Tabacco Kentucky, siglato accordo tra Accademia dei Georgofili e Mst

L'obiettivo del protocollo d'intesa siglato dall'istituzione e da Manifatture sigaro toscano è quello di valorizzare la coltivazione. Garantito l'acquisto di oltre 2.000 tonnellate di tabacco

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

gaetano-maccaferri-mst-giampiero-maracchi-georgofili.jpg

Gaetano Maccaferri vicepresidente di Mst e presidente dell'omonimo Gruppo industriale e Giampiero Maracchi presidente Accademia dei Georgofili

Passione per l'agricoltura, le scienze agrarie e l'ambiente, con lo sguardo rivolto al futuro. È la visione comune alla base del protocollo firmato oggi a Firenze tra Manifatture sigaro toscano, Mst, erede della tradizione legata alla produzione dello storico sigaro italiano, e l'Accademia dei Georgofili.

Hanno firmato questa importante collaborazione Gaetano Maccaferri, vice presidente di Mst e presidente dell’omonimo Gruppo industriale bolognese che nel 2006 ha acquisito i sigari a marchio Toscano, e Giampiero Maracchi, presidente dell’Accademia dei Georgofili, la più antica Istituzione al mondo a occuparsi di agricoltura ed ambiente.
 
La sede accademica in Logge degli Uffizi Corti ha fatto da cornice all’inizio di una collaborazione triennale che si articola su diversi punti:
  • la valorizzazione delle nuove acquisizioni tecnico-scientifiche che hanno riflessi sul comparto della coltivazione del tabacco Kentucky
  • la valorizzazione del patrimonio culturale dell’Accademia attraverso ricerche storiche sulla coltivazione del tabacco Kentucky in Italia e sul ruolo avuto dall’amministrazione dei monopoli di Stato, successivamente dall’Eti fino ad arrivare a Mst; 
  • la diffusione dell’innovazione nelle coltivazioni del Kentucky per quanto concerne le tecniche colturali compatibili con l’ambiente, i cambiamenti climatici, la difesa fitosanitaria; 
  • le iniziative nel campo della comunicazioneinformazione con particolare riferimento alla valorizzazione delle produzioni di alta qualità che caratterizzano il comparto.
Mst per sua vocazione ha da sempre un forte legame con tutti gli attori della filiera e dell’indotto, in particolare con i circa 250 tabacchicoltori concentrati in Valdichiana, Valtiberina, Lazio, Campania e Veneto, che rappresentano una nicchia di altissima qualità. La supervisione del comparto agricolo è al primo posto negli impegni di Mst, con investimenti significativi sul fronte dell’assistenza tecnico-agronomica, per il miglioramento quali-quantitativo delle produzioni agricole e per l’adozione di buone pratiche di coltivazione nel rispetto dell’ambiente e quindi ecosostenibili.

A garanzia di questo impegno Mst ha firmato con il Mipaaf, il ministero delle Politiche agricole e forestali, un protocollo di intesa programmatica per l’acquisto di tabacco Kentucky e di rispetto del disciplinare tecnico per la coltivazione. E’ un accordo che copre gli acquisti fino al 2020, garantendo l’acquisto di oltre 2.000 tonnellate di tabacco, per un valore nel 2015 di circa 10 milioni di euro.

Una scelta a difesa della qualità del proprio prodotto, del rispetto del territorio, del lavoro e della tutela di tutte le persone che partecipano al processo di produzione.

Fonte: Manifatture sigaro toscano, Mst - Accademia dei Georgofili

Tag: ricerca mercati sostenibilità accordo

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.506 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner