoltura 4.0 sempre più intelligente, orizzontale ed accessibile da tutti gli agricoltori.

"Questi nuovi sviluppi ci permettono di essere sempre più connessi ai nostri clienti" ha dichiarato Carlo Lambro, brand president New Holland. "L'evoluzione dell'agricoltura ha reso possibile integrare la presenza fisica dell'operatore in cabina con una ampia offerta di servizi digitali indispensabili per monitorare in tempo reale i parametri di lavoro con sempre maggiore semplicità . L'app MyNewHolland, il portale MyPLMConnect, la diagnostica in tempo reale e l'intervento immediato dei dealer per consigliare l'agricoltore e pianificare la riparazione, sono realtà grazie alla nostra Control Room che, ventiquattro ore su ventiquattro, sette giorni su sette in tutto il mondo, monitora ogni macchina e fornisce diagnosi tempestive. La PLM - ha aggiunto - rappresenta per noi un insieme di strumenti e funzioni al top della tecnologia che stiamo rendendo facile e fruibile a tutti".
 
Nuovo T7 HD PLM 2021

"Abbiamo chiesto ai clienti cosa si aspettassero da un nuovo trattore e su questo ci siamo basati per sviluppare il T7 HD di nuova generazione" ha chiarito Sean Lennon, vice president New Holland Agriculture Europe.
 

T7 HD con PLM, il nuovo top di gamma

Nato dalla sinergia di lavoro e progettazione tra i Centri di design ed engineering New Holland di Modena, Torino e Basildon, il nuovo T7 Heavy Duty con tecnologia PLM consolida la versatilità, l'affidabilità e l'efficienza della Gamma T7 - quattordici modelli da 140 a 300 cavalli, il primo T7 HD è del 2015 - in un trattore multitasking che, grazie all'integrazione nella nuova cabina Horizon Ultra di tutti gli strumenti di connettività, entra nel mondo della tecnologia PLM, Precision land management, di nuova generazione.

Se a prima vista può sembrare poco diverso dalla Gamma di cui è l'evoluzione, con lo stesso Family Feeling dal look compatto, "all'interno è completamente nuovo" spiega Oscar Baroncelli, New Holland Agriculture tractors product management leader global. "Solo il 2% dei componenti è stato ripreso dal modello precedente ed è più connesso che mai. Inoltre, stabilisce un nuovo record di silenziosità della cabina con soli 66 dBA".
 
Nuova cabina Horizon Ultra T7 HD 2021
 

Horizon Ultra Cab, tutto un altro comfort

Cuore del nuovo nato, Horizon Ultra Cab, progettata a Basildon e Modena, offre un comfort di livello automobilistico, una rumorosità ridotta al minimo e, grazie al lavoro di progettazione del team New Holland che ha allungato la cabina senza aumentare le dimensioni della macchina, una spaziosità tutta da provare.

"Sono stati spostati i montanti posteriori della cabina, aumentato il volume del 7,5%" spiega Richard Hollins high horse power tractors product manager. "I passaruota interni sono stati abbassati per permettere al sedile di ruotare e la visibilità laterale è stata migliorata così come la porta di accesso alla cabina che è del 33% più ampia. Il parabrezza bombato nella parte superiore, migliora la visuale sul sollevatore. Il raggio dei tergicristalli è cresciuto e il loro motore non è più visibile".

La maggiore disponibilità di spazio offre una seduta più comoda e massimo comfort per le gambe, oltre alla possibilità di introdurre - a grande richiesta degli utilizzatori - un vano portaoggetti da 30 litri dietro il sedile, uno refrigerato da 12 litri e uno coperto dietro il sedile del passeggero con presa di ricarica Usb e presa di corrente di rete. A ciò vanno aggiunti nuovi ripiani aperti sul lato destro della cabina e un ripostiglio a rete nella cornice del tetto.
 
T7HD VisualCab
 
"Per ridurre le tolleranze nel telaio a cui sono fissate le finiture, è stato rivisto il processo di assemblaggio - spiega BaroncelliL'intero telaio ha saldature robotizzate in una nuova linea di produzione".

"Ci siamo concentrati molto sulla riduzione del livello di rumorosità per cui è stato utilizzato un acciaio più spesso in alcuni punti chiave e una nuova colla per i cristalli. Utili sono stati gli upgrade su alcuni componenti idraulici e del cambio" ha spiegato Hollins. "Abbiamo implementato un nuovo climatizzatore automatico con potenza maggiorata del 35% e controllo a zone, è stata migliorata la visibilità anteriore e posteriore sul sollevatore e sull'attrezzo, mentre l'area circostante il trattore è tenuta sotto sorveglianza dalle telecamere. Nuovo anche il pacchetto con 24 luci led da lavoro. In linea con uno stile automobilistico, il collegamento Bluetooth, le opzioni keyless e il tasto di avviamento del motore".
 
Interno cabina T7 HD con PLM 2021

Il nuovo bracciolo SideWinder Ultra e il monitor IntelliView da 12 pollici, elevano l'esperienza di guida in quanto ad ergonomicità, facilità di impiego e personalizzazione dei comandi, diventata pressoché illimitata. Un pulsante sulla leva multifunzione Command Grip può essere utilizzato per rispondere al telefono. Posto sul volante, il display CenterView, innovazione assoluta, sostituisce il tradizionale cruscotto. Il sedile top di gamma Auto Comfort con sospensione laterale ha un proprio climatizzatore che elimina l'umidità nei giorni caldi e riscalda nelle giornate più fredde.
 

PLM oggi, macchine autonome domani

Nel pacchetto PLM del nuovo T7 HD, che sarà esteso su un numero sempre maggiore di macchine New Holland di nuova generazione così che i clienti possano ritrovare la stessa logica di utilizzo, sono inclusi il servizio di assistenza da remoto, la condivisione dello schermo in cabina con l'ufficio o il concessionario tramite IntelliView Connect e le mappe 3D.

"La PLM di New Holland - spiega Eduardo Nicz, PS&T product manager -, è una combinazione di hardware, antenne, display, sensori e software che mirano a semplificare il lavoro del cliente utilizzando meno risorse per un risultato produttivo maggiore e ottimizzato".
I livelli di applicazione della PLM individuati da New Holland sono tre: "Campo", ovvero l'area di precision farming tradizionale che include la tecnologia di bordo, "Flotta", basata su connettività e monitoraggio punta sul miglioramento produttivo di ogni macchina e "Azienda", che guarda all'analisi e pianificazione dei dati. Le aree Flotta e Azienda sono supportate da MyNewHolland app e dal portale MyPLMConnect"Si tratta - afferma Nicz - di soluzioni che integrate tra loro ci stanno portando verso macchine completamente autonome: questa è la nostra visione del futuro".

Tra le novità, anche il ricevitore PLM Cygnus per la guida automatica avanzata che fornisce una posizione attendibile, compensando le variazioni del terreno. Il ricevitore supporta le sorgenti di correzione satellitari di New Holland, oltre alla correzione RTK ad alta precisione distribuita attraverso la rete PLM RTK+ del marchio.

"Non pensate che sia diventato tutto virtuale, le macchine e i loro componenti sono fisici, reali e per questo la rete fisica di New Holland è quanto mai viva e attiva attraverso i concessionari, le linee di fornitura prioritarie e il personale delle officine" chiarisce Lambro.
Che i concessionari New Holland abbiano un ruolo chiave, lo sottolinea l'intero management. Possono controllare i parametri della macchina e far partire aggiornamenti software se necessario dalla pagina MyPLMConnect da cui possono anche fare diagnostica a distanza grazie all'assistenza remota o supportare l'operatore in cabina con la funzione IntelliView Connect. La Control Room a cui è collegata la macchina, invia avvisi di manutenzione e notifiche ai concessionari sul loro portale e-TIM, permettendo di pianificare le azioni necessarie. "La Control Room ci consente di offrire il servizio proattivo" differenziato nei vari mercati. UpTime Support, infinegarantisce il monitoraggio a distanza con garanzia di ritorno sul campo entro un tempo definito, assistenza ventiquattro ore su ventiquattro e consegna prioritaria dei ricambi.


Coming soon

"Quello di oggi è solo il primo dei molti lanci di prodotto che abbiamo in programma nei prossimi mesi in Europa e non solo", sottolinea Lambro, che anticipa: "New Holland è pronta e sarà il primo brand a lanciare sul mercato una macchina agricola a combustibile alternativo. Nei prossimi mesi vedremo sui campi europei i trattori Methane Power, un sogno che diventa realtà: rappresenta un grosso passo verso la riduzione di CO2 e verso lo sviluppo dell'economia circolare dell'azienda agricola".
 

Youniverse, un punto di partenza

Infine, per voce di Lennon, New Holland fa sapere che pur in virtù del successo di Youniverse - 100mila visitatori - il brand crede nel valore aggiunto delle fiere, fondamentali per tenersi in contatto. "Il 2022 - afferma Lennon - sarà pieno di fiere ed eventi. Sul lungo periodo vogliamo creare, partendo dall'esperienza di Youniverse, degli eventi ibridi che ci consentano di avere una parte di audience dal vivo e una parte in collegamento a distanza".

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: macchine agricole trattori eventi