Nord Italia, sempre più fondi per la promozione del settore agroalimentare

Via libera dall'Ue dalla programmazione del biennio transitorio dell'Emilia Romagna, con un piano da 400 milioni di euro. Risorse in Piemonte per i produttori nei regimi di qualità

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

agroalimentare-by-lily-fotolia-750.jpeg

Risorse per i produttori di prodotti agroalimentari di qualità (Foto di archivio)
Fonte foto: © lily - Fotolia

Psr e regimi di qualità. Queste le ultime news dalle regioni del Nord Italia in quest'ultima settimana. L'Emilia Romagna ha ricevuto l'ok dall'Ue per i propri fondi Psr del biennio 2021-2022, mentre il Piemonte ha aperto un nuovo bando per sostenere le proprie eccellenze agroalimentari nelle principali fiere. Ecco tutti i dettagli.
 

Emilia Romagna

Psr, ok dall'Europa per il programma del biennio di transizione 2021-2022
La Regione Emilia Romagna è la prima in Italia ad avere il via libera Ue sul nuovo piano, che potrà contare su una dotazione finanziaria di 408,9 milioni di euro per le annualità 2021 e 2022, con una crescita del 35% rispetto alla precedente programmazione. Le risorse provengono in particolare dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (87%), mentre per la rimanente parte (13%) dal Next generation EU. Per quanto riguarda la ripartizione dei fondi, una fetta importante riguarda l'ammodernamento delle aziende agricole e agroalimentari, con 117,5 milioni di euro, seguito dall'agricoltura biologica (72,6 milioni di euro), i giovani agricoltori (52,6 milioni di euro) e per l'agricoltura nelle zone svantaggiate (50,4 milioni). I nuovi progetti di forestazione e il contrasto al cambiamento climatico assorbiranno risorse rispettivamente per 8,2 e 7 milioni di euro. Spazio poi alle azioni di prevenzione dei danni da fauna selvatica e la riduzione delle emissioni di ammoniaca (10 milioni), oltre a una gestione sostenibile delle risorse idriche, con finanziamenti per 6,9 milioni di euro. 19,6 milioni di euro infine per il finanziamento di progetti di Gal, nell'ambito del programma europeo Leader.
 

Piemonte

Psr, bando regionale per i produttori di qualità
Via libera dalla Regione Piemonte a nuove risorse per il sostegno alla promozione dei prodotti piemontesi di qualità. La dotazione finanziaria complessiva si aggira intorno a 1,4 milioni di euro, a disposizione dei produttori in regimi di qualità che intendono valorizzare le proprie produzioni di qualità nelle fiere e nelle manifestazioni internazionali ritenute di rilevanza strategica. Per la richiesta di contributi è necessario effettuare la preiscrizione entro il 30 settembre 2021, con il 2 novembre come termine ultimo di presentazione delle domande.
L'assessore regionale Marco Protopapa ha sottolineato "l'importanza di partecipare alle grandi manifestazioni di richiamo internazionale attraverso un'azione coordinata e sinergica tra gli operatori dell'agroalimentare e del vitivinicolo per promuovere in modo efficace i prodotti di qualità del Piemonte, sia sul mercato interno e sui mercati esteri".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 264.215 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner