Il report ufficioso delle ultime decisioni prese dalla Ue in materia di prodotti fitosanitari

Voci dall'Europa e non solo: all'ultimo Scopaff sono state prese sei decisioni sulle sette in agenda per via di un colpo di scena

notizie-dall-ue-unione-europea-rs-normativa-by-fotostar-fotolia-750.jpeg

Nonostante le aperture generalizzate, l'ultima riunione Ue in materia di prodotti fitosanitari si è svolta ancora in videoconferenza
Fonte foto: © Fotostar - Fotolia

Grazie alla disponibilità di una delegazione, è disponibile il report ufficioso dello Scopaff di inizio primavera, tenutosi in videoconferenza il 30-31 marzo scorso. Ecco cosa si è deciso.


Nematocidi

La "non approvazione" Ue di 1-3 dicloropropene e cloropicrina è stata decisa all'unanimità, trattandosi di una presa d'atto della rinuncia dei notificanti al supporto delle sostanze attive. Proseguiremo quindi con le autorizzazioni di emergenza chissà fino a quando.

 

Resta solo un commento procedurale sulla necessità di semplificare le procedure Ue: non dovrebbe essere necessario votare decisioni come questa, basterebbe un comunicato.


Acaricidi

Il rinnovo dell'approvazione Ue dell'acaricida bifenazate è stato approvato con tre astensioni e due voti contrari. La nuova approvazione sarà ristretta al solo uso su colture ornamentali in serre permanenti.

 

Oli di paraffina

L'estensione delle condizioni di autorizzazione degli oli di paraffina con numero CAS 64742-46-7, 72623-86-0 e 97862-82-3 all'attività fungicida contro l'oidio è stata approvata con la pesante astensione della Germania.

 

Lista delle sostanze attive approvate

Il regolamento per aggiornare il regolamento 540/2011 contenente la lista delle sostanze attive approvate nella Ue è stato approvato all'unanimità.

 

Colpo di scena

E qui il colpo di scena: la votazione per l'ennesima proroga di sostanze attive in valutazione è stata posticipata per rimuovere la sostanza heptamaloxyglucan dalla bozza di regolamento, in quanto le sue caratteristiche la inquadrano più nel nuovo regolamento 2019/1009 sui fertilizzanti che nel 1107/2009 sui prodotti fitosanitari. La sostanza attiva è infatti un biostimolante, in particolare si usa sulla vite per limitare i danni delle gelate. Casualità o segno del destino? Probabilmente non è l'unica sostanza che al prossimo rinnovo potrebbe cambiare casacca e passare da un settore caratterizzato dagli elevati investimenti in ricerca e sviluppo a un altro considerato più abbordabile. Sarà ancora così?

 

Aggiornamento della scadenza del periodo di approvazione

L'aggiornamento della scadenza dell'approvazione della sostanza attiva bispyribac in seguito alla decisione del notificante di non rinnovarla è stata votata positivamente all'unanimità. La nuova scadenza sarà il 31 luglio 2022. Quindi attenzione!

 

Approfondimenti per studiosi, addetti ai lavori o semplicemente curiosi

  • Sito della commissione Ue sulle riunioni dei comitati
  • Regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009
  • Regolamento (UE) 2019/1009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 giugno 2019 che stabilisce norme relative alla messa a disposizione sul mercato di prodotti fertilizzanti dell'UE, che modifica i regolamenti (CE) n. 1069/2009 e (CE) n. 1107/2009 e che abroga il regolamento (CE) n. 2003/2003

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 277.521 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner