EVENTO ONLINE - Il Bilancio fitosanitario 2020 e 2021 della vite nelle regioni del Centro Sud Italia

Il webinar si terrà giovedì 18 novembre 2021 alle 14:30

uva-grappoli-puglia-foglie-malate-by-daniele-depascale-adobe-stock-667x500.jpeg

Giovedì 18 novembre 2021, 14:30 (Foto di archivio)

La "Vite nel Centro Sud Italia" sarà protagonista del nuovo appuntamento targato Aipp, Associazione Italiana per la Protezione delle Piante, e Giornate Fitopatologiche il prossimo giovedì 18 novembre 2021.

Programma

L'evento online avrà inizio alle 14:30 con i saluti e l'introduzione sugli obiettivi dell'incontro, a cura del presidente Aipp Gianfranco Romanazzi.

"Il bilancio fitosanitario della vite nella regione Toscana" sarà presentato da Massimo Gragnani del Servizio Fitosanitario della Regione Toscana, a cui seguirà l'intervento su "Il bilancio fitosanitario della vite nella regione Marche" a cura di Sandro Nardi e Angela Sanchioni di Assam, Regione Marche.

"Il bilancio fitosanitario della vite nella regione Umbria" sarà al centro della relazione di Giovanni Natalini del Servizio Fitosanitario della Regione Umbria, mentre "Il bilancio fitosanitario della vite nella regione Abruzzo" sarà a cura di Domenico D'Ascenzo del Servizio Fitosanitario della Regione Abruzzo.

Spazio poi ad Agostino Santomauro e Loredana Lanzellotti dell'Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia con "Il bilancio fitosanitario della vite nella regione Puglia", e a Giuseppe Stefanizzi dell'Agenzia Regionale per lo Sviluppo dell'Agricoltura in Calabria per "Il bilancio fitosanitario della vite nella regione Calabria".

Con Renzo Peretto dell'Agenzia Laore della Regione Sardegna si farà un focus poi su "Il bilancio fitosanitario della vite nella regione Sardegna", a cui seguirà la discussione.

In conclusione dell'evento si parlerà di "Malattie" con Gianfranco Romanazzi dell'Università Politecnica delle Marche, Ancona, e "Fitofagi" con Pasquale Trematerra dell'Università del Molise, Campobasso.

Scarica la locandina

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 268.460 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner