Settori che vanno alla grande, anzi, alla grandissima

Il settore del fresh cut italiano vale oltre un miliardo di euro, con crescite annuali da brivido

Duccio Caccioni di Duccio Caccioni

insalate-vaschette-quarta-gamma-by-vicuschka-fotolia-750.jpeg

La quarta gamma in Italia ha fatto passi da gigante arrivando a un fatturato da brivido: siamo ben oltre il miliardo di euro
Fonte foto: © VICUSCHKA - Fotolia

Ci sono settori che vanno alla grande, anzi alla grandissima. Parliamo di agroalimentare. Parliamo dell'ortofrutta della così detta "quarta gamma": prodotti già tagliati e confezionati, quelli che gli anglosassoni chiamano fresh cut.

Un settore che in Italia ha fatto passi da gigante arrivando a un fatturato da brivido: siamo ben oltre il miliardo di euro.
Solo nella Gdo le vendite sono pari a 918 milioni di euro.

Poi dobbiamo aggiungere i canali tradizionali e l'Horeca (ristorazione e catering) senza dimenticare che nel nostro paese si producono anche tanti ortaggi che vengono poi esportati per venire trasformati in altri paesi. In tutto noi stimiamo 1,2-1,3 miliardi di euro, mica pizza e fichi.

Una recente ricerca di Nomisma su dati Nielsen ha evidenziato che, in un'annata non certo brillante per la distribuzione al dettaglio, la crescita del settore delle insalate in busta è stata a valore dell'8% (marzo 2018 su marzo 2019); per la frutta si arriva alla strabiliante crescita del 34%.
Non ci sono settori che hanno fatto meglio.

In Italia sono 20 milioni le famiglie che hanno consumato insalate già tagliate nell'ultimo anno (il 77% del totale) di cui oltre la metà sono consumatori assidui o regolari. Il settore del Fresh Cut italiano ha saputo intercettare un bisogno del consumatore, ha saputo innovare (pensiamo solo alle zuppe pronte fresche), ha saputo produrre alta qualità (anche e soprattutto dal punto di vista igienico-sanitario).
Ma non è un settore ancora "maturo": può ancora crescere.
Pensiamo per esempio alla frutta (la penetrazione nelle famiglie è ancora al 30% sul totale).

E poi pensiamo alla valorizzazione dei territori: perché non immaginare che, alla stregua del vino, non possano portare un messaggio territoriale, un'emozione, anche altri prodotti?

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: agroalimentare ortofrutta import/export mercati quarta gamma

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 185.651 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner