Bisogna supportare gli agricoltori non l'agricoltura

Occorre iniziare a operare una distinzione fondamentale nelle forme di sostegno economico

Duccio Caccioni di Duccio Caccioni

giovani-giovane-agricoltori-by-goodluz-fotolia-750.jpeg

Se in tutti i paesi sviluppati si supporta l'agricoltura è ora che si faccia un passaggio fondamentale: si supportino gli agricoltori
Fonte foto: © goodluz - Fotolia

Dopo qualche giorno passato a sentir parlare di agricoltura e cibo sostenibile al Bologna Award, ho messo in cascina qualche idea ed elaborato qualche opinione. Che vorrei condividere.
Ho sentito parlare di "Green new deal" da Raj Patel (il vincitore del premio ed economista tradotto in 70 lingue), di giovani e donne in agricoltura, di biologico, di agroecologia, di cambiamento climatico e fenomeni migratori - e di tanto altro.
Mi si è confermata l'idea di una crescente centralità della produzione agricola fra le attività umane nei prossimi decenni.

Un'agricoltura che dovrà nutrire una popolazione crescente ma nutrendola meglio. Un'agricoltura che dovrà essere senz'altro più pulita ma anche più tecnologica. Un'agricoltura sostenibile per l'ambiente ma anche per chi la fa, gli agricoltori.

Gli agricoltori - appunto - che dovranno essere retribuiti per la loro attività anche per la gestione del territorio, dell'ambiente e del paesaggio. E questo è un punto centrale: se in tutti i paesi sviluppati si supporta l'agricoltura è ora che si faccia un passaggio fondamentale: si supportino invece gli agricoltori. I veri agricoltori. Si supporti primariamente il lavoro di chi quotidianamente opera nelle campagne.
Crediamo che questo sia un passaggio fondamentale su cui costruire le nuove politiche non solo agricole ma anche ambientali e, perché no, commerciali. Ho imparato da tante belle teste che è una posizione di buon senso: pensiamoci e proviamo a spingere tutti assieme.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: biologico ambiente sostenibilità cambiamenti climatici paesaggio

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.712 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner