Sumitomo, nuova richiesta di registrazione per Indiflin

L'azienda ha presentato, alle autorità europee, la registrazione del nuovo fungicida

Contenuto promosso da Sumitomo Chemical Italia :: Sumitomo Chemical Italia - Siapa
sumitomo-banner-chemical-registrazione-fonte-sumitomo.jpeg

Indiflin™ è un nuovo principio attivo fungicida scoperto da Sumitomo Chemical e appartiene alla categoria di composti noti come inibitori della succinato-deidrogenasi

Sumitomo Chemical ha presentato la richiesta di registrazione per il suo nuovo fungicida Indiflin(nome ISO inpyrfluxam) alle autorità europee.

Indiflin, un nuovo principio attivo fungicida scoperto da Sumitomo Chemical, appartiene alla categoria di composti noti come inibitori della succinato-deidrogenasi (SDHI) il cui modo d'azione inibisce il processo di produzione dell'energia nei funghi patogeni.

Prove in pieno campo e in serra hanno accertato che Indiflin mostra grande efficacia contro le principali malattie presenti nella regione europea, come la ruggine bruna (Brown Rot) del frumento, la maculatura reticolare (Net Blotch) dell'orzo e la ruggine nera (Black Scurf) delle patate, così come su molte altre patologie presenti in diversi territori. Indiflin™ fornirà quindi nuove soluzioni per il controllo di molte patologie su un ampio spettro di colture.

Dopo l'approvazione della registrazione i fungicidi contenenti Indiflin saranno commercializzati presumibilmente a partire dal 2023. Richieste di registrazione per questo nuovo fungicida sono state presentate in Giappone, Argentina, Stati Uniti, Canada e Brasile nel 2017.
Sumitomo Chemical sta sviluppando questo prodotto anche in altri paesi e in altre regioni, così che Indiflin sarà disponibile su scala globale.

Sumitomo Chemical sta rinforzando lo sviluppo di nuove soluzioni per soddisfare le necessità dei coltivatori, contribuendo a soddisfare la richiesta crescente di cibo in un mondo la cui popolazione è in continua crescita.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 232.477 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner