Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Avviso ai naviganti n° 31: attenti ai controlli dei residui nelle derrate alimentari

Normativa europea: pubblicato il regolamento sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea. Le sostanze da cercare nelle derrate vegetali sono 175, nei derivati animali 22

fragole-fragola-primo-piano-by-beerfan-fotolia-750.jpeg

Il programma comunitario di controlli dei residui di prodotti fitosanitari sulle derrate alimentari riguarderà colture arboree ed erbacee, tra cui le fragole
Fonte foto: © beerfan - Fotolia

Puntuale come un orologio svizzero, il consueto regolamento primaverile sui controlli dei residui dei prodotti fitosanitari sulle derrate alimentari è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 10 aprile scorso e riguarda il 2019-2021.

Ricordiamo che per il 2018 il programma dei controlli è stato pubblicato nel regolamento 2017/660 del 6 aprile 2017 e riguarda analisi su mele, fragole, pesche, comprese le pesche noci e ibridi simili, vino (rosso o bianco), lattughe, cavoli cappucci, pomodori, spinaci, chicchi di avena, chicchi d'orzo, latte vaccino e grasso suino.

Le sostanze da cercare nelle derrate vegetali sono 175 (i ditiocarbammati sono considerati una sola sostanza) contro 22 da analizzare nei derivati animali. Ogni Stato membro dovrà fornire un numero di analisi proporzionale alla sua grandezza: l’Italia, seconda solo alla Germania (che ne dovrà analizzare 97) dovrà esaminare 69 campioni per ogni derrata, cercando tutte le sostanze elencate nel regolamento.

Nell’elenco delle sostanze sotto la lente di ingrandimento i soliti noti, dai fosforganici ai ditiocarbammati, alle strobilurine, ai triazoli, ai clororganici, solo per citare i più importanti. Convitati di pietra sono per adesso i rameici, per i quali l’Efsa ha appena pubblicato una valutazione sugli Mrl dove segnala numerose criticità, specialmente in quelle derrate dove il rame non viene utilizzato come prodotto fitosanitario. Avranno il coraggio di inserire il rame nel programma dei controlli da effettuare nei prossimi anni o faranno finta di dimenticarsi? Ai posteri...
 

Approfondimenti per studiosi, addetti ai lavori o semplicemente curiosi

  • Regolamento di esecuzione (UE) 2018/555 della Commissione del 9 aprile 2018 relativo a un programma coordinato di controllo pluriennale dell'Unione per il 2019, il 2020 e il 2021, destinato a garantire il rispetto dei livelli massimi di residui di antiparassitari e a valutare l'esposizione dei consumatori ai residui di antiparassitari nei e sui prodotti alimentari di origine vegetale e animale
  • Regolamento di esecuzione (UE) 2017/660 della Commissione del 6 aprile 2017 Relativo a un programma coordinato di controllo pluriennale dell'Unione per il 2018, il 2019 e il 2020, destinato a garantire il rispetto dei livelli massimi di residui di antiparassitari e a valutare l'esposizione dei consumatori ai residui di antiparassitari nei e sui prodotti alimentari di origine vegetale e animale
  • Regolamento di esecuzione (UE) 2016/662 della Commissione del 1 aprile 2016 Relativo a un programma coordinato di controllo pluriennale dell'Unione per il 2017, il 2018 e il 2019, destinato a garantire il rispetto dei livelli massimi di residui di antiparassitari e a valutare l'esposizione dei consumatori ai residui di antiparassitari nei e sui prodotti alimentari di origine vegetale e animale
  • Regolamento di esecuzione (UE) 2015/595 della Commissione del 15 aprile 2015 Relativo a un programma coordinato di controllo pluriennale dell'Unione per il 2016, il 2017 e il 2018, destinato a garantire il rispetto dei livelli massimi di residui di antiparassitari e a valutare l'esposizione dei consumatori ai residui di antiparassitari nei e sui prodotti alimentari di origine vegetale e animale
  • Review of the Existing Maximum Residue Levels for Copper Compounds According to Article 12 of Regulation (EC) No 396/2005’. EFSA Journal 16, no. 3 (n.d.): e05212.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 26 aprile a 138.717 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy