Protezione delle colture e tracciabilità, l'idea di Caffini [video]

Gerardo Caffini, intervistato dallo staff di Macgest, presenta il sistema Gast applicato alle macchine agricole per la difesa delle colture

Cristiano Spadoni di Cristiano Spadoni

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

caffini-agritechnica-intervista-gast-2011.jpg

Gerardo Caffini mostra il sistema Gast

Già premiato al Sima di Parigi, il sistema progettato da Caffini consente la completa  tracciabilità del trattamento fitosanitario effettuato.

Si tratta del Gast, Geo-referential Analytic Spraying Traceability (tracciabilità analitica geo-referenziata del trattamento). Il sistema, controllato via Dgps, consente di registrare l'operazione effettuata con un prodotto fitosanitario (o una miscela) su di uno specifico appezzamento. Durante il riempimento del serbatoio dedicato agli agrofarmaci, viene riconosciuto il prodotto impiegato grazie ad un tag rfid. Il dato viene salvato in un apposito software che interseca i dati relativi a tipo e quantità delle soluzioni impiegate, con i dati degli appezzamenti e degli operatori coinvolti nell'operazione.

 

Di seguito puoi vedere l'intervista a Gerardo Caffini,

responsabile direzione tecnica dell'azienda omonima.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 201.065 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner