Agritechnica 2017, è di scena il digitale

Vetrina d'eccellenza per la meccanica agricola, Hannover sarà quest'anno testimone del passaggio verso l'agricoltura del domani

Michela Lugli di Michela Lugli

big-data-droni-tecnologia-by-jag-cz-fotolia-750.jpeg

Agritechnica 2017, focus sull'agricoltura digitale
Fonte foto: © Jag_cz - Fotolia

In moto ormai da mesi, la macchina organizzativa di Agritechnica 2017 ha messo a punto un'edizione orientata all'avanguardia tecnologica, chiave di volta nel processo di sviluppo dell'agricoltura del futuro.

Vetrina mondiale della meccanica agricola, Agritechnica è in programma dal 12 al 18 novembre 2017 presso il polo fieristico di Hannover, con oltre 2.800 aziende espositrici provenienti da 53 diversi paesi.
 

Macchine agricole: mercato in ripresa

In occasione della tradizionale conferenza che illustra in anteprima alla stampa specializzata le novità in mostra ad Agritechnica, Bernd Scherer, managing director dell'associazione dei costruttori di macchine agricole Vdma, ha posto l'accento sulla situazione di mercato all'interno della quale si inserisce quest'anno l'evento fieristico e che - stando ai dati diffusi dal Cema - offre buone ragioni all'ottimismo, pur cauto, che anima i costruttori europei di macchine agricole.

"Gli imprenditori agricoli europei - ha confermato in conferenza Reinhard Grandke, managing director di DLG - stanno uscendo dalla fase di crisi durata fino al 2016. Sulla base di quanto rilevato dal DLG-Trendmonitor relativo alla situazione europea per l'autunno 2017 - i dati riguardano agricoltori tedeschi, francesi, inglesi e per la prima volta russi e dei Paesi Baschi, Ndr - assistiamo ad un trend positivo che riguarda sia il business sia la propensione all'investimento". 

Fattore alla base della ripresa individuato tra gli altri dagli esperti, l'efficienza garantita dalle moderne e digitalizzate macchine agricole.
 

Digital Farming: la nuova era

"Le macchine e le apparecchiature digitali - ha sottolineato nella conferenza pre-fiera Hans W. Griepentrog, direttore del Process engineering in plant protection dell'università di Hohenheim di Stoccarda - sono già da tempo una realtà nel sistema agricolo.
Ne sono un esempio i sistemi di guida automatica, la gestione a rateo variabile degli input di lavorazione, l'analisi e la gestione delle rese in fase di trebbiatura. Ma
- ha proseguito l'esperto - l'agricoltura digitale interconnette sistemi interni ed esterni all'azienda andando ben oltre".
 
Agricoltura grado di precisione dell'agricoltura tradizionale VS precision farming VS smart farming VS digital farming
Raffronto tra i sistemi di gestione tradizionale, precision farming, smart farming e digital farming

Come precisato da Griepentrog, si sono ottenuti importanti risultati dalla precision farming e dalla smart farming che hanno ampliato l'approccio di precisione introducendo tecnologie real time di sensori e di raccolta dati per supportare i processi decisionali. Ora ci troviamo nella fase iniziale dello sviluppo dell'agricoltura digitale e assistiamo all'introduzione di componenti che generano una comunicazione macchina-macchina (M2M o IoT), cloud computing e tecnologie big data.
Il potenziale di queste emergenti tecnologie permette l'ottimizzazione della produzione agricola attraverso la gestione e il matching virtuoso dei dati generati da sistemi già in uso, ma anche offrendo un sistema di analisi globale esteso all'intera azienda agricola.
L'uso di big data permette poi lo scambio di informazioni ed esperienze tra agricoltori di una stessa area geografica.

"Un grosso contributo alla gestione dell'attività agricola - sottolinea Griepentrog - che però aumenta necessariamente il bisogno di gestione e protezione dei dati aziendali.
Ma - ammonisce l'esperto - non dimentichiamoci che l'agricoltura non è una fabbrica ed è influenzata da fattori spesso imprevedibili o non controllabili come il clima. Proprio per questo il ruolo dell'agricoltore, dell'agronomo e dei tecnici rimane insostituibile".
 

Agritechnica 2017: al passo con il futuro

Sotto il claim "Green Future - Smart Technology", Agritechnica 2017 offre un'anteprima sulle ultime e più avanzate tecnologie destinate al comparto agricolo tra cui oltre 320 progetti iscritti al concorso Innovation Award, ma anche droni, robot e prototipi. 

Forte di un concept chiaro e fruibile degli spazi organizzati per settori, "la prossima edizione, ulteriormente ottimizzata, presenta alcune novità - ha spiegato in conferenza stampa Marie Servais, project manager Agritechnica per DLG - quali ad esempio una nuova area nel padiglione 21, l'ampliamento dello spazio destinato alla precision farming e ai software e un'area System and Components maggiorata e dislocata nei padiglioni 15, 16, 17 e 18".
 

System & Components, il tramite della connessione

Alla terza edizione, il programma dedicato a sistemi e componenti per macchine e apparecchiature agricole ospita 700 aziende che presentano innovazioni e soluzioni in linea con il tema "Stay Connected!" scelto per questa edizione. 
 
Area System&Components_Agritechnica 2015_Tema edizione 2017 _Satay Connected!
Area System and Components, edizione 2015

Ospitato nel padiglione 17, l'auditorium Future Lounge è teatro di incontri dedicati a tematiche quali la manutenzione e i materiali intelligenti: smart maintenance and materials, l'interfaccia uomo-macchina, gli alternative drive systems e il corporate engineering-future engineering. 


Ampio programma formativo e professionale

Numerosi gli incontri, i congressi e i workshop inseriti in un programma attento ai mercati emergenti e all'analisi delle reali potenzialità di accesso dei costruttori europei, al quadro legislativo e ai finanziamenti.

Alla sesta edizione lo speciale workshop LIVE, organizzato in collaborazione con l'associazione tedesca di rivenditori di macchine agricole LandBauTechnik-Bundesverband, vede meccanici esperti eseguire dimostrazioni pratiche di 30 minuti con macchine agricole ed edili.
Inoltre - in collaborazione con DLG e Climmar - nel padiglione 2 all'interno dell'international dealer and service provider centre, i rivenditori possono trovare uno spazio loro dedicato.

Confermata la presenza della piattaforma Campus and Career dedicata al lavoro, ora arricchita dei programmi Career Mile e Jobs Wall di consulenza a cura di DLG e della piattaforma online Match and Meet, a disposizione di costruttori e visitatori per favorire l'incontro di domanda e offerta.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Dlg

Autore:

Tag: fiere innovazione macchine agricole agritechnica

Temi caldi: Agritechnica 2017

Speciale: Agritechnica 2017

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.627 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner