BCS Group: da tutto il mondo per ammirare il nuovo K105

Oltre 200 partecipanti al Dealer meeting presso la sede di Abbiategrasso (Mi). La nuova serie K105 conquista per le sue prestazioni e l'innovatività: guarda il video

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

gruppo-italia-fonte-bcs.jpg

Gruppo Italia
Fonte foto: Bcs Group

La sede centrale del Gruppo BCS, ad Abbiategrasso (Mi), è stata il palcoscenico d'eccellenza in cui si è svolto, nel corso di due diverse giornate, l'atteso Dealer meeting con i concessionari italiani e con le filiali, gli importatori e i distributori del suo network mondiale.

All'insegna del motto "Run with us", i vertici del Gruppo BCS hanno tracciato un sintetico bilancio dell'attività nel corso della stagione 2015-2016 appena conclusa, che vede il fatturato consolidato confermarsi sopra i 100 milioni di euro, di cui l'85% nel comparto agro-verde, con una quota all'esportazione che supera il 50%.
In questo quadro si rafforza in particolare la famiglia dei trattori a marchio BCS, Ferrari e Pasquali, con un fatturato che sfiora il 35% del totale.

Ma la due giorni di Dealer meeting è stata soprattutto l'occasione per guardare al futuro, in linea con una tradizione che vede il Gruppo BCS investire costantemente nell'innovazione e nello sviluppo di nuovi prodotti altamente performanti sotto il profilo della tecnologia, della sicurezza, delle prestazioni e del comfort, oltre che della sostenibilità ambientale.

Non a caso, vera e propria protagonista dell'evento è stata la nuova serie di trattori compatti specializzati K105 - nei modelli BCS Volcan K105, Ferrari Vega K105, Pasquali Orion K105 - che saranno ufficialmente lanciati in occasione della prossima Eima 2016 a Bologna, dopo una prima presentazione a livello di concept a Fieragricola Verona agli inizi di questo 2016.

"Si tratta di una macchina veramente innovativa, unica nella sua categoria, - ha affermato il presidente del Gruppo BCS Fabrizio Castoldi - che segna il nostro ingresso nella nuova era dei trattori isodiametrici a gestione elettronica. Un mezzo che abbina potenza e maneggevolezza, rispetto dell'ambiente e massimo comfort per l'utilizzatore, grazie ad una progettazione evoluta e ad una tecnologia di assoluta avanguardia".

La serie K105, infatti, si caratterizza per il motore Kubota emissionato Tier 3B da 3,8 litri, che sviluppa 98 cv di potenza, e per il Common rail di ultima generazione, che garantisce un controllo preciso dell'iniezione, una combustione più efficiente e minor consumo di carburante.
Dispositivi quali il ricircolo dei gas di scarico EGR, il catalizzatore ossidante DOC e il filtro antiparticolato DPF assicurano inoltre una drastica riduzione delle sostanze nocive immesse nell'ambiente, in linea con le nuove restrittive normative Cee in materia.

Nuova anche la trasmissione: i trattori della serie K105 sono gli unici ad adottare una frizione rigorosamente multi-disco in bagno d'olio gestita elettronicamente. In più l'esclusivo inversore elettroidraulico EasyDrive® garantisce un comfort operativo ineguagliabile.

La pratica leva, posta alla sinistra del volante, permette infatti all'operatore di invertire la direzione di marcia senza togliere le mani dal volante e senza usare il pedale della frizione mantenendo sempre il totale controllo del veicolo.

Comfort e sicurezza per l'operatore trovano nella serie K105 la massima espressione grazie al miglioramento dell'ergonomia del posto guida, al nuovo cruscotto digitale a colori e alle nuove cabine low-profile AIRTECH, pressurizzate e omologate in categoria 4.

Tali innovazioni si coniugano con un design elegante e dimensioni estremamente compatte, facendo dei trattori della serie K105 macchine indispensabili per l'agricoltura del futuro.

 

Serie K105 - prova in campo


E la dimostrazione delle straordinarie qualità della nuova serie, è venuta dalle prove in campo svoltesi sempre presso il complesso di Abbiategrasso: gli oltre 200 partecipanti hanno potuto apprezzare le doti del K105 e testarle personalmente, restando impressionati dalla manovrabilità del mezzo nelle manovre di fine campo, dalla prontezza di risposta dell'inversore, dalla comodità del posto di guida e dall'erogazione fluida del propulsore.

Particolarmente apprezzato anche il look del nuovo trattore, aggressivo e muscoloso, e la dotazione del cruscotto di stampo automobilistico.


Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.367 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner