Fieragricola, 112 anni e non sentirli

Vanta già numeri da record l'edizione 2016, presentata il 28 gennaio a Roma

Alessandro Vespa di Alessandro Vespa

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

presentazione-fieragricola-28gen16-roma-fonte-alessandro-vespa-agronotizie.jpg

Il tavolo dei relatori alla presentazione dell'edizione 2016 di Fieragricola, tenutasi il 28 gennaio a Roma
Fonte foto: © Alessandro Vespa - Agronotizie

Fieragricola arriva al suo 112esimo allestimento in splendida forma.

L'edizione 2016, in programma a Verona dal 3 al 6 febbraio, vanta numeri da record: nove padiglioni, un'area demo esterna con macchine e attrezzature in movimento per gli Special Show, oltre mille espositori provenienti da Italia, Spagna, Francia , Belgio, Olanda , Irlanda, Germania e Austria, una superficie di oltre 50mila metri quadrati netti, in crescita del 18% rispetto al 2014, e più di cento convegni e workshop in quattro giorni.

La rassegna – dice il presidente di Veronafiere, Giovanni Mantovaniconferma la sua formula trasversale, con la convinzione che il futuro dell'agricoltura passi attraverso una visione ampia di un comparto che rappresenta il made in Italy agroalimentare ed è in grado di esprimere una forza produttiva lorda vendibile di 125 miliardi di euro, 33 dei quali provenienti dall'export”.
 
Le novità e le conferme
Dal punto di vista dell'internazionalizzazione, oltre alla presenza dell'Irlanda come Paese ospite, si segnala la presenza di delegazioni straniere provenienti da 30 Paesi tra Europa, Africa e Asia. Per la prima volta a Fieragricola si registra anche la partecipazione di una delegazione da Cuba.
Prevista la presentazione del Focus Africa, volto ad accompagnare le imprese all'internazionalizzazione e che sarà seguito dalla partecipazione di Veronafiere a Mèdinit Agro, in Marocco e ad Agrifex in Etiopia.
 
La componente dedicata alla meccanizzazione agricola sarà come sempre imponente, con il debutto dei cinesi di Lovol Arbos e con un'offerta di soluzioni tecnologiche per l'agricoltura di precisione, ma anche per la semina sul sodo e la minima lavorazione. Tra le tecnologie innovative presenti anche i droni, mentre tra le offerte più 'classiche' spiccano le trattrici e i mezzi isodiametrici, le attrezzature e le tecnologie per vigneto e frutteto, le aree forum e i corsi teorici e pratici di potatura.
 
Più che consistente anche il settore della zootecnia, organizzato in collaborazione con l'Associazione italiana allevatori, che conterà oltre 600 animali tra mostre e gare, oltre a eventi didattici dedicati ai ragazzi degli istituti agrari.
 
Tutta la manifestazione sarà all'insegna della sostenibilità ambientale e delle energie rinnovabili, declinata in funzione del reddito aziendale e dei mezzi tecnici e soluzioni a difesa del suolo e delle colture.
 
Fieragricola testimonia che il binomio agricoltura/innovazione è la chiave di volta per lo sviluppo del settore”, ha commentato il vice ministro delle Politiche agricole, Andrea Olivero.
Commentando i risultati di un'indagine di Fieragricola su un campione di 1000 aziende che si dichiarano ottimiste per il prossimo triennio e pronte a investire, Olivero ha rivendicato il ruolo che in questa ventata di ottimismo ha rivestito il governo, che ha "liberato" 800 milioni di euro di risorse con l'ultima legge di stabilità e avviato sin dal suo insediamento un percorso virtuoso che ha portato a un'inversione di rotta nell'uso dei Psr, con oltre il 98% delle risorse sfruttate per il periodo 2007-2013 e circa 20 miliardi di euro previsti per la prossima programmazione.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: fiere macchine agricole fieragricola bioenergie zootecnia

Temi caldi: Fieragricola 2016

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.559 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner