Cra, al via la formazione degli insegnanti per “Frutta nelle scuole”

Si è tenuto ieri al Mipaaf il primo dei 22 incontri previsti. Ida Marandola: "L’educazione alimentare è un tema che deve vederci tutti coinvolti in prima linea per la salute dei nostri figli"

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

frutta-ortofrutta-by-africa-studio-fotolia-750.jpg

Si è svolto ieri il primo dei 22 incontri frontali previsti su tutto il territorio nazionale
Fonte foto: © Africa Studio - Fotolia

E’ ormai sempre più dimostrato che è tra i banchi di scuola che si possono apprendere le basi di una sana alimentazione. Ed è proprio per questo che, nell’ambito delle attività collegate al Programma europeo “Frutta nelle scuole”, il ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ha incaricato il Cra (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) con il suo Centro per la nutrizione, di realizzare, con specifici fondi ministeriali, azioni di formazione rivolte agli insegnanti delle scuole primarie aderenti al Programma.

Ieri, a Roma, nella sala Cavour del Mipaaf, si è svolto il primo dei 22 incontri frontali previsti su tutto il territorio nazionale.
L’obiettivo è quello di aiutarli a raggiungere le finalità di "Frutta nelle scuole": promuovere l’assaggio e l’accettazione della frutta da parte dei loro alunni. E , a tal fine, i ricercatori del Cra Nut mettono a loro disposizione ulteriori strumenti e conoscenze scientifiche.
Ecco le tematiche affrontate negli incontri: conoscere gli alimenti anche come fonte di piacere sensoriale; educare al gusto; comprendere il legame tra alimentazione, stile di vita attivo e stato di salute; interiorizzare il concetto di “peso sano”; acquisire il concetto dell’importanza dell’attività motoria.
Per chi non potesse seguire la formazione frontale sarà possibile usufruire degli stessi moduli via e-learning, con modalità che saranno comunicate successivamente.

Nell’anno di Expo, il più importante ente italiano di ricerca nell’agroalimentare – afferma il direttore generale Ida Marandola – dà il suo significativo contributo, attraverso le conoscenze dei suoi ricercatori, all’educazione alimentare, un tema che, non solo come Istituzioni, ma anche come cittadini e genitori deve vederci tutti coinvolti in prima linea per la salute dei nostri figli”.

Tutte le notizie, gli aggiornamenti, nonché le modalità inerenti entrambe le attività di  formazione saranno comunicate anche sul sito di frutta nelle scuole  (www.fruttanellescuole.gov.it), sulla pagina fb dedicata (www.facebook.com/www.fruttanellescuole.it) e sul sito www.entecra.it (alla voce corsi e convegni).

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 243.933 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner