Eima, Lamborghini fa cento con i trattori Strike

Lamborghini ha presentato la nuova gamma di trattori Strike. Tre versioni per soddisfare tutte le esigenze degli agricoltori: dalla fienagione all'aratura

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

lamborghini-strike.jpg

Il nuovo Lamborghini Strike
Fonte foto: Agronotizie

Lamborghini ha portato ad Eima 2016 la nuova serie Strike. Trattori che vanno da 80 a 120 cavalli in tre versioni: Ld (80, 90), Md (90, 100, 110) e Hd (110, 120). Macchine in grado dunque di assistere l'agricoltore in ogni operazione in campo, dalla fienagione fino all'aratura.

I motori FarmMotion, conformi alla normativa Stage4 (Tier 4 Final) e disponibili nella versione a 3 o 4 cilindri, offrono pronta risposta a variazioni di carico improvvise per una elevata produttività.
La serie Strike è dotata di un sistema elettronico in grado di impostare e memorizzare due regimi motore, agevolando il lavoro dell'operatore. I motori sono dotati di sistema common-rail e post-trattamento dei gas di scarico con Scr per garantire prestazioni elevate.



La serie Strike offre tre tipologie di trasmissione: meccanica, Hi-Lo e Powershift. In questo modo l'operatore al volante può avere il giusto intervallo di velocità per l'operazione che sta effettuando. Il cambio meccanico dispone di 4 o 5 marce che, con mini e super riduttore, arrivano a 16+16 o 20+20 velocità.
Nella versione con Hi-Lo, le velocità con mini e super riduttore arrivano a 32+32 o 40+40 con due marce sottocarico. La trasmissione a 5 marce in quattro gamme e Powershift a 3 stadi (30+30 o 60+60) permette cambi marcia veloci.

Inconfondibile il design di casa Lamborghini

Due le differenti configurazioni della serie Strike: con inversore meccanico oppure idraulico. La leva dell'inversore sotto il volante, pratica ed ergonomica, si attiva solo se il sensore installato nel sedile rileva la presenza dell'operatore: sicurezza prima di tutto.

Quattro le velocità per la presa di forza: 540/540ECO/1000/1000ECO. La modalità Eco permette la massima efficienza con consumi ridotti. La Pto sincronizzata al cambio con uscita indipendente e la presa di forza anteriore a 1.000 giri/min, garantiscono la massima efficienza.


Anche l'impianto idraulico è stato studiato per dare il massimo con consumi ridotti. Di base la serie Strike monta una pompa da 55 litri al minuto. Disponibile anche l'innovativo dispositivo a doppia pompa 60ECO da 60 litri al minuto erogabili a 1.600 giri. Una doppia pompa da 90 l/min è disponibile per i modelli Strike 110 hd e 120 hd.

Il sollevatore posteriore ha un range che va dai 4.525 chili (per i modelli Ld e Md) fino a 5.410 chili (per l'Hd). Il sollevatore può essere a controllo meccanico, di serie, oppure elettronico, opzionale. I distributori idraulici sono a 4, 6 o 8 vie posteriori con 2 vie a comando elettro-proporzionale.

I comandi sono disposti in modo semplice e intuitivo

Lamborghini non delude neppure nel design, tratto distintivo del marchio. Ha una cabina ampia la serie Strike, resa silenziosa dal sistema Hydro Silent-Block.
Quattordici fari rendono la guida sicura anche di notte, mentre la disposizione dei comandi, sul volante e sul bracciolo destro, rendono le operazioni semplici da eseguire.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: eima innovazione macchine agricole trattori motori

Temi caldi: Eima International 2016

Speciale: EIMA International 2016

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.510 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner