Same Deutz-Fahr cresce in Cina

Inaugurati due nuovi stabilimenti per un investimento di 40 milioni di euro. Con capacità annua produttiva di 30 mila trattori, serviranno prevalentemente il mercato cinese

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

linshu-plant.jpg

Stabilimento Same Deutz-Fahr di Linshu, Cina
Fonte foto: Same Deutz-Fahr

Inaugurati in Cina, attraverso la Changlin Deutz-Fahr - joint venture paritetica con il gruppo cinese Changlin, due nuovi stabilimenti produttivi per un investimento di 40 milioni di euro. La joint venture, costituita nel 2011, impiega 350 addetti.

Il nuovo stabilimento di Linshu che si sviluppa su una superficie totale di 200mila metri quadrati di cui 40mila coperti, è destinato alla produzione di un’ampia gamma di trattori con potenze da 25 a 170 cavalli.

La seconda struttura di Suihua, con 6mila metri quadrati coperti, è dedicata all’assemblaggio e alla distribuzione di trattori d’alta potenza con specifiche tecniche e prestazioni allineate al mercato europeo, destinati all’impiego nelle aree agricole della provincia cinese del Heilongjiang.

"L'inaugurazione dei nuovi stabilimenti in Cina - ha commentato Lodovico Bussolati, amministratore delegato Same Deutz-Fahr - è frutto della proficua collaborazione con Changlin e rappresenta un’importante tappa nel processo di internazionalizzazione di Same Deutz-Fahr consentendo inoltre ulteriori opportunità di sviluppo sul mercato locale".

In concomitanza, è stato presentato il primo modello sviluppato dalla joint venture; il nuovo trattore con motorizzazione da 140 a 170 cavalli, progettato e prodotto in Cina e di prossima introduzione, da settembre 2014, sul mercato locale.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.965 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner