'Giardini moderni e frutti antichi', un convegno tra tradizione e innovazione

20 settembre 2008, Salvaterra (Re): l'iniziativa è organizzata dal Vivaio Maioli Piante per il suo 80° traguardo

Questo articolo è stato pubblicato oltre 12 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Maioli-convegno-giardini-moderni.jpg

Il Vivaio Maioli Piante ha organizzato il convegno dal titolo 'Giardini moderni e frutti antichi - Tradizione e innovazione: una combinazione possibile' che si terrà nella giornata di sabato 20 settembre 2008 alle ore 15.00 presso la sede del vivaio stesso a Salvaterra (Re), in via Castello, 5.

Questo è il programma dell'incontro:
• ore 15.00 - 'Paesaggi sostenibili: utilitas, seduzione e armonia del verde storico reggiano' - Mauro Chiesi (Paesaggista, Perito agrario libero professionista)
• ore 15.30 - 'Per una corretta difesa delle piante' - Dott. Agr. Anselmo Montermini (Direttore Consorzio Fitosanitario di Reggio Emilia e Modena
• ore 16.00 - 'Il giardino dei sapori: il frutteto nella progettazione del giardino' - Arch. paesaggista Ines Romitti (Esperta di progettazione del paesaggio, socia Aiapp)
• ore 16.30 - 'La nascita della frutticoltura' - Prof. Giuseppe Barbera (Ordinario di colture arboree presso l'Università di Palermo, autore di 'Tuttifrutti' Premio Grinzane Giardini Botanici Hanbury 2007)
• ore 17.00 - 'Degustazione guidata di frutti antichi abbinati a formaggi' - Prof. Mirco Marconi (Fiduciario Slow Food Condotta di Reggio Emilia, docente Master of Food)
• ore 17.30 - 'Il recupero dei frutti antichi: la collezione di Maioli Enzo' - Enzo Maioli (Produttore di frutti e viti di varietà antiche)
• ore 18.00 - 'Concimazione e difesa dei frutti antichi con prodotti naturali' - Luigi Pellegrini (Perito agrario erborista)
• ore 18.30 - 'Frutti antichi: sapori per la dispensa' - Arch. Gottardo Bonacini (Autore insieme a Cristina Bay de 'Il giardino goloso' premio Grinzane Giardini botanici Hanbury 2008)

 

Il convegno si inserisce nell'ampio programma di manifestazioni che si svolgeranno il 20 e 21 settembre per festeggiare l'ottantesimo traguardo del Vivaio Maioli Piante, che in queste due giornate si trasformerà in una vera e propria  "città delle piante e dei frutti", con esperti, convegni, visite guidate al vivaio, musica, gastronomia, arte, animazioni e spazio bimbi. Due saranno le anime dell’evento: da un lato il verde, i giardini, la cura delle piante; dall’altro i frutti antichi, vero fiore all’occhiello della Maioli Piante. Quella dei frutti antichi è infatti una passione che va avanti di generazione in generazione dal 1928, anno di fondazione del vivaio a opera di Mario Maioli; oggi, grazie all'impegno costante del signor Enzo Maioli, il vivaio ha uno dei più vasti assortimenti in Italia. Numerose sono infatti le mostre e le manifestazioni in cui l’azienda propone con successo i suoi prodotti, tra cui il prestigioso salone internazionale Flormart Miflor di Padova.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 242.287 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner