Viticoltura: giovedì il 10° Forum fitoiatrico interregionale Condifesa Tv

Quest'anno sono 16 le multinazionali che si confronteranno all'appuntamento organizzato dal Consorzio di difesa trevigiano il prossimo 18 febbraio nell’Aula Magna dell’Università di Agraria a Conegliano (Tv)

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, le trovi nella sezione News Partner.

vite-vigneto-vitivinicoltura-by-m-rosenwirth-fotolia-750.jpeg

Conegliano (Tv), 18 febbraio, ore 9.00
Fonte foto: © M.Rosenwirth - Fotolia

Torna l'appuntamento con il decimo Forum fitoiatrico promosso dal Consorzio di difesa trevigiano, Condifesa Tv. Il Forum, che interesserà tutto il Nordest d’Italia, avrà luogo nella mattinata (inizio ore 9.00) di giovedì 18 febbraio nell’Aula Magna dell’Università di Agraria sede di Conegliano (Tv) (dietro la Scuola Enologica, in via Dalmasso 1).

E’ un’occasione per permettere ai viticoltori e a quanti operano nel settore – spiega Valerio Nadal, presidente Condifesa Tv – di aggiornarsi sulle reali caratteristiche funzionali, lo spettro d’azione e l’impiego ottimale di tali prodotti nella difesa fitosanitaria dei vigneti, mantenendo però sempre un occhio vigile al rispetto della salute umana e dell’ambiente. L’incontro metterà infatti a confronto, anche quest’anno, ben 16 multinazionali produttrici di agrofarmaci (diverse con proposte inerenti a sostanze ad azione naturale: biostimolanti), le quali (Adama, BASF, Bayer, Belchim, Biogard, Dow, DuPont, Gowan, Kalos, Nufarm, Scam, Sipcam, Sumitomo, Suterra, Syngenta, Upl Italia), avranno a disposizione 10 minuti (cronometrati) per esporre le novità e il posizionamento  dei loro prodotti nella linea di difesa viticola nell’annata 2016”.

Non c’è dubbio che in ambito viticolo sia sempre più forte l’attenzione per la salubrità ambientale e per la salute umana, legato all’utilizzo di prodotti chimici. Non solo, una visione sempre più imprenditoriale nelle anche nelle piccole imprese agricole sta giustamente valutando come un costo economico l’uso ingiustificato di trattamenti. “Mettere in concorrenza le grandi multinazionali - prosegue Nadal - attraverso questo appuntamento di rilievo per la viticoltura, ci ha permesso di spingere le imprese a proporre qualità e innovazione nei prodotti, sempre a minor impatto”.

 L’incontro, organizzato e coordinato dal tecnico Condifesa Treviso Fiorello Terzariol, vedrà l’introduzione dei lavori da parte di Gabriele Zecchin del Settore fitosanitario della Regione Veneto e come moderatore Michele Borgo, presidente della Commissione viticoltura dell’Oiv, Organizzazione internazionale della vite e del vino.