Dal produttore al consumatore il passo è breve, anzi, brevissimo

Tecnologia di ultima generazione, rispetto dell'ambiente e filiera corta sono il giusto mix per avere prodotti di qualità. La storia dell'azienda agricola Bertoni Gian Paolo

Giulia Romualdi di Giulia Romualdi

frutticoltura-albero-in-fiore-rubrica-agroinnovatori-lug-2019-fonte-azienda-agricola-bertoni-gian-paolo.jpg

Il frutteto dell'azienda agricola è composto da pesco, albicocco, susino, pero, kaki e kiwi
Fonte foto: Azienda agricola Bertoni Gian Paolo

E' una lunga storia quella della famiglia Bertoni. Una storia che parte dal 1958 con qualche ettaro coltivato e continua tutt'oggi con la costituzione dell'azienda agricola Bertoni Gian Paolo a Castel Bolognese (Ra) e quasi diciannove ettari in proprietà e circa venti in affitto dedicati a vigneto, frutteto, alla coltivazione di cereali e di ortaggi misti e all'allevamento del bestiame.

E non solo. La Bertoni Gian Paolo è una vera e propria realtà multifunzionale che si è arricchita nel corso degli anni con la costruzione di una serra di circa mille metri quadrati e un punto vendita aziendale, ma che mira anche alla realizzazione di un agriturismo e al coinvolgimento delle scolaresche mediante il progetto Fattoria didattica.

"La multifunzionalità si esprime nell'attenzione e nel rispetto dell'agricoltura e dell'ambiente circostante" afferma Gian Paolo Bertoni, titolare dell'omonima azienda agricola.

Accanto alla coltivazione nel vero senso della parola, l'obiettivo dell'azienda è quello di portare direttamente al consumatore i prodotti della propria terra, e quelli dei vari produttori della zona, garantendo un attento controllo della filiera.
Altro punto di forza è che a partire dagli anni '90 l'azienda ha iniziato una vera e propria trasformazione intraprendendo la via della specializzazione, dell'ammodernamento e della tecnologia legata all'agricoltura.

Oggi si parla molto di agricoltura digitale, in azienda come siete attrezzati?
"Abbiamo cercato di portare la tecnologia in azienda installando centraline per il rilevamento dati sia di umidità del terreno, piogge, vento ecc... per poi programmare turni irrigui evitando lo spreco di acqua. Anche l'approvvigionamento energetico è molto importante e a tale proposito abbiamo installato impianti fotovoltaici per il nostro fabbisogno".

Un tema particolarmente sentito, infatti, è quello ambientale. "Nel 2010 decidiamo di installare un impianto fotovoltaico a terra da 585 KWp, una scelta importante che ha comportato grandi investimenti ma che ci ha portato finalmente a considerare le rinnovabili come utili ed indispensabili".

Fotovoltaico dell'azienda agricola Bertoni Gian Paolo
Nell'azienda hanno installato impianti fotovoltaici per il loro fabbisogno
(Fonte foto: Azienda agricola Bertoni Gian Paolo)

"Le attrezzature aziendali - continua Bertoni - sono in gran parte di ultima generazione, ciò è motivo di orgoglio e sicuramente rassicurante dal punto di vista della sicurezza e dell'operatività dei macchinari e del personale addetto. Comporta però un grande sacrificio economico che comunque poi si andrà a ripagare nel corso degli anni".

Nello specifico, dal 2004, con l'obiettivo di ridurre i costi e migliorare i profitti, in azienda hanno introdotto una irroratrice a tunnel (l'Arcobaleno) per i vigneti che permette di risparmiare il 65% del prodotto limitando i costi del 55% e la deriva di miscela verso l'ambiente del 90%, migliorando la qualità del trattamento. In seguito hanno acquistato anche una vendemmiatrice per la raccolta delle uve. "La raccolta dell'uva si fa con la vendemmiatrice. Produciamo vino di quattro vitigni: Albana, Trebbiano, Pignoletto e Sangiovese", racconta Gian Paolo.

Alcune bottiglie di vino dell'azienda agricola Bertoni Gian Paolo
In azienda producono il vino di quattro vitigni
(Fonte foto: Azienda agricola Bertoni Gian Paolo)

Qualche anno dopo, nel 2008, l'attenzione si è spostata anche al frutteto composto da pesco, albicocco, susino, pero, kaki e kiwi e al desiderio di realizzare marmellate e succhi di frutta.
Hanno acquistato una calibratrice a tre canali per la selezione della frutta e hanno istallato due celle frigorifere.

I succhi di frutta li realizzate direttamente in azienda?
"I succhi di frutta vengono realizzati selezionando i frutti più maturi e saporiti. Questi vengono dati ad un laboratorio autorizzato che li lavora e ci riconsegna i succhi già imbottigliati".

"Tutte le nostre produzioni sono certificate Globalgap e Grasp e seguono il Disciplinare di produzione integrato della Regione Emilia Romagna con iscrizione al marchio Sqnpi" precisa il titolare dell'azienda.

Ma alla famiglia Bertoni piace pensare (e fare le cose) in grande. Così, a partire dal 2017 decidono di scommettere anche sugli ortaggi.

La scelta sta ripagando?
"La decisione di coltivare ortaggi è stata una buona scelta, non tanto dal punto di vista economico quanto dal fatto di ampliamento della gamma di prodotti da fornire ai nostri clienti e aprire nuove conoscenze".


Dal 2017 in azienda coltivano anche ortaggi
(Fonte foto: Azienda agricola Bertoni Gian Paolo)

Dal canto suo questa decisione ha portato anche alla realizzazione di un altro progetto: una serra. Quest'ultima "ci permette di anticipare in primavera e ritardare in autunno le produzioni, ampliando il periodo di fornitura dei prodotti".

Quali sono le colture coltivate in serra?
"In serra coltiviamo quasi tutti gli ortaggi: insalate, radicchi, pomodori, zucchine, cetrioli, melanzane, peperoni, ecc…".

Tra miele, uova, formaggi, pasta e vino, sono numerosi i prodotti che vendete. Sono tutti di vostra produzione o vi affidate anche a produttori della zona?
"Ad esclusione del vino di nostra produzione abbiamo tanti prodotti forniti da nostri partner che sono produttori agricoli della vallata del Senio. Per esempio, i formaggi dell'azienda agricola Scania Settefonti, il miele dell'azienda agricola Rondinini, le uova dell'azienda agricola Ricciardelli, i salumi di Cà ad Là, le birre artigianali del birrificio Valsenio e la pasta della casa di Casa Novella. Tutti produttori come noi".

Veri e propri prodotti a chilometro zero perché si possono acquistare direttamente in azienda. Sì, perché l'idea di Gian Paolo era quella di dar vita ad un luogo dove poter condividere e comunicare il mondo dell'agricoltura, della fatica, ma anche la soddisfazione di lavorare a stretto contatto con la natura. E l'idea ha preso vita qualche mese fa con la creazione della Bottega Bertoni, un luogo dove il produttore arriva direttamente al consumatore.

"Abbiamo realizzato un piccolo emporio di prodotti agricoli della vallata cercando di valorizzare al meglio la nostra produzione e quella dei nostri partner. La nostra idea - precisa Bertoni - è stata quella di creare un piccolo store di frutta verdura e prodotti agricoli dove i clienti possano trovare sempre la freschezza del quotidiano unita al gusto del buono".

Quali sono i vostri principali clienti?
"Al momento sono i turisti della vallata del Senio e gli abitanti del territorio che prediligono il rapporto diretto fra produttore e consumatore".

Ma il meglio deve ancora venire perché Gian Paolo ha in cantiere altri numerosi progetti. In primis vorrebbe realizzare un piccolo agriturismo dove "offrire momenti di relax lontano dal caos quotidiano, dai tempi, dalle scadenze, da tutto ciò che durante la settimana rende la nostra vita logorante ed opprimente. Un posto capace di ristabilire l'equilibrio interiore di ognuno dove la natura, con i suoi profumi e i suoi silenzi, potrà avere il sopravvento".

E in secondo luogo, grazie al progetto Fattoria didattica, "vorremmo portare le scolaresche in campagna. A conclusione di questa stagione proviamo a pianificare i progetti futuri".

 
Racconti, esperienze e realtà di chi, nella propria azienda agricola, ha riscoperto la tradizione unendola all'innovazione.
Leggi tutte le altre testimonianze nella rubrica AgroInnovatori: le loro storie

 


Azienda agricola Bertoni Gian Paolo
Via Casolana, 2195
48014 Castel Bolognese (Ra)
Cel: 393 2237343
E-mail: bertoni.gianpaolo@gmail.com

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 201.710 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner