La “New X Generation” di McCormick

Al salone francese Sima 2013 il lancio della nuova Serie X7 con sei nuovi modelli

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

mccormick-x7-preview-sima-parigi-2013-by-cspadoni-imageline.jpg

Mc Cormick - serie X7. Anteprima mondiale a Parigi, nell'ambito della fiera internazionale SIMA, 24-28 febbraio 2013

McCormick prosegue il rinnovamento della propria gamma con il lancio di una nuova generazione di trattori che risponde alle attese del più alto livello di mercato per comfort, performance, “intelligence on board” e design.

Al Sima 2013 arrivano novità che riguardano la “New X generation” McCormick. In primo piano al salone francese la nuova Serie X7, una gamma ad elevato valore aggiunto nel segmento di mercato che si spinge fino a 215 Cv. Sei sono i modelli che appartengono alla nuova gamma: tre con motore 4 cilindri strutturale e tre con motore 6 cilindri con telaio portante. In entrambi i casi si tratta delle motorizzazioni βeta power - Fuel efficiency tier 4 interim, common rail, che coprono potenze da 143 a 212 Cv con Power plus e 40km/h a regime ridotto giri motore.

Tra le ulteriori caratteristiche della gamma, la trasmissione tipo “Pro drive” con 4 marce Powershift e 6 gamme con Autoshift delle 4 marce in tutte e 6 le gamme e cambio gamme sequenziale, impianto idraulico Load sensing a circuito chiuso con portata di 123 lt/min. comune a tutti i modelli, sollevatore posteriore a comando elettronico con capacità di sollevamento fino a 9.300kg per i modelli a 4 cilindri e per quelli a 6 cilindri.

Di serie, anche la Pto posteriore a comando elettro-idraulico con 4 velocità, mentre su richiesta sono disponibili il sollevatore e la Pto anteriori a comando elettronico con capacità di sollevamento di 3.500kg.

Ma ad elevare il livello della nuova Serie X7 è la nuova cabina “Premiere cab”, capolavoro in termini di design e di comfort. La nuova cabina della Serie X7 tocca il livello di comfort del mondo automobilistico. Di tipo a 4 montanti, è spaziosa e dotata di un’eccellente visibilità. Le portiere di nuova concezione sono provviste di cerniere rinforzate e di sistema di chiusura di tipo automotive, concetto ripreso anche dagli interni della cabina, realizzati con materiali di tipo automobilistico per massimizzare l’accoglienza dell’abitacolo, e dalla presenza di gruppi ottici a led per migliorare l’illuminazione, modularne la durata e creare un feeling contemporaneo.

A completare l’allestimento, la disposizione razionale dei comandi, il volante telescopico e reclinabile con cruscotto portastrumenti integrato, il bracciolo multifunzione con un pulsante programmabile, i comandi tergicristalli e luci al volante, il ritorno automatico delle frecce sempre disponibile, gli specchietti retrovisori elettrici e riscaldabili in opzione e il nuovo sedile secondo passeggero (“Hide away”) con sistema a scomparsa brevettato, che agevola salita e discesa dalla trattrice. Diversi poi sono gli optional disponibili, anch’essi caratteristici del settore auto: sedile conducente con schienale ventilato e riscaldato e vano portaoggetti climatizzato; mentre di serie è l’autoradio con porta usb, microfono bluetooth e quattro altoparlanti.

 

Presente a Parigi l’erede della serie T-Max: il McCormick X50, serie disponibile nei quattro modelli X50.20 X50.30 X50.40 X50.50 con potenze comprese tra gli 85 e i 113 Cv e nelle due versioni “Rps” con trasmissione ad inversore idraulico e Pto elettroidraulica e “Synchro” con trasmissione ad inversore meccanico e Pto elettroidraulica. La nuova motorizzazione viene affiancata ad un restyling complessivo della gamma, con un nuovo design del cofano, che ha anticipato il family feeling di tutte le prossime gamme di trattori McCormick.

Anche la cabina viene presentata con un nuovo face-lift interno, a vantaggio dell’ergonomia e del comfort complessivo.
I modelli “Rps” X50.20 X50.30 X50.40 sono poi caratterizzati da motori common rail tier 4 interim a gestione elettronica che, interagendo con la centralina trasmissione, consentono l’utilizzo del power plus per aumentare i cavalli a disposizione nelle attività alla PdP. Infine il sollevatore posteriore è stato equipaggiato, di serie, con cilindri supplementari maggiorati per sollevare fino a 4.750kg.
 

A rappresentare il futuro della famiglia C-Max per il mercato europeo saranno i tre modelli della Serie X50m, caratterizzati da motori tier 4 interim con potenze comprese tra 85hp e 102hp, da un inversore meccanico, con overdrive di serie (24+12) e superriduttore opzionale in aggiunta (32+16); con innesto Dt in frenata, PdP meccanica e sollevatore posteriore controllato da sistema Els, Ergonomic lift system.

La famiglia X60 si presenta con la versione X-Black: abito nero opaco, vernice di derivazione automobilistica e finiture (tra le quali i loghi su cofano e volante) laccate di rosso; completano il look i sedili in pelle di colore rosso acceso. Il modello di punta X60.50 dispone di motore elettronico con extra potenza fino a 121Cv.

Data la stagione si propone poi l’X60 verniciato di un vivo arancione, colore che si abbina perfettamente all’attività di rimozione della neve dalle strade. Il trattore, abbinato ad una pala da neve, è ideale per chi al lavoro strettamente agricolo vuole associare quello della rimozione neve dalle strade, con un’estetica professionale.



 


Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.949 persone iscritte!