Erpici Kverneland, sempre perfetti

Il marchio norvegese mette a disposizione degli agricoltori sei modelli di erpici rotanti, una gamma che soddisfa le esigenze di ogni azienda

Info aziende
erpice-rotante-kverneland-f30.jpg

Kverneland offre tre modelli di erpice rotante fissi e tre pieghevoli
Fonte foto: Kverneland

Un mix di alta tecnologia e grande affidabilità caratterizza gli erpici rotanti Kverneland che in sei modelli, tre fissi e tre pieghevoli, soddisfano ogni esigenza dalla piccola alla grande azienda. Le versioni fisse (NG-M, NG-H, NG-S 101) richiedono rispettivamente potenze di 140,180 e 250 cavalli, mentre i tre modelli pieghevoli (NG-M 101 F 20, NG-H 101 F 30, NG-S 101 F 35) utilizzano, nell'ordine, potenze di 200, 300 e 350 cavalli.
 

Quattro rotori per metro lineare

I quattro rotori per metro lineare - caratteristica peculiare Kverneland - con disposizione elicoidale, spostano il terreno dall'esterno verso l'interno della macchina riducendo la potenza richiesta e incrementando l'effetto livellante.
 
Grazie al sistema Quick-Fit i denti possono essere sganciati e sostituiti velocemente
Grazie al sistema Quick-Fit i denti possono essere sganciati e sostituiti velocemente

Il particolare sistema di parallelogramma permette la semplice regolazione della profondità di lavoro senza l'uso di utensili. Inoltre, garantisce precisione e uniformità di semina nel caso l'erpice venga abbinato alla seminatrice.
 

Massima robustezza e longevità

La struttura della cassa è a doppia anima, quindi estremamente robusta dal momento che diventa autoportante. Due cuscinetti a rulli conici riducono al minimo le vibrazioni sull'albero per la massima durata dell'erpice.

I denti, trattati al carburo di tungsteno (optional) con il sistema Quick-Fit possono essere sganciati e sostituiti velocemente senza alcun attrezzo. Un deflettore laterale, anche in caso di ostacoli o di terreni tenaci, si solleva e si allontana dall'ultimo gruppo evitando di ingolfare la macchina.
 

Combinazione con barre di semina e serbatoi frontali

L'erpice rotante fisso Serie S è ideale per lavorare in condizioni gravose anche in presenza di molti sassi. I 125 millimetri di distanza tra il rotore e i denti rendono questi erpici ottimali anche per semine con abbondanti residui colturali.

La serie di erpici pieghevoli F30 può supportare le barre di semina accoppiate con serbatoi frontali DF1 o DF2 sia nella versione meccanica che Isobus. I 95 millimetri di distanza dalla cassa ne permettono l'uso anche su terreni ricoperti da abbondanti residui colturali per operazioni di lavorazione in un unico passaggio.

La serie di erpici pieghevoli F35 è indicata per trattori di alta potenza - da 250 a 450 cavalli - ed è disponibile con larghezze di lavoro da 4,5, 5 e 6 metri.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.458 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner