Non solo Continental negli pneumatici Mitas Premium

Nei primi quattro mesi del 2015, la gamma Mitas Premium ha rappresentato l'80 per cento del mercato degli pneumatici per macchine agricole del marchio Mitas, sostituendo il brand Continental

Contenuto promosso da Mitas
Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

mitas-premium-tyre-line.jpg

La linea di pneumatici Mitas Premium
Fonte foto: MItas

Sono bastati quattro mesi, da gennaio ad aprile 2015, e i prodotti Mitas Premium sono diventati il brand più venduto da Mitas registrando un volume di vendita pari all’80 per cento del totale registrato sui prodotti radiali e un’ulteriore crescita è prevista anche nella seconda metà dell'anno.

La parte restante della fetta, pari al 20 per cento, va spartita tra gli altri brand del gruppo: Mitas, Cultor e Continental, marchio quest'ultimo prodotto e commercializzato da Mitas a.s. in fase di sostituzione con il brand Mitas Premium.

Obiettivo del gruppo è consolidare l’immagine di Mitas, come unico premium brand.
I pneumatici Mitas Premium hanno qualità tecniche e costruttive identiche ai pneumatici Continental, si tratta in sostanza di un rebranding dei disegni Continental associati ad alcuni nuovi prodotti sviluppati solo con marchio Mitas.

“I pneumatici della gamma Mitas Premium sono direttamente comparabili con quelli marchiati Continental che il gruppo Mitas produce sin dal 2004 - dichiara Andrew Mabin, direttore marketing e vendite Mitas.
La crescente quota di mercato del prodotto Mitas Premium dimostra che il cambiamento verso la strategia di un unico premium brand sta avendo successo”.
 
Attualmente la gamma Mitas Premium disponibile per i mercati europei annovera i seguenti disegni: SFT - Super Flexion Tyres, VF - Very High Flexion come i modelli HC 1000 e HC 2000, detti anche SFT IF - Improved Flexion Technology, CHO - Cyclic Harvesting Operation, SST - Silent Speed Tyre, AC 65, HC 70, AC70 T, AC85, AC85, AC90, e Agriterra.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.711 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner