Maschio Gaspardo, immancabile a Fieragricola 2016

L'azienda di Campodarsego porta a Verona un'ampia gamma di macchine: dalla semina alla concimazione, fino alla lavorazione del terreno

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

draculaeima-2014.jpg

Coltivatore Dracula in esposizione a Eima 2014
Fonte foto: Agronotizie

In fase di consolidamento societario, Maschio Gaspardo per Fieragricola 2016, così come in occasione di Agritechnica 2015, si concentra sull'obiettivo a breve termine del rafforzare i modelli di maggiore successo attualmente in gamma.

In esposizione a Verona vedremo Dracula, il noto e robusto coltivatore presentato nella versione da 4 metri a Eima 2014 che, combinando dischi anteriori e ancore con livellatori e rullo posteriore, gestisce contemporaneamente i residui colturali, l’aerazione del terreno, il livellamento e la preparazione del letto di semina.

La dimensione in fase di trasporto ferma a tre metri e i pneumatici 700/60-R22.5 sono ideali per le manovre.
Due ordini di dischi frontali da 610 millimetri, tagliano e incorporano i residui nel terreno, quindi, i ranghi di ancore della sezione centrale rompono gli strati profondi e più compatti. La profondità di lavoro è regolata idraulicamente in un range da 0 a 30 centimetri. Una serie di dischi inclinati costituisce la sezione finale che elimina eventuali creste. 
 

Il coltivatore Dracula
 
La rotopressa Extreme 365 con camera e geometria variabile Feraboli e centralina di controllo Easytronic nella versione 365 presente a Verona, possiede un sistema a due bracci: uno principale che dimensiona il cuore e uno secondario addetto alla compensazione automatica del tensionamento delle cinghie.
Disponibile negli allestimenti HTC, HTR, HTC e HTU, con strumenti di legatura a filo, a rete e a film plastico può disporre, a richiesta, di 
sistema di taglio con rullo premi andana regolabile in altezza e pick up da 2200 millimetri.
 

La rotopressa Extreme 365

In versione 600 TN, il braccio decespugliatore retroportato Martina, si rivolge ai professionisti. Protetta dagli urti grazie a un accumulatore d’azoto e una valvola di sicurezza, nella versione telescopica, ha un braccio che consente di arrivare alle rive più profonde. La testata ha doppio senso di rotazione del rotore e un'angolazione di lavoro di 246 gradi.
 

La versione 600 telescopica del braccio decespugliatore Martina

Rappresenta il settore smina, Magica - MTR, seminatrice pneumatica di precisione prodotta nello stabilimento di Morsano al Tagliamento (PN). L’interfila di semina passa rapidamente da 45 a 75 centimetri grazie al telaio telescopico ad ali pieghevoli.
Dotata di elemento di semina adatto a condizioni difficili e velocità elevate, monta un disco di semina con diametro di 420 millimetri e spessore di 4 millimetri. Disponibili tramogge per il seme da 900 litri. 
 

La seminatrice pneumatica di precisione Magica

In esposizione a Fieragricola anche la versione 1500 della seminatrice a spaglio Compagna per erbai o cereali, abbinata con erpice rotante Delfino DL, ma potenzialmente combinabile con frese (B, C, SC), erpici rotanti ( DL, DLS, DC, DCR, DM, DMR e Orso) o passivi a disco (Presto).
Vocata per terreni declivi anche con forti pendenze grazie ai tubi di discesa dei semi quasi verticali (75 gradi), Compagna 1500 è compatta, con larghezza di lavoro di 1,5 metri, robusto attacco a tre punti, protezioni laterali ammortizzate e pratico sistema a perni di regolazione della profondità.
 

La versione 1500 della seminatrice a spaglio Compagna

Rimanendo nel settore semina, DP Pronta 300, seminatrice pneumatica da sodo con limitatore in ghisa, richiede una media potenza ed è dotata di telaio fisso di 3 o 4 metri. La trasmissione elettrica con sistema Genius, garantisce la distribuzione contemporanea di semi e concime. Raggiunge la velocità operativa di 10-12 chilometri orari.
 

La seminatrice pneumatica da sodo DP Pronta 300
 
Spostandoci al trattamento delle colture, Uragano 3000, lo sprayer semovente Maschio Gaspardo, può distribuire prodotti fitosanitari su colture alte fino a 3 metri potendo scavallare le file delle colture.
La carreggiata è regolabile idraulicamente in un range da 1,70 a 3,05 metri, così come regolabili sono l'altezza della barra e della cabina di guida che arriva a 3,3 metri grazie a un sistema a paralloelogramma. La stabilità è deputata al baricentro basso.
Uragano opera attraverso 3 pompe: una centrifuga di riempimento, una di servizio e una di miscelazione continua.
Il serbatoio della versione esposta a Fieragricola contiene fino a 3 mila litri collocandosi nel mezzo tra la versione da 2 mila e quella da 4 mila.
 

Lo sprayer semovente Uragano 3000
 
Chiude la carrellata la tramoggia frontale PA1 Genius che, particolarmente compatta, offre un'equilibrata distribuzione dei carichi per una semina confortevole. Su richiesta, la macchina può essere equipaggiata di rullo gommato per scaricare il peso della tramoggia direttamente a terra.
 

Tramoggia frontale PA1 Genius

Il volume di carico è di 1.300 litri e presenta un sistema di distribuzione volumetrico per distribuire correttamente il seme e il concime. Il sistema idraulico del trattore o un impianto olio indipendente possono supportare il gruppo soffiante.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 203.193 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner