Dalla semente al biscotto

Agronotizie ha intervistato Fabio Manara, del Gruppo Manara, partner di Syngenta nel Progetto BisQItaly, ideato per realizzare una filiera italiana di grani biscottieri di qualità

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Syngenta Italia.

manara-fabio-bisquitaly.jpg

Fabio Manara del Gruppo Manara di Verona

Fra i partner del Progetto Syngenta noto come BisQItaly vi è anche il Gruppo Manara di Verona. Agronotizie ha intervistato Fabio Manara al fine di interpretare il valore aggiunto di questo progetto per come esso è percepito da un partner sementiero d'eccellenza.

Per una realtà aziendale come Gruppo Manara, qual è il valore aggiunto apportato da un progetto come BisQItaly?

"Un progetto di questo tipo è il futuro di un'azienda agricola. Noi, come Gruppo Manara, siamo stati scelti da Syngenta per partecipare a questo progetto, perciò il valore aggiunto sta proprio nella qualifica che ci viene riconosciuta attraverso questa scelta. Il Gruppo Manara, infatti, possiede i mezzi e le conoscenze agronomiche necessarie, e questi mezzi e conoscenze rappresentano a loro volta un valore aggiunto per il progetto stesso".

Dal punto di vista genetico quali pensa che siano i punti di forza di una varietà come SY Alteo, anche da un punto di vista dei mulini e dell'industria di trasformazione?

"Dal punto di vista agronomico e genetico, si tratta di una varietà sana che dà ottime performance produttive, mentre dal punto di vista industriale il suo punto di forza si traduce in un profilo molitorio che va incontro alle esigenze che ha l'industria in questo momento. E' proprio unendo queste due importanti caratteristiche che si ottiene un'ottima varietà, valida sotto tutti gli aspetti".

Syngenta offre anche una gamma di concianti per i cereali. Possono questi prodotti fare la differenza, sia dal punto di vista produttivo sia della qualità finale dei raccolti, anche in termine di sanità della granella?

"Sicuramente i prodotti concianti di Syngenta danno un'ottima copertura del seme e garantiscono la protezione e la sanità della granella. Comunque per avere una certezza è necessario applicare la concia chimica durante la fase vegetativa della granella".

Oltre a poter contare su una buona genetica è importante anche l'approccio agronomico alla coltura. Qual è la sua opinione circa i protocolli di coltivazione proposti da Syngenta?

"I protocolli Syngenta assicurano un'ottima difesa della pianta, al fine di ottenere un'ottima produzione e una granella sana".

Quali sono quindi le ragioni principali per le quali ha scelto di partecipare a un progetto come BisQItaly?

"Il Gruppo Manara crede molto in questo progetto, a cui contribuisce mettendo a disposizione le proprie conoscenze agronomiche, il know-how e la tecnologia di ultima generazione dei propri mezzi. Siamo infatti convinti che, come in una buona catena è importante ogni singolo anello, l'unione delle forze di tutti gli attori di questo progetto porteranno alla creazione di un prodotto italiano di alta qualità".