In campo con il coltivatore a dischi indipendenti KUHN Optimer XL 6000

Abbiamo testato per voi il nuovissimo erpice a dischi KUHN Optimer XL 6000

Contenuto promosso da Kuhn Italia
erpice-kuhn-optimer-xl6000-prova-in-campo-agronotizie.jpg

L'erpice a dischi indipendenti KUHN Optimer XL 6000 in prova con AgroNotizie
Fonte foto: Agronotizie

Autori: Serena Giulia Pala, Michele Mattetti

"Le prove in Campo di AgroNotizie", con KUHN

In primo piano: coltivatore a dischi indipendenti KUHN Optimer XL 6000 - categoria “Lavorazione del terreno"
 
 Luogo: Azienda agraria a Cadriano (BO)
 Lavorazioni effettuate: lavorazione superficiale del terreno
 La voce dell'esperto: Ing. Michele Mattetti, Università di Bologna coadiuvato dai ricercatori Enrico Michielan, Massimiliano Varani e Amerigo Beltramin per DISTAL sez. meccanica agraria
 Le riprese: Enrico Grande Videomaking
  Supervisor: Enrico Palli e Sara Leoni
  Driver: Marco Galetto, contoterzista dell’azienda Galetto Fabrizio & C.

 

Guarda il video delle Prove in Campo con AgroNotizie:


"Le prove in campo di AgroNotizie sono oggi a Cadriano, in provincia di Bologna. Siamo nella piena pianura Padana, in un terreno pianeggiante e di medio impasto. Abbiamo provato per voi il coltivatore a dischi indipendenti KUHN Optimer XL 6000, una novità dell'azienda francese di macchine ed attrezzature agricole che permette di effettuare lavori superficiali o di media profondità".


 

Sommario:

 

QUALITÀ LAVORO

Erpice a dischi indipendenti KUHN semi-portato, pieghevole ed abbinato alla seminatrice SH 600 (non utilizzata durante la prova), Optimer XL 6000 da 6 metri è ideale per la minima lavorazione. In prova per la prima volta in Italia con l’MF 8S.265, ha lavorato un terreno con residui di erba medica a velocità media di 10 Km/h e profondità di lavoro di 10 cm richiedendo circa il 90% della potenza del trattore. I dischi conici hanno tagliato e mescolato bene residui e terreno già alla prima passata, mentre l’erpice livellatore e il rullo doppio ad U hanno prodotto un livellamento e un affinamento ottimali.

 

TIPO LAVORO PER UTENSILE

L’erpice richiede potenze tra 240 e 360 CV (il MF 8S.265 arriva a 265 CV, che diventano 285 con extrapotenza). Possiede due file di dischi conici con diametro di 620 mm e spessore di 6 mm per il taglio e la miscelazione dei residui (qui presenti in quantità limitata). Dopo i dischi, l’erpice livellatore pareggia il terreno preparandolo all’azione del rullo posteriore doppio ad U che - con diametro di 600 mm - lascia un terreno ben consolidato. Il profilo del rullo, ben bilanciato grazie al sistema pendolare, si riempie di terra garantendo un contatto suolo-suolo che riduce l’usura. Disponibile (ma in prova non presente) anche un rullo frontale per il taglio delle cover crops.

 

VELOCITÀ LAVORO

In campo l’attrezzo, caratterizzato da un peso di 6mila chili, ha raggiunto velocità di 10.4 Km/h lavorando 6.2 ettari all’ora. I consumi di carburante sono stati di 7.2 litri per ettaro, con una potenza resistente di 123 kW (165 cavalli).

 

 

I PLUS DELL’ATTREZZATURA:

•    Il sistema di sicurezza ad elastomeri del braccio solleva il singolo disco davanti agli ostacoli e garantisce sempre il suo contatto con il suolo;
•    L’inclinazione dei dischi (angolo di 12 gradi rispetto al piano verticale e di 14 gradi rispetto al senso di avanzamento, mantenuti anche a fronte di usura) e la regolazione della sovrapposizione degli stessi, assicura un lavoro di qualità;
•    L’ampia luce libera sotto il telaio e tra le file di dischi dentati facilita il passaggio di residui e terreno;
•    Regolazione idraulica dalla cabina del sollevamento, del ripiegamento e della profondità di lavoro agendo sulle ruote anteriori e sul rullo posteriore;
•    Molto versatile, l’attrezzo può lavorare ad alte velocità da 5 a 15 cm, distruggere ed incorporare abbondanti residui colturali e anche seminare cover crop con SH 600.  
 

I MINUS DELL’ATTREZZATURA:

•    Su terreni più tenaci, potrebbe essere necessario eseguire più di un passaggio per ottenere un buon affinamento;
•    Disponibilità (per ora sulla versione in prova) di due tipi di rullo: doppio ad U e HD-Liner 600.
 

 

 
 

Calcolo costi orari e prezzo:

Massey Ferguson 8S - personalizza il tuo calcolo costi orari


Per personalizzare il calcolo dei costi orari dell'Optimer XL 6000:
CLICCA QUI

La voce dell'esperto, in collaborazione con Unibo

a cura dell'Ing. Michele Mattetti - Ricercatore sez. Meccanica Agraria DISTAL


La prova in campo ha messo a dura prova il coltivatore a dischi di casa Kuhn, pensato e realizzato per effettuare in un unico passaggio la preparazione del terreno attraverso la combinazione delle azioni di ribaltamento del terreno e interramento dei residui colturali. L'attività in campo ha richiesto, difatti, un ulteriore passaggio per il completo ribaltamento del terreno. Tale ripasso sulla parte di campo lavorata dal coltivatore, è stato reso necessario non per problemi legati alla progettazione dell’attrezzo, ma alle caratteristiche stesse del terreno in cui si è svolta la prova: la composizione del terreno a medio impasto, non in tempera al momento dell'esecuzione, oltre al fatto di non presentare una sufficiente lunghezza per sfruttare al meglio la funzionalità dell'attrezzatura in pieno campo. Da segnalare che ci si è assestati intorno ad una velocità media di lavoro di 10.4 km/h con velocità che, da dati-costruttore, possono essere comprese tra 7÷15 km/h, a seconda anche della profondità di lavoro.

RISULTATI DA TEST (prova effettuata con il trattore Massey Ferguson MF 8S.265):
Consumi carburante (l/ha): 7.2
Produttività (ettaro/ora): 6.2
Velocità di lavoro (km/h): 10.4
Potenza resistente della macchina operatrice (kW): 123.0
Emissioni CO2 (kg/ha): 19

 

Grafico pot tiro erpice a dischi KUHN Optimer XL 6000
 

 

Uno sguardo alla manutenzione

OPTIMER XL, proprio per la sua concezione, non richiede particolari manutenzioni (anche quando abbinato alla seminatrice SH 600) se non l’ingrassaggio dei punti di snodo: i cilindri delle estensioni laterali, i cilindri di sollevamento del rullo e delle ruote e i cuscinetti del rullo. I cuscinetti dei dischi sono completamente esenti da manutenzione: completamente sigillati e lubrificati a vita.

 

I dettagli in primo piano

L’erpice a dischi indipendenti Optimer XL 6000 offre elevata versatilità e notevole produttività, anche a fronte di un impiego intenso e prolungato.

1. Telaio robusto con barre trasversali e dischi in acciaio trattato concepiti per durare nel tempo;
2. Il design del braccio di ogni disco evita l’incastrarsi di pietre, un perno evita l’avvolgimento dei residui sul supporto e il danneggiamento dei cuscinetti;
3. Due ruote frontali (optional) con ampio battistrada garantiscono una buona stabilità laterale ed un’omogenea profondità di lavoro;
4. Due dischi deflettori regolabili in tre direzioni migliorano la gestione del flusso di terra;
5. Possibilità di montare il sistema brevettato Steady Control per la regolazione della pressione sulle sezioni ed il rullo frontale per il taglio delle cover crop.

 

Fonte Foto: © AgroNotizie - Autore: Emanuele Delle Fave
 

DATI TECNICI DI KUHN OPTIMER XL 6000

Tabella - Scheda tecnica
Attrezzatura:
  • Potenza richiesta: da 240 a 360 CV
  • Profondità di lavoro: da 5 a 15 cm
  • Velocità di lavoro: 7-15 km/h
  • Numero e diametro dischi: 48 da 620 mm (6 mm di spessore)
  • Rullo: doppio a U da 600 mm

DIMENSIONE E PESI:
  • Larghezza di lavoro: 6 metri
  • Larghezza di trasporto: 3 metri
  • Altezza libera da terra: 910 mm
  • Peso: 6mila chili
 
PREZZO
della macchina in prova
65.590,00 €
con seminatrice SH 600: +13.371,00 €

Per un richiedere preventivo personalizzato

CONTATTA L'AZIENDA



Lorenzo Maggioni - KUHN

La voce dell'azienda

A cura di Lorenzo Maggioni - Marketing KUHN Italia

Da diversi anni, KUHN ha acquisito una grande esperienza e una certa notorietà nel settore della minima lavorazione grazie anche alla gamma OPTIMER+. KUHN ha proseguito lo sviluppo della sua gamma di erpici a dischi indipendenti con le serie OPTIMER XL 100 e 1000. Grazie ai dischi di maggiore diametro, 620 mm, la gamma OPTIMER XL garantisce lavorazioni da 5 a 15 cm di profondità e una penetrazione ottimale.
Con OPTIMER XL l'agricoltore ottiene grandi vantaggi agronomici come la capacità di effettuare lavorazioni superficiali o medio-profonde, l’interramento di grandi quantità di residui colturali, come il mais, la miscelazione dei liquami e la terminazione meccanica delle cover crop.
 
Vantaggi che fanno la differenza:
1.    Elevata capacità di penetrazione: Grazie ai supporti indipendenti con sicurezza ad elastomero OPTIMER XL garantisce elevata capacità di penetrazione in qualsiasi condizione. Questa soluzione, nel caso di urto con ostacoli, fa sì che siano sollevati solo i dischi coinvolti e non tutta la struttura dell’erpice. L’elevata penetrazione nel terreno è possibile grazie all’angolatura dei dischi piuttosto aggressiva: 14° di inclinazione rispetto al senso di avanzamento e 12° rispetto alla verticale.
2.    Ampio spazio: Il punto forte degli OPTIMER XL è il fatto di montare un solo disco per ciascun supporto, con un ampio spazio libero tra le due file di dischi e sotto il telaio stesso: questo riduce fortemente il rischio di intasamenti, anche in presenza di grandi quantità di residui e ad alte velocità.
3.    Semplice e comodo: La regolazione idraulica garantisce un lavoro preciso in tutta semplicità e un eventuale adeguamento della macchina all'eterogeneità degli appezzamenti. Il modello OPTIMER XL 6000, versione semi-portata con frenatura pneumatica di serie, gode dell’omologazione europea.

Disponibile per il mercato italiano in versione portata da 3 metri e trainata da 4, 5, 6 e 7.5 metri, la gamma OPTIMER XL si adatta perfettamente ai trattori da 100 a oltre 300 CV. Per il mercato Europeo sono disponibili altri due modelli da 9 e 12 metri.
L'ampia scelta (in gamma) di rulli, tra cui il nuovo doppio rullo a U, consente di adattarsi a qualsiasi tipo di terreno: T-Ring, V-Liner, T-Liner, HD-Liner, Packliner.

 


 

Dati aggiuntivi sulla prova

L'Azienda Agricola Gobbo Mara ospitante la prova è ubicata nella pianura nei pressi del centro abitato di Bologna: 20ha totali coltivati principalmente a orzo mais, grano e girasole. Il terreno è tendenzialmente di medio impasto e pianeggiante. In questa porzione di campo erano presenti residui di medica ed è stata eseguita una lavorazione superficiale con la nuova versione di erpice a dischi indipendenti semi-portato KUHN Optimer XL 6000 che ha mantenuto una profondità di lavoro variabile da 5 a 15 cm.


>> Consulta la scheda tecnica e la linea prodotto su AgroNotizie