Easy Drive, eleganza e semplicità nella nuova versione Premium

Espressione della complessità resa semplice dalla tecnologia, l'upgrade dell'inversore elettroidraulico made in BCS si arricchisce di nuove funzioni

Michela Lugli di Michela Lugli

Info aziende
bcs-easy-drive-apertura.jpg

Pasquali Orion K105 ad Enovitis in Campo 2019 in versione prototipale Easy Drive Premium
Fonte foto: Agronotizie

Svelato in conferenza stampa lo scorso 14 giugno presso l'headquarter di Abbiategrasso, l'upgrade del sistema Easy Drive di BCS (presentato due anni fa) implementa l'innovativo inversore elettroidraulico con nuove funzioni.

Disponibile nell'assetto Premium da settembre 2019, equipaggerà inizialmente il Pasquali Orion K105 - presente in campo con Easy Drive Premium in versione prototipale all'ultima edizione di Enovitis in Campo - per poi essere implementato a richiesta su tutti i trattori di alta Gamma del Gruppo BCS (da 80 a 100 cavalli).
 
Pasquali Orion K105 Easy Drive Premium
Pasquali Orion K105 con Easy Drive Premium

"Attualmente abbiamo in campo circa 300 trattori che montano l'Easy Drive e, oltre a non aver riscontrato nessun tipo di problematica di funzionamento, non abbiamo dovuto sostituire nessuna centralina elettronica la cui progettazione è interna. Per noi l'Easy Drive - ora in versione Premium - è tra le maggiori novità degli ultimi dieci anni - spiega Fabrizio Castoldi presidente del Gruppo in conferenza stampa - e segue la tendenza della diffusione dell'elettronica anche sui trattori da 80-100 cavalli".
 

Easy Drive Premium: alla ricerca della semplicità

L'inversione elettroidraulica del moto del trattore è gestita da un sistema integrato in cui una unità elettronica di controllo agisce sul sistema frenante, sulla frizione e sul sincronizzatore.

L'inversore elettroidraulico BCS si caratterizza perché dotato di frizione singola (che a differenza di quella doppia preserva compattezza e passo) a comando idraulico posizionata anteriormente, a tutto vantaggio dello snodo che negli articolati si colloca quasi centralmente, abbinata ad un freno vero e proprio. La presenza di un solo albero coassiale apre il campo di applicazione dell'Easy Drive anche agli isodiametrici più compatti del Gruppo.

In cabina la centralina elettronica riceve input da più di 10 sensori dislocati su varie parti del trattore tra cui motore e trasmissione, li elabora e trasmette le informazioni a 4 elettrovalvole preposte al controllo del freno, della frizione e del sincronizzatore. In concreto, un semplice movimento della mano frena, cambia direzione e fa ripartire la macchina.
 
Schema costruttivo Easy Drive Premium
Schema costruttivo Easy Drive Premium
(Clicca sull'immagine per ingrandirla)

"Semplicità, efficienza ed eleganza sono gli obiettivi del nuovo pacchetto Premium che, attraverso l'elettronica, risponde alle esigenze del cliente" hanno chiarito in conferenza stampa.
"La presenza del sensore inerziale microelettromeccanico MEMS utilizzato nel sistema di controllo del trattore - brevettato da BCS - ci permette di riprodurre in chiave elettronica le sensazioni del guidatore. Il suo funzionamento unico sul mercato riproduce il comportamento di un guidatore esperto misurando le accelerazioni sui tre assi cartesiani e inviando i dati all'unità di controllo" ha spiegato Fabio Maiocchi responsabile dell'area meccatronica di BCS.
 

Lepre o Tartaruga?

Utilizzabile in modalità Lepre o Tartaruga selezionabili dal cruscotto con possibilità di modulare l'aggressività, l'inversore Easy Drive Premium elimina il ricorso ai pedali freno e frizione e risulta particolarmente utile in tutte quelle operazioni che richiedono movimentazioni ripetute, rapide e delicate.
 
Easy Drive Premium Pasquali
Inversore Easy Drive Premium BCS

La modalità Lepre compete con il funzionamento di un inversore a doppia frizione da cui si distingue anche per la presenza di un freno che riduce il consumo della frizione stessa. Lavorando a coppia non nulla ha tempi di inversione molto rapidi: in IV gamma e 1° marcia a 2450 giri, si passa da +13,4 a -0,1 Km/h in 1,49 secondi e da +13,4 a -13,4 Km/h in 2,37 secondi senza strappi.

Pasquali Orion K105 in versione Easy Drive Premium in campo: dimostrazione modalità Lepre/Tartaruga
 
La selezione della modalità Tartaruga, lavorando a coppia nulla, allunga leggermente i tempi del cambio di direzione (si ha un buco di circa mezzo secondo) così da poter impostare una diversa traiettoria. In questo caso il passaggio alle medesime condizioni normalizzate (IV gamma e 1° marcia a 2450 giri) da +13,4 a -0,1 Km/h si ottiene in 1,79 secondi e quello da +13,4 a -13,4 Km/h in 3,21 secondi.
 
Grafico di confronto dei tempi di inversione in modalità Lepre e Tartaruga
Grafico di confronto dei tempi di inversione in modalità Lepre e Tartaruga
 

Tante virtù in un solo pedale 

Parte del pacchetto Premium, la funzione Frena e Va - selezionabile dal cruscotto con 5 livelli di reattività - richiama (solo nel nome) l'automobilistico Stop&Go e permette di eseguire partenze da coppia nulla e manovre di accostamento con il solo pedale del freno.

La ripartenza, e qui sta il plus, avviene sotto la "supervisione" del sensore inerziale di accelerazione in un sistema che, rimanendo meccanico, mantiene efficienza e semplicità di gestione.

Pasquali Orion K105 in versione Easy Drive Premium in campo: dimostrazione modalità Frena e Va

Tra i vantaggi, l'assenza di contraccolpi e un rendimento maggiore in confronto alla tecnologia idrostatica, ottenuto sfruttando l'energia cinetica del trattore.
Anche in caso di pendenze, l'intervento automatico dei servofreni controllati dalla centralina mantene immobile il trattore e offre ripartenze dolci. Inoltre, l'apertura automatica della frizione permette di cambiare marcia agendo sul solo pedale del freno con successivo ingaggio della frizione automatico e ripartenza al livello di accelerazione preimpostato.
 

Non ti muovere!

Si chiama Partenza Assistita in Salita e permette, in presenza di pendenze, di fermare il trattore (per un tempo indeterminato) agendo sul pedale della frizione e successivamente su quello del freno che - una volta azionati i freni di servizio - può essere rilasciato.
 
Partenza assistita
 
La ripartenza avviene gradualmente rilasciando la frizione e determinando (a differenza della funzione Frena e Va) a mezzo dell'acceleratore la potenza utile alla manovra. Anche qualora dovesse capitare di rilasciare in modo violento e improvviso il pedale della frizione, il trattore riparte comunque dolcemente senza perdere terreno.
 

Easy Plus, la funzione salva frizione

Con Easy Plus (in futuro di serie sulla Gamma alta ma disponibile su tutti i trattori del Gruppo), l'ingaggio della frizione controllata elettronicamente è progressivo. La gestione elettronica, quando la ripartenza è fatta in modalità manuale, interviene prevenendo possibili strappi nel momento di rilascio del pedale e salvaguardando il consumo della frizione.

La chiusura comunque rapida della frizione è gestita dalla posizione del pedale ma anche da un algoritmo che, implementato nell'unità elettronica di controllo, modula in modo progressivo l'ingaggio della frizione basandosi su parametri fisici del trattore (tra cui la velocità) e sui tempi di azionamento del pedale.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.413 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner