Il mondo produttivo alle prese con le politiche ambientali

Il convegno nazionale Compag 2020 si terrà il 12 novembre 2020 in diretta streaming alle 10.00

mais-campo-by-torychemistry-adobe-stock-750x500.jpeg

12 novembre 2020
Fonte foto: © Torychemistry - Adobe Stock

Giovedì 12 novembre 2020, alle 10.00, torna l'appuntamento nazionale organizzato da Compag, la Federazione nazionale delle rivendite agrarie. La strategia ambientale lanciata dalla presidente della Commissione europea alla fine del 2019 sarà al centro dell'incontro online intitolato "Il mondo produttivo alle prese con le politiche ambientali" e che si terrà in diretta streaming dal Savoia Hotel Regency di Bologna per dare la possibilità ai soci e alla stampa di assistere a un momento di scambio, informazioni, aggiornamento e interazione.

L'incontro, moderato da Angelo Frascarelli, docente di Economia e politica agraria e politica agroalimentare all'Università degli Studi di Perugia, grazie ai relatori affronterà le maggiori problematiche del mondo produttivo rispetto alle attuali politiche ambientali, dalla filiera del grano duro a quella del mais, dall'industria mangimistica alla strategia Farm to fork nel contesto del sistema legislativo europeo. Non da meno sarà il contributo della controparte francese di Compag (Négoce Agricole), il cui presidente descriverà la posizione delle rivendite francesi rispetto alla politica ambientale in un'ottica di apertura e disponibilità al confronto, da sempre sostenuta da Compag.

Alle ore 11.30 si terrà una tavola rotonda, un momento fondamentale di scambio, domande e risposte, che vedrà la partecipazione dei rappresentanti dei principali settori coinvolti: ministero Politiche agricole alimentari e forestali, Centro consumatori Italia, Gdo, Confagricoltura, Agrofarma-Federchimica e Compag. Complessi i temi che verranno affrontati, ma imprescindibili per affrontare al meglio la sfida che attende il mondo produttivo.

Per partecipare è necessario registrarsi a questo link

Scarica il programma

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 265.859 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner