L'Europa chiama e BCS è pronta!

Dal primo gennaio 2018 tutti i mezzi agricoli dovranno essere conformi alle normative europee contenute nella Mother Regulation. L'azienda di Abbiategrasso non si fa trovare impreparata

Info aziende
bcs-produzione-trattori-mr-2017-jpg.jpg

I trattori BCS sono omologati in Mother Regulation
Fonte foto: Bcs Group

Il Gruppo BCS è pronto per affrontare una nuova sfida. Terminata la finestra di due anni utile all'adeguamento delle macchine, dal 1° gennaio 2018 è entrato ufficialmente in vigore il Regolamento n. 167/2013 CEE o Mother Regulation.

Tutti i nuovi trattori agricoli dovranno quindi essere conformi alla normativa europea che ha come principale obiettivo quello di migliorare la sicurezza dell'operatore.
 

Nuovo anno... molti upgrade

Come ha affermato Carlo Cislaghi, direttore marketing di BCS, "il brand in questi anni ha lavorato senza sosta per stare al passo con i tempi e adeguare le gamme di trattrici agli importanti cambiamenti in essere a partire dal mese di gennaio".

"Contestualmente alla Mother Regulation - ha proseguito Cislaghi - sono stati effettuati diversi miglioramenti a livello di prestazioniqualità del prodotto e comfort operativo. E' stata inoltre implementata l'elettronica per la gestione dell'innesto della pto e della sensibilità della frizione del cambio".

Le altre novità per i trattori della casa costruttrice in regime Mother Regulation, riguardano il miglioramento del sensore "uomo a bordo", dell'impianto elettrico e dell'impianto frenante, l'evoluzione del freno di stazionamento automatico Brake-off e l'introduzione di sedili ancora più confortevoli.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.917 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner