Antonio Carraro SRX Hybrid: il futuro è verde brillante

Svelato ad Eima 2021, il nuovo concept di trattore ibrido da 102 cavalli vanta un motore diesel e uno elettrico che fornisce potenza in più quando serve. In mostra anche la gamma Stage V

Serena Giulia Pala di Serena Giulia Pala

antoniocarraro-srx-hybrid-eima2021.jpg

Antonio Carraro SRX Hybrid in livrea verde cangiante a Bologna
Fonte foto: Agronotizie

Verde cangiante, il nuovo nato in casa Antonio Carraro richiama lo scarabeo e la sua forza: si tratta dell'essere vivente con il miglior rapporto dimensioni/potenza. Uno scarabeo può spostare un peso smisurato se rapportato alle sue dimensioni.

Con queste premesse, non potevamo che essere curiosi di scoprire nel dettaglio il nuovo concept SRX Hybrid, frutto della collaborazione con Ecothea, startup del Politecnico di Torino specializzata nella progettazione di veicoli elettrici per applicazioni in agricoltura. Ce lo siamo fatti raccontare ad Eima International 2021 - dove è stato visto in anteprima - da Andrea Beltrame, product manager di AC.

"Abbiamo scelto Eima per il lancio della nostra idea di trattore compatto elettrificato perché rappresenta un'importante vetrina per la meccanica agricola nel mondo" afferma Beltrame. "SRX Hybrid risponde alle richieste del legislatore europeo e della clientela".

Due è meglio di uno

I sistemi di propulsione ibridi o full electric - già diffusi nel mondo automotive - si fanno strada anche nel settore agricolo, in particolare nel segmento dei trattori specializzati, poiché garantiscono ridotte emissioni inquinanti (comprese quelle di CO2) e migliori rendimenti complessivi rispetto alle propulsioni tradizionali grazie a un controllo preciso dell'erogazione di potenza.

Puntando a ridurre le emissioni inquinanti e acustiche, i consumi di carburante, i costi di manutenzione e a offrire le prestazioni dei trattori convenzionali, Antonio Carraro è partita dall'isodiametrico reversibile articolato SRX 8900 per sviluppare il modello ibrido. Sotto il cofano c'è una "strana coppia": un motore endotermico a tre cilindri Stage V da 1,86 litri, da 55 kilowatt e un motore elettrico da 20 kilowatt che insieme forniscono 75 chilowatt, vale a dire 102 cavalli.


Concept Antonio Carraro SRX Hybrid con motori diesel ed elettrico
Concept Antonio Carraro SRX Hybrid con motori diesel ed elettrico

"Generalmente i nostri clienti usano circa 75 cavalli, ma in alcuni casi necessitano di più potenza e quindi acquistano trattori più potenti" fa sapere l'azienda. "Su SRX Hybrid una centralina rileva il carico del motore e al superamento di una certa soglia attiva il motore elettrico che, inserito tra il propulsore diesel e la trasmissione meccanica, fornisce la potenza aggiuntiva richiesta in pendenza o con determinate attrezzature".

L'architettura del sistema ibrido - depositata con brevetto industriale ACHybrid - permette di sfruttare al massimo la potenza disponibile, assicurando una trazione continua nelle operazioni con gli attrezzi gestiti da Pto, nel trasporto e nella movimentazione di materiali. Secondo Antonio Carraro, le prestazioni sono particolarmente brillanti nelle ripartenze e nelle attività con fresatrici, atomizzatori e rimorchi.

Il rapporto tra le due unità propulsive è gestito da un sistema elettronico sviluppato appositamente, mentre il funzionamento della parte elettrica è assicurato da batterie agli ioni di litio che si trovano sopra il motore elettrico per garantire una certa stabilità al trattore.

SRX Hybrid tra richiami al passato e sviluppi futuri

Eco friendly ed efficiente, SRX Hybrid è anche accattivante dal punto di vista estetico. "La livrea verde cangiante simboleggia lo scarabeo, che ha dato il nome al primo trattore AC prodotto nel 1960" dichiara Liliana Carraro, responsabile delle relazioni esterne. "Con il concept richiamiamo il passato per progettare il futuro".

Posto guida del concept Antonio Carraro SRX Hybrid
Posto guida del concept Antonio Carraio SRX Hybrid

Oltre alla propulsione ibrida, il nuovo modello vanta fari led di ultima generazione, sistemi 4.0, una plancia di comando con schermo LCD per tenere sott'occhio tutti i parametri (compreso il consumo di energia elettrica) e uno specifico screen per gestire la ricarica. Le batterie vengono ricaricate a ogni frenata, quando il mezzo lavora in discesa, tramite il motore diesel o in modalità plug-in mediante colonnina elettrica.

Posizionata nello stand bolognese a fianco dell'SRX Hybrid, la colonnina proposta dalla startup italiana On Group che - supportata da AC a partire da marzo 2021 - costruisce e distribuisce soluzioni con tecnologia Siemens per la ricarica di vari mezzi elettrici, dagli scooter fino ai trattori.

Nelle successive versioni del concept il motore elettrico potrà operare anche in modalità full electric, offrendo emissioni azzerate, nonché vibrazioni e rumorosità minime. Ovviamente l'autonomia dipenderà dalla capacità del pacco batterie.

Antonio Carraro: balzo allo Stage V

Accanto alla new entry più in vista, ad Eima la casa di Campodarsego (Pd) ha portato la tecnologia HoloMaintenance per l'assistenza remota, sviluppata con il supporto di Würth Italia. Novità per la gamma trattoriisodiametrici o a ruote differenziate, la conformità allo Stage V ottenuta con propulsori Yanmar, Kohler, Kubota e Deutz.

Antonio Carraro TC 6800F Tora ad Eima 2021
Antonio Carraro TC 6800F Tora ad Eima 2021

I compatti modelli Tora - inseriti tra le Novità Tecniche 2021 - assicurano un lavoro ottimale con le attrezzature in vigneto grazie all'abbinamento di motori Yanmar Stage V alla trasmissione meccanica da 16AV + 16RM, all'impianto idraulico con pompa load sensing da 51 litri al minuto e cinque distributori a doppio effetto e al Rev-Guide System RGS. Tale sistema brevettato, avendo le leve delle marce a fianco del volante e non sul tunnel centrale, aumenta il comfort di guida e minimizza l'intralcio in cabina.

Tra gli ultimi arrivati, il trattore full optional Tony 8700 V - dotato di motore Deutz Stage V e trasmissione meccanico idrostatica - possiede pompe meccaniche ad ingranaggi, una pompa idraulica load sensing e distributori a comando Canbus per la gestione di diversi attrezzi. Da segnalare il sollevatore posteriore che - oltre a muoversi verso l'alto e il basso - si inclina da entrambi i lati correggendo la "deriva" degli implement in presenza di pendenze laterali.

La guida del modello Tony è semplice anche grazie a un joystick principale per il controllo di motore e trasmissione, due mini joystick e un innovativo display per il comando dei distributori. Disponibili anche una presa da 40 ampere e un monitor aggiuntivo sul montante destro della cabina Air V.

Antonio Carraro Tony 8700 V con cabina Air V
Antonio Carraro Tony 8700 V con cabina Air V

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 277.176 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner