BKT punta in alto: in arrivo il sesto stabilimento produttivo

Non si ferma la crescita del produttore indiano di pneumatici Off-Highway. Prossimo obiettivo è la realizzazione di un sito negli Usa. Il progetto ha ricevuto un premio alla TIA Hall of Fame Award

Info aziende
bkt.jpg

Il riconoscimento è stato ritirato da Rajiv Poddar (a destra), amministratore congiunto, per conto di Arvind Poddar (a sinistra), presidente e ad di BKT
Fonte foto: BKT

Seppure il più fruttuoso dei mercati sia ancora quello europeo, è innegabile che l'America stia offrendo scenari sempre più rosei per la commercializzazione dei pneumatici off-road e Balkrishna Industries Limited - BKT non ha la minima intenzione di "perdere questo treno".

Sono 100 i milioni di dollari che l'azienda ha deciso di investire nel progetto per la costruzione del nuovo sito di produzione negli Stati Uniti. Con il compito di rifornire l'intera regione americana, il nuovo stabilimento sarà il primo impianto produttivo del Gruppo al di fuori dell'India e il suo completamento è previsto entro il 31 marzo 2021.

La nuova succursale made in Usa è progettata per ottenere una capacità di produzione annua di circa 20mila pezzi nell'intero segmento Off-Highway, mentre la rimanente domanda di pneumatici continuerà ad essere servita direttamente dall'India.

Il progetto, approvato dal Consiglio di amministrazione di BKT, è stato presentato per la prima volta e premiato in occasione della TIA (Tire Industry Association) Hall of Fame Award Ceremony a Las Vegas, lo scorso 29 ottobre. A ritirare l'ambito riconoscimento è stato Rajiv Poddar, amministratore congiunto della multinazionale, per conto di suo padre Arvind Poddar, presidente e amministratore delegato di Balkrishna Industries Limited.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.617 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner