Pride 200 SC, impeccabile contro eriofidi e acari

Da SariafGowan, una soluzione al problema dell'Eriofide rugginoso del pero, anche sulle varietà più sensibili

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Gowan Italia.

pride-200-sc-sariaf-gowan-acaricida-eriofidi.jpg

Il 31 dicembre 2007 è scaduto il termine per l'impiego di quelle sostanze attive non notificate, o non incluse nell'allegato 1 della Dir. 91/414/CE, ma temporaneamente consentite in alcuni Paesi perchè essenziali strumenti di difesa contro specifici parassiti (i cosiddetti 'usi essenziali').

Tra le sostanze attive appartenenti a questo nutrito gruppo era presente il Bromopropilato, (formulato commerciale Neoron 25), acaricida di riferimento per la lotta contro l'Eriofide rugginoso del pero (Epytrimerus pyri) sulle varietà più sensibili (William, W. Rosso, S. Maria, Morettini, Decana, Passa Crassana ecc.), che a partire da questa campagna non potrà essere più annoverato tra le possibili soluzioni contro questo temibile parassita.

SariafGowan dispone nel proprio catalogo di una valida alternativa per una soddisfacente soluzione di tale problematica: Pride 200 SC.

Pride 200 SC, a base di Fenazaquin 200 g/l (sostanza attiva originale Gowan), è specificamente registrato su Pero per il controllo dell'Eriofide rugginoso, si impiega nella fase fenologica di caduta petali (la stessa in cui era utilizzato il Bromopropilato) ed è inserito nei Disciplinari di produzione integrata. Numerose prove di campo effettuate negli ultimi anni hanno inequivocabilmente dimostrato che l'efficacia di Pride 200 SC è sicuramente paragonabile allo standard fino ad ora impiegato.

L'elevata attività contro la famiglia degli acari Eriofidi rende il formulato molto adatto ad essere impiegato anche per il controllo dell'Eriofide dell' Acariosi (Calepitrimerus vitis), che colpisce la vite.

Oltre a questi utilizzi mirati, Pride 200 SC è leader tra gli acaricidi ad azione larvicida e adulticida che attaccano le principali colture frutticole (pomacee, drupacee, agrumi, vite) orticole (cucurbitacce, solanacee) e la fragola contro il ragnetto rosso, giallo e il ragnetto bimaculato (Tetranychus urticae). Sulle forme mobili dell'acaro possiede un corposo effetto abbattente ed un'elevata persistenza di azione, pur mantenendo selettività alta e costante verso i principali insetti utili, api comprese.

Fonte: SariafGowan