Quarta generazione Valtra. Un esercito da 400 cavalli

La casa costruttrice del Gruppo Agco rinnova e potenzia la Serie S di trattori

Michela Lugli di Michela Lugli

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

serie-ss.jpg

Nuova serie S di Valtra in campo a Berlino
Fonte foto: Agronotizie

Aprono l'era della quarta generazione Valtra, i cinque nuovi modelli che vanno a comporre la rinnovata serie S.
Basata su piattaforma Agco, adotta per intenderci le tecnologia dei 'rossi' di casa, la nuova serie S ha scelto quale claim la parola 'semplicità'. 

I cinque modelli della serie, S274, S294, S324, S354 e S374,  coprono range di potenze che vanno dai 270 ai 370 cavalli (normativa Iso) per arrivare con sovralimentazione ai 400 cavalli del modello di punta S374.
Il motore della quarta generazione Valtra, è un Agco Power da 8,4 litri conforme alle norme sulle emissioni di Fase 4, dotato di doppio turbo, uno dei quali è caratterizzato da una valvola wastegate a regolazione elettronica. Questa valvola, controllata da una centralina elettronica, si apre oltre una certa pressione e ha la funzione di regolare il flusso dei gas di scarico soprattutto ad alti regimi, per evitare che si generi, appunto, una pressione troppo elevata.




Grazie ai nuovi turbo, il motore a fronte di un valore di coppia che a bassi regimi è pari a 1650Nm per il modello di punta, registra bassi valori di temperatura dei gas di scarico.
Ciò associato alla funzione Scr e al sistema di gestione del motore Sisu Tronic, fa registrare un considerevole rendimento del carburante.
Il sistema di ricircolo dei gas di scarico Egr, infine, assicura la conformità alle norme sulle emissioni di Fase 4, senza ricorrere all'impiego di filtri antiparticolato aggiuntivi. La soluzione Agco Power, sottopone le emissioni a trattamento mediante una combinazione di urea e convertitori catalitici, di conseguenza il sistema non richiede manutenzione.




Come per i precedenti modelli della serie, la trasmissione è Agco Variable Tramsission-AVT stepless, controllata tramite l'ergonomico bracciolo del guidatore Valtra Arm che si muove insieme al sedile quando questo ruota per la funzione di guida retroversa TwinTrac disponibile su tutta la gamma.
Il conducente può scegliere tra due gamme - A per le situazioni che richiedono grande forza di lavoro e B per il trasporto su strada e le applicazioni generali -, così da ottimizzare la produttività del lavoro e il consumo di carburante. 

Nessuna novità da segnalare per i sollevatori che, integrati nel telaio, hanno capacità di sollevamento fino a 12 tonnellate sulla parte posteriore e 5 tonnellate sulla parte anteriore. L'impianto idraulico ha portata di 175 litri al minuto con un massimo di sei valvole



La cabina AutoComfort è equipaggiata con sospensioni che si regolano automaticamente in base alle condizioni esistenti.
La nuova Serie S di Valtra può essere richiesta con sistema di servosterzo AutoGuide 3000 e telemetria AgCommand. Il sistema di gestione delle operazioni a fine campo U-Pilot e il sistema di predisposizione per gli attrezzi Isobus, vengono forniti di serie.

La Serie S di Valtra, che verrà presentata al pubblico in occasione di Agritechnica 2013 ed è disponibile in Europa, America del Sud, Africa e Russia. 

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner