Trainagro, giornata conclusiva

Indicatore di impatto e strumenti di autovalutazione per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. Questi i temi centrali dell'evento che si terrà il 13 febbraio 2020, ore 9.30, nella sede del Parco Adda Sud a Lodi

trainagro-2019-giornate-dimostrative-fonte-trainagro.png

Lodi, 13 febbraio 2020

Il 13 febbraio 2020 appuntamento a Lodi con la giornata conclusiva del progetto Trainagro sull'indicatore di impatto e gli strumenti di autovalutazione per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.
 

Programma

L'evento, che avrà luogo nella sede del Parco Adda Sud dalle 9.30 alle 12.30, si aprirà con i saluti di Francesco Bergamaschi, presidente del Parco regionale Adda Sud e Antonio Finizio, coordinatore del progetto Trainagro.

"Indici di rischio per i prodotti fitosanitari per l'azienda agraria: la proposta del progetto" è il titolo dell'intervento di Antonio Finizio, dipartimento di Scienze dell'ambiente e della terra dell'Università degli Studi di Milano Bicocca, a cui seguirà quello di Andrea Di Guardo dello stesso dipartimento sugli "Esempi di applicazione dell'indicatore di impatto nel Parco Adda Sud"; Maura Calliera di Opera dell'Università Cattolica del Sacro Cuore presenterà poi le "Linee guida e gli strumenti di autovalutazione dell'azienda agraria: esempi di applicazione delle check list per un corretto utilizzo dei prodotti fitosanitari".

Con la relazione "Digitalizzazione in agricoltura strumenti ed esempi" interverrà all'incontro Cristiano Spadoni di Image Line che illustrerà la situazione generale del digitale in agricoltura, gli "agri big data" e applicativi tecnici e informativi per il settore primario.

Dopo la pausa i lavori riprenderanno con Alba L'Astorina dell'Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell'ambiente, Irea, Consiglio nazionale delle ricerche, Cnr, e Francesca Bonello dell'Università Cattolica del Sacro Cuore che presenterà le "Attività conoscitive e informative sull'impiego dei fitofarmaci nel Parco Adda Sud".

Seguiranno la discussione e le conclusioni con Ettore Capri del Distas, dipartimento di Scienze e tecnologie alimentari per una filiera agroalimentare sostenibile dell'Università Cattolica del Sacro Cuore.


L'evento partecipa al programma di formazione professionale continua dei dottori agronomi e dei dottori forestali: 0,312 Cfp. Ai dottori agronomi e ai  dottori forestali è richiesta l'iscrizione anche tramite il Sidaf.

Ai periti agrari e periti agrari laureati della provincia di Milano e agli iscritti verranno riconosciuti 3 Cfp.

Scarica la locandina

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 232.435 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner