Bambù, nuove opportunità per il mondo agricolo e non solo

Se ne parla a Cesena il 22 ottobre 2019. Fra gli interventi in programma quello di Angelo Frascarelli

bamboo-fonte-collegio-periti-agrari-e-peritiagrari-laureati-romagna.jpg

Cesena, 22 ottobre 2019

La coltivazione del bambù è una delle nuove opportunità di reddito per gli imprenditori agricoli. Sarà questo il focus dell'incontro in programma il 22 ottobre 2019 a Cesena dove si farà il punto sullo stato dell'arte di questa coltivazione in Italia e soprattutto sulle occasioni per il mondo agricolo.

L'appuntamento, organizzato dal Consorzio Bambù Italia e dai Vivai Onlymoso, con la collaborazione del Collegio periti agrari della Romagna, è per martedì alle 15.00 alla Cantina sociale di Cesena, in via Emilia Ponente 2619.
Ai saluti di Enrico Prugnoli, presidente della Cantina sociale di Cesena, e l'introduzione di Antonio Baroncini, presidente del Collegio periti agrari della Romagna, seguiranno qualificati interventi da parte di: Fabrizio Pecci, presidente Consorzio bambù Italia, Damiano Pagnini e Matteo Nardi, rispettivamente agronomo e direttore commerciale Vivai Onlymoso, Adamo Zoffoli, ricerca e sviluppo Cbi Spa, Mario Bimbatti, fuel office PowerCrop Spa. Le conclusioni saranno affidate ad Angelo Frascarelli, professore all'Università degli studi di Perugia, esperto di Pac.

Fra i vari argomenti affrontati si parlerà anche delle caratteristiche botaniche, agronomiche e delle tecniche di coltivazione del bambù in Italia, dei contratti di filiera con l'agroindustria, dell'utilizzo delle biomasse vegetali nelle centrali elettriche; verranno fornite anche informazioni commerciali per realizzare una piantagione e informazioni sulla "nuova architettura verde della Pac" dove il bambù rientra fra le colture finanziabili.

Al termine dell'incontro è prevista una degustazione di germogli di bambù.

L'incontro è aperto a tutti e la partecipazione è gratuita, i posti sono però limitati quindi è consigliabile la prenotazione al 335 7307423.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.628 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner