Ideal a Enovitis in campo 2016

Drop Save e Bora i due modelli di punta pensati per il vigneto e scelti dalla casa costruttrice per l'evento in campo del prossimo 17 e 18 giugno in provincia di Bari

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

dropsave-ideal-enovitis-in-campo-2016.jpg

Dro Save di Ideal
Fonte foto: Ideal

Prossima a festeggiare i 70 anni di attività, Ideal, azienda padovana specializzata nella progettazione e costruzione di macchine e attrezzature per la protezione delle colture agricole, sarà presente all'edizione 2016 di Enovitis in campo che si aprirà venerdì 17 giugno presso l'azienda vitivinicola Torrevento in provincia di Bari.

Per l'occasione, Ideal ha selezionato alcune tra le migliori soluzioni innovative, scegliendo tra una ventina circa di modelli di atomizzatori e nebulizzatori specifici per i trattamenti in vigneti.

Nebulizzare con efficienza
Il nebulizzatore di punta Drop Save, disponibile nelle versioni trainate con cisterne da 1000 litri per filari da 2 a 3 metri e da 2000 litri per filari da 2,3 a 3,5 metri, lavorando in basso volume e grazie a uno specifico sistema brevettato, recupera fino al 50 per cento del liquido nebulizzato con conseguenti benefici economici e ambientali. 
 

 
Durante l’erogazione, il liquido che non si deposita sulla vegetazione e che andrebbe perso, colpisce il pannello opposto. Una barriera frangiflutto, dotata di condensatore statico, provvede a far precipitare il liquido in eccesso sul fondo da dove viene rimesso in circuito da aspiratori Ideal e inviato a una cisterna di dissipazione posta sopra al serbatoio principale.
Questo sistema evita la messa in pressione del serbatoio principale rendendo possibile il deflusso del liquido non sottoposto a pressione con ripescaggio e rinvio agli erogatori. 

Perfetto anche in collina
Indicato per il trattamento di vigneti a spalliera di medie dimensioni, il nebulizzatore pneumatico Bora, adatto a lavorare anche in collina, dispone di cisterna trainata da un timone snodato che permette un raggio di sterzata di quasi 90°, cui si aggiunge il gruppo ventilatore portato ai tre punti del trattore al fine di ottimizzare la trasmissione cardanica.
 

 
A seconda dell’equipaggiamento montato può trattare una o due file contemporaneamente, grazie ad apposite barre regolate idraulicamente e/o manualmente per meglio adattarsi alle diverse caratteristiche delle coltivazioni.
Bora è disponibile nelle versioni trainate con cisterne da 800 e 1000 litri.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.934 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner