John Deere: agricoltura e informatica ora parlano la stessa lingua

Con FarmSight la casa del cervo permette ai propri clienti di connettersi e "dialogare" con macchine e operatori, in modo da incrementare le prestazioni e ridurre i costi di esercizio

Contenuto promosso da John Deere & Company, John Deere Italiana
Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

john-deere-farmsight-02-750.jpg

Con Farmight, John Deere si propone di offrire ai suoi clienti la connettività perfetta
Fonte foto: John Deere

Nell'agricoltura moderna la competitività delle aziende passa anche attraverso l'ottimizzazione di tempi e risorse consentita dal sempre più stretto "dialogo" virtuale tra macchine, operatori e campi.

In questo settore John Deere propone il suo "John Deere Farmsight", una vera e propria strategia di soluzioni che punta a offrire ad agricoltori e contoterzisti una connettività perfetta, che consenta l'aumento della disponibilità delle attrezzature, l'incremento delle prestazioni e la riduzione dei costi di esercizio, a tutto vantaggio dei margini operativi. 


Connessione macchine
Connettendosi attraverso la rete cellulare alle soluzioni telematiche John Deere FarmSight, i clienti possono migliorare le prestazioni complessive della loro attività.

Quelli che nel 2016 acquisteranno il "pacchetto connettività" insieme ad un trattore o a una mietitrebbia, saranno connessi al concessionario John Deere locale che garantirà l'assistenza, connessi ai satelliti con AutoTrac per beneficiare del sistema di guida automatica e connessi alle attrezzature con "Tractor Implement Automation", per ottimizzare le prestazioni della macchina e il comfort dell'operatore.

Oltre a mettere a disposizione i dati sulle prestazioni della macchina a scopo di analisi e ottimizzazione, a inviare avvisi e a consentire la geolocalizzazione e il monitoraggio del parco macchine, JDLink fornirà anche dati relativi alle attrezzature Isobus in movimento, riducendo il rischio di errori nell'esecuzione delle applicazioni. Con il consenso del cliente, i concessionari John Deere possono connettersi a distanza con le loro macchine per aggiornare i software, accedere ai codici di diagnosi ed eseguire la risoluzione dei problemi.

Con il John Deere Remote Display Access (Rda) e il centro operativo, i manager delle aziende agricole, gli operatori esperti, il concessionario John Deere locale o perfino i produttori di attrezzature possono fornire supporto a distanza all'operatore per ottimizzare la configurazione della macchina e/o dell'attrezzatura, e rispondere a eventuali domande.

Il Wireless Data Transfer (Wdt) è una soluzione integrata all'avanguardia che consente lo scambio bidirezionale dei file di configurazione, delle mappe prescrittive e della documentazione tra l'ufficio e la macchina sul campo. Il Mobile Data Transfer (Mdt) presenta funzioni chiave analoghe allo Wdt, ma si rivolge principalmente alle macchine John Deere e alle attrezzature di altre marche non abilitate alla raccolta dei dati CAN con il sistema telematico JDLink.



Connessione operatori
John Deere ha sviluppato un nuovo strumento di gestione integrato nel centro operativo, che aiuta contoterzisti e agricoltori a organizzare ed eseguire i vari lavori in modo ordinato e senza usare carta.
In qualità di manager, è possibile accedere alla funzione da personal computer, oppure utilizzando l'apposita app per tablet e smartphone disponibile a breve. Gli operatori delle macchine avranno una propria versione dell'app "MyJobs", progettata appositamente per rispondere alle loro esigenze.
Lo strumento di gestione facilita l'organizzazione del lavoro e delle priorità, così come la registrazione dei dati, la fatturazione e il reporting.
 


Connessione campi
Il centro operativo, punto nodale di tutto il sistema di connettività, si è arricchito nell'ultimo anno di diverse funzioni innovative.

Macchine e aree operative possono essere connessi, monitorati e controllati in tempo reale a prescindere da dimensioni, numero o posizione. Un calendario della cronologia delle posizioni consente di controllare agevolmente dove hanno lavorato le macchine negli ultimi 60 giorni.

Il cuore del centro operativo è una mappa elettronica del campo. Con un nuovo strumento di configurazione, si possono pre-compilare parametri importanti per assicurare una documentazione senza errori. I file di configurazione possono essere inviati via wireless alla macchina oppure caricati in modo tradizionale con una chiavetta usb.

Una volta caricati i dati di documentazione, l'uso di più colori indica l'ultima operazione effettuata su un campo specifico. Il centro operativo fornisce inoltre una cronologia elettronica del raccolto con la mappatura della resa e delle applicazioni, e questo non solo per i dati di documentazione registrati nei display GreenStar 2600 e 2630 John Deere, ma anche per i dati provenienti da display di altri marchi.

Se il cliente desidera trasmettere informazioni agronomiche a un partner, è possibile condividere i confini del campo online con un contoterzista o determinate mappe con un agronomo. Una volta stabiliti i diritti ed i livelli di accesso da parte del cliente, i dati possono essere facilmente condivisi attraverso il centro operativo.

Elemento fondamentale del sistema John Deere è la sua "apertura", che consente l'inserimento dei dati nel centro operativo da parte di elementi esterni, quali produttori di macchine, fertilizzanti, attrezzature e via di seguito. L'unico requisito è rispettare standard e livelli di integrità condivisi.

"Con John Deere FarmSight, agricoltura e informatica parlano finalmente la stessa lingua e questo sarà d'ora in avanti un elemento chiave della nostra strategia di risposta alle esigenze di coltivatori e contoterzisti - ha dichiarato Chris Wigger, John Deere vice president, sales e marketing regione 2 - I nostri clienti lavorano su campi geograficamente sempre più distribuiti, gestiscono flotte sempre più grandi e cambiano spesso operatori e, come se non bastasse, devono conformarsi a un numero crescente di normative sempre più complesse.
I nostri tre nuovi pacchetti consentono ai clienti di collegarsi alle loro macchine, di dialogare con i loro operatori e di gestire il lavoro sui campi in un modo altamente integrato e innovativo
".
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.628 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner