Fieragricola, confronto costruttivo con lo steering commitee

Per preparare la 111ma edizione (Verona, 6-9 febbraio 2014) espositori e visitatori saranno al centro del dialogo grazie al comitato di indirizzo

Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

fieragricola-logo-sito.jpg

Fieragricola, la prossima edizione dal 6 al 9 febbraio 2014 a Verona

Semaforo verde dai partecipanti allo steering committee di Fieragricola. La finalità del comitato d’indirizzo, come ricordato dal direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, è quella di "consolidare una piattaforma di interscambio, valorizzando il rapporto fra l’ente fieristico e l’espositore, così come fra l’espositore e il visitatore, mettendo al centro delle politiche di Fieragricola il business".


E' stato così creato un comitato di indirizzo, che per il settore della meccanica si è insediato il 13 marzo scorso, alla presenza del direttore generale Giovanni Mantovani, del direttore commerciale, Diego Valsecchi, del brand manager Luciano Rizzi, e dei principali operatori del settore.

Un’idea ritenuta valida, in vista della 111ma edizione di Fieragricola, in programma dal 6 al 9 febbraio 2014. "Lo steering committee è un buon punto di partenza per chiedere delucidazioni a chi desidera partecipare a Fieragricola – ha dichiarato Antonio Salvaterra, responsabile marketing di Argo Tractors Spa – . È un servizio molto interessante e ambizioso per Veronafiere, attraverso il quale noi operatori siamo certi che scaturirà un’offerta ancora più elevata".

Per Marco Mazzaferri, business unit director di New Holland Agriculture, "fin dal primo appuntamento di insediamento sono stati trattati temi importanti in maniera trasparente; è un modo nuovo di approccio fieristico e credo che sia la strategia giusta".

"Un’ottima idea – ha sostenuto Paolo Marchetti, presidente dell’omonimo gruppo di Este (Pd) – e un modo per crescere attraverso un confronto costruttivo. Anche noi lo facciamo con i nostri clienti, per condividere un percorso positivo".

Luciana Breviglieri, presidente della storica azienda Breviglieri di Nogara, non ha dubbi: "Veronafiere è partita col piede giusto e attraverso questa indagine conoscitiva, svolta direttamente con le aziende, avrà grandi benefici. Molto positivo l’approccio di confronto diretto e il coinvolgimento sia delle multinazionali che delle piccole e medie imprese".

Lo steering committee per Liliana Carraro, responsabile relazioni esterne della Antonio Carraro Spa, "rappresenta un investimento per dare maggiore forza alle caratteristiche acquisite di Fieragricola, che significa tradizione, made in Italy, qualità. Tutti punti chiave per migliorare i servizi per gli utilizzatori finali e segmentare l’offerta ai clienti finali".

Con l’incontro, secondo Jean Wilmshöfer, responsabile marketing di Krone Italia, "si è avviato un colloquio interessante fra gli espositori di Fieragricola e Veronafiere, in modo da migliorare alcuni aspetti della manifestazione e aumentare il numero dei visitatori".

 



Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 195.876 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner