Mezzogiorno, opportunità e aiuti per gli agricoltori

La Basilicata vara un nuovo aiuto a forfait per le imprese della Val d'Agri con il Piano operativo, mentre la Sardegna stanzia gli aiuti per le aziende colpite dall'invasione delle cavallette

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

assicurazioni-agricoltura-protezione-colture-soldi-monete-pianta-by-kurapy-adobe-stock-697x500.jpeg

La Campania vara il restyling delle norme generali per le misure strutturali del Psr
Fonte foto: © Kurapy - Adobe Stock

La Regione Basilicata lancia un bando da 5 milioni di euro a forfait per le imprese agricole della Val d'Agri e sono risorse aggiuntive rispetto a quanto già stanziato con la misura 21 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020, mentre Regione Sardegna ha predisposto gli indennizzi per gli agricoltori colpiti dall'invasione di cavallette della scorsa primavera. Intanto la Direzione generale per le Politiche agricole di Regione Campania aggiorna le norme per le misure strutturali del Psr, sono queste le novità più recenti in fatto di aiuti per gli agricoltori delle regioni del Mezzogiorno d'Italia.
 

Basilicata, bando da 5 milioni per le aziende agricole

La Giunta regionale della Basilicata ha approvato, con la delibera n 1016 del 29 dicembre 2020, l'avviso pubblico per l'attribuzione di contributi forfettari, variabili fra 1.000 e 7.000 euro, ad aziende agricole con almeno il 51% dei terreni ricadenti nei 35 comuni dell'area del Programma operativo Val d'Agri.

L'avviso pubblico mette a bando i 5milioni di euro previsti dalla Misura D - Sostegno alle attività produttive - linea 2 - Interventi a sostegno dell'agricoltura in area POV del RIPOV 2020/2021 - Rete Interventi Programma Operativo Val d'Agri - Melandro - Sauro - Camastra approvato a settembre 2020 con delibera di giunta regionale n 610/2020.

La dotazione di cinque milioni di euro è ripartita su base comunale; l'accesso al contributo forfettario, variabile fra 1.000 e 7.000 euro sulla base dei ricavi 2019, oppure alla media dei ricavi valutati sul triennio 2017-2019 (per le imprese costituite nel 2020 il contributo concesso è parametrato alla fascia più bassa), è ripartito anch'esso su base comunale, con la formazione di tante graduatorie quanti sono i Comuni dell'area interessata.

Le graduatorie verranno formate sulla base di una serie di criteri che comprendono l'indirizzo produttivo, la fascia di reddito, la manodopera utilizzata in aggiunta a quella dell'imprenditore agricolo intestatario; a parità di punteggio precede il più giovane di età.

Entro sessanta giorni a far data dalla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata dell'avviso pubblico - 2 gennaio 2021 - occorrerà presentare via Pec all'indirizzo POVagricoltura@pec.regione.basilicata.it la richiesta di contributo, compilando il modello allegato all'avviso pubblico stesso. Tutte le fasi di istruttoria e di pagamento verranno poi gestite dall'ufficio Autorità di gestione del Psr Basilicata 2014-2020 del dipartimento Politiche agricole e forestali.
 

Sardegna, ci sono i ristori per i danni da cavallette

Sono in arrivo gli indennizzi per gli agricoltori sardi gravemente danneggiati dall'invasione di cavallette della primavera 2020. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta nel corso dell'ultima seduta, che assegna 400mila euro alle imprese sulla base delle perimetrazioni, dei rapporti di sopralluogo e delle verifiche effettuate dall'agenzia Laore, incaricata dell'attuazione dell'intervento.

I danni hanno riguardato soprattutto colture foraggere, in asciutto e in irriguo, e in maniera molto limitata superfici a ortive. Il danno provocato nel corso dei mesi primaverili ed estivi del 2020, rilevato dall'agenzia Laore, è stato superiore al 40% in tutti i siti monitorati. Gli insetti si sono nutriti delle parti più tenere e ricche di valore nutritivo rendendo il foraggio dell'annata molto scadente dal punto di vista nutritivo.

In base ai dati forniti da Laore, sono stati così definiti gli indennizzi a ettaro: 1.600 euro per le superfici a ortive; 250 euro per le superfici irrigate coltivate a seminativi; 160 euro per le superfici coltivate in asciutto.

Solo qualora le superfici siano riferibili ad una azienda zootecnica attiva, 100 euro per i pascoli magri in asciutto con tare fino al 20% e 70 euro per i pascoli magri in asciutto con tare fino al 50%.
 

Psr Campania, nuove disposizioni per le misure strutturali

Con Decreto dirigenziale n 352 del 30 dicembre 2020, la Direzione generale per le Politiche agricole della Regione Campania, ha approvato la versione 3.2 delle Disposizioni generali del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 per le "Misure non connesse alla superficie e/o agli animali", che aggiorna la versione 3.1 approvata con Decreto n 189 del 7 novembre 2019.

La nuova versione delle Disposizioni generali per le misure strutturali "si è resa necessaria al fine di renderle coerenti con le principali modifiche normative intervenute a livello comunitario e nazionale che impattano sull'attuazione del Psr - è scritto in una nota - e di recepire all'interno del documento specifiche disposizioni di dettaglio già impartite dalla Autorità di gestione, nonché le indicazioni fornite dell'ufficio speciale Avvocatura".

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: AgroNotizie

Autore:

Tag: psr aiuti diretti finanziamenti per l'agricoltura aiuti di stato danni

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 252.996 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner