Seminare è più facile con Elektra di Sfoggia

La seminatrice elettro pneumatica punta su nuove funzionalità e tecnologia al top: verrà presentata a Eima 2014

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

elektra.jpg

Elektra di Sfoggia
Fonte foto: Sfoggia

Dopo il debutto ad Hannover, approda a Eima 2014 Elektra, la seminatrice monogerme elettro pneumatica proposta da Sfoggia Agriculture Division di Treviso.

Con Elektra è possibile impostare tutti i parametri del lavoro di semina grazie a una console posta nella cabina del trattore. Il sistema oggi si completa di nuove funzionalità che la rendono una delle  macchine più interessanti nel genere.


 
Tra le novità un kit di selezione automatica applicabile all’elemento di semina, in grado di comandare in tempo reale la posizione del selettore sulla base dei dati relativi alla qualità di deposizione del seme con conseguente riduzione delle doppie deposizioni o fallanze.

Il sistema viene gestito da un software che riceve gli impulsi inviati da una fotocellula sulla base della peculiarità del seme e della velocità di avanzamento, posizionando automaticamente il selettore coerentemente con i dati acquisiti.
La macchina, che garantisce precisione di semina fino a 15 chilometri orari, può essere equipaggiata anche con il comando di controllo vacuometro, che consente di leggere il grado della depressione nella console e produrre un allarme qualora i valori massimi e minimi preimpostati vengano superati.


 
Non mancano il sistema Isobus, la connessione satellitare per il rilascio di dosi variabili, la possibilità di seminare a distanze interfilari diverse e la funzione di Tramline automatico, cioè di chiusura delle file per facilitare le operazioni di diserbo, con possibilità di aumentare le dosi di semina nelle file laterali a quelle chiuse. Il sistema, infine, può essere impostato per seminare a file quinconce.

Tutte le funzioni sono impostabili  e controllabili direttamente dalla console touch screen posta in cabina.
Alle novità tecniche si unisce un design nuovo, con la tramoggia dal colore chiaro che assicura una trasparenza che consente il controllo del livello del seme e di concime, e da un corpetto di semina nero.

Novità anche nell’area del trapianto in larga misura degli ortaggi, dove è stata perfezionata una macchina completa di rullo frontale che si adatta più facilmente alle caratteristiche del terreno e facilita e migliora la deposizione della pianta.


 
Un magazzino plateau da 40 vassoi e le pedane antiscivolo poste ai tre lati della macchina, permettono di avere sempre una notevole scorta di piantine da depositare e un continuo riassortimento di plateau nel magazzino.
La seduta facilita i movimenti di salita e discesa accelerando le operazioni di trapianto.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.481 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner