Machine of the year 2020: i 16 vincitori

Premiate ad Agritechnica 2019 le macchine e le soluzioni in concorso che hanno attirato l'attenzione della giuria per i contenuti innovativi. Doppia vittoria per le trattrici Fendt 900 Vario

vincitori-machine-of-the-year-2020.jpg

I vincitori del Machine of the year 2020
Fonte foto: © agrarheute/Tönnies

L'attesa è finita: svelati ad Agritechnica 2019, durante la cerimonia di premiazione, i vincitori del concorso Machine of the year 2020.

Il Machine of the year, il cui prestigio internazionale è cresciuto nel corso degli anni, è nato nel 1997 - su iniziativa della casa editrice tedesca Deutscher Landwirtschaftsverlag Dlv - per valorizzare le innovazioni proposte dalle case costruttrici di macchine per l'agricoltura e oggi ha una cadenza annuale tenendosi in occasione delle principali manifestazioni di settore.

Quest'anno la giuria del concorso - costituita da giornalisti di riviste specializzate indipendenti e provenienti da 11 nazioni (tra cui anche AgroNotizie) - ha selezionato i macchinari più innovativi tra 48 candidati, suddivisi in 15 categorie. Inoltre, dal 21 ottobre fino al 10 novembre 2019, utenti e appassionati di mezzi agricoli hanno potuto votare online il loro modello preferito, contribuendo all'assegnazione dell'Audience Choice Award (Premio del Pubblico).
 
Roland Schmidt, Peter-Josef Paffen, Christian Erkens, Christoph Groblinghoff davanti al pluripremiato Fendt 900 Vario
Roland Schmidt, Peter-Josef Paffen, Christian Erkens, Christoph Gröblinghoff davanti al pluripremiato Fendt 900 Vario
(Fonte foto: © agrarheute/vonRössing)
 

Il palmarès 2020

L'ambito titolo ha privilegiato le soluzioni innovative caratterizzate da alte performance, ridotti costi di gestione, tecnologie evolute ed ergonomia elevata. Al primo posto in ben due categorie, Fendt per i trattori e Class per le macchine da raccolta. Sul podio anche Massey Ferguson, John Deere, Lindner, Grimme, New Holland, Case IH, Pöttinger, Kverneland, Vaderstad, Lemken, Horsch e Joskin.

Trattrici XL (oltre 280 cavalli): Fendt 900 Vario
Trattrici L (da 180 a 280 cavalli): John Deere 7R
Trattrici M (da 120 a 180 cavalli): Massey Ferguson 6700 S
Trattrici S (meno di 120 cavalli): Lindner Lintrac 130 con TracLink Smart
 
Massey Ferguson MF 6700 S ad Agritechnica 2019
Massey Ferguson MF 6700 S ad Agritechnica 2019

Mietitrebbiatrici: Claas Lexion 8000/7000
Trincia caricatrici: Claas Jaguar 900
Macchine per la raccolta a file: raccogli patate Grimme Evo 280
Macchine per la gestione del foraggio: presse New Holland Big Baler 1290 High Density (con Power Shift Function) e Case IH LB 436 HD
 
Claas Lexion 8000, premiata al Machine of the year 2020
Claas Lexion 8000, premiata al Machine of the year 2020

Fienagione: falciatrice frontale Pöttinger Novacat Alpha Motion Pro
Lavorazione del terreno: aratro Kverneland 6300 S Variomat
Semina: seminatrice Vaderstad Tempo V con WideLining
Protezione delle colture: sprayer Lemken Nova
 
Pöttinger Novacat Alpha Motion Pro ad Agritechnica 2019
Pöttinger Novacat Alpha Motion Pro ad Agritechnica 2019

Protezione meccanica delle colture: sarchiatrice Horsch Transformer VF
Logistica: rimorchio Joskin X-trem2
Elettronica: John Deere, Claas, 365 FarmNet, CNH Industrial DataConnect
Audience Choice Award: trattore Fendt 900 Vario
 

Slalom tra le soluzioni vincitrici

C'è grande soddisfazione tra i brand del Gruppo CNH Industrial. La big baler 1290 High Density di New Holland è stata premiata per le innovazioni tecniche, nonché per la capacità di produrre balle con una densità superiore anche del 22% rispetto alle presse quadre convenzionali e di aumentare l'efficienza di trasporto e movimentazione dei balloni. Inoltre, monta il pluripremiato riduttore SmartShift con tecnologia di avviamento a due velocità per l'innesto fluido e la protezione del sistema di trasmissione del trattore.

Ideale sia per agricoltori sia per contoterzisti, la big baler LB436 HD di Case IH si è aggiudicata il titolo grazie all'abilità di creare balle più dense e alla presenza dell'innovativo sistema di legatura a doppio nodo TwinePro (Loop Master nella big baler 1290 HD di NH), studiato per massimizzare le prestazioni senza contaminare i foraggi con residui di spago. Il tipo di nodo ad anello realizzato dalla pressa garantisce una resistenza maggiore anche del 30% e quindi efficienza, produttività superiori nella produzione dei balloni.

Vincitore nella categoria Elettronica, DataConnect è nato dall'accordo - annunciato sempre ad Hannover - tra New Holland, Case IH, Steyr, John Deere, Claas e 365FarmNet. Questi marchi hanno deciso di consentire lo scambio cloud-to-cloud dei dati delle macchine (posizione, velocità, livello di carburante, stato operativo) tra le loro piattaforme telematiche in modo da permettere ai clienti in possesso di flotte miste di visualizzare tutte le informazioni dei macchinari in una piattaforma a scelta.
 
Thomas Goggerle di Agrarheute, Simon Nichol, Maxime Rocaboy, Daniel Stuart, Carlo Lambro, Felix Ramunke, Gerd Gerdes di CNH Industrial, Susanne Schone alla premiazione del Machine of the year 2020
Thomas Göggerle di Agrarheute, Simon Nichol, Maxime Rocaboy, Daniel Stuart, Carlo Lambro, Felix Ramunke, Gerd Gerdes di CNH Industrial, Susanne Schöne
alla premiazione del Machine of the year 2020
(Fonte foto: © agrarheute/Tönnies)

Per Pöttinger, già vincitrice del Machine of the year 2019 per la Novacat Cross Flow, aver vinto un secondo riconoscimento a distanza di pochi mesi è un segnale positivo. La falciatrice Novacat Alpha Motion Pro ha colpito la giuria per l'aggancio semplice al trattore e per la cinematica migliorata del telaio di supporto. Il telaio portante della macchina si adatta perfettamente al profilo del terreno assicurando un taglio flottante anche ad alte velocità e su terreno bagnato. Ne risultano una conservazione unica delle andane e una riduzione dell'usura dell'attrezzatura.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 210.160 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner