TECNOLOGIA A LETTO FLUIDO PER L’OSSICLORURO DI RAME

Da Isagro il frutto di una ricerca mirata alla formulazione di prodotti innovativi
Cuprocaffaro Micro e Rame Caffaro Blu WG gli ossicloruri di rame che, grazie alla tecnologia a letto fluido applicata per la prima volta agli agrofarmaci, entrano da protagonisti sulla scena delle basse dosi con l'efficacia di sempre

Questo articolo è stato pubblicato oltre 16 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

isagrocerchio.jpg

Lo sviluppo dei prodotti rameici di Isagro, con l'acquisizione della tradizione Caffaro, si è concentrato nella ricerca di formulati innovativi che garantiscano un'efficacia biologica comparabile a quella  dei prodotti tradizionali, ma con minor apporto di rame metallo a ettaro come richiesto nel Regolamento CE 473/2002.
Isagro ha ottenuto questi risultati con l'applicazione della tecnologia a letto fluido (Fluid Bed Technology) e con un continuo miglioramento della formulazione che ha una diretta influenza su adesività e persistenza, capacità di copertura, resistenza al dilavamento, selettività per la coltura e ridottissimo contenuto in metalli pesanti.

Cuprocaffaro Micro e Rame Caffaro Blu WG sono i primi formulati rameici di Isagro Italia che permettono di ottenere un'alta efficacia biologica e un basso apporto di rame metallo per ettaro grazie all'innovativa tecnologia di cui si diceva prima che si basa sul principio di una particella investita da una sospensione acquosa e successivamente da un getto di aria calda in grado di aumentare le proprie dimensioni in quanto l'acqua, evaporando, lascia sulla superficie della particella stessa il materiale contenuto nella sospensione.

Il granulo così formato ha una struttura caratteristica a "cipolla", risulta compatto e con ottimale disperdibilità in acqua.

Eccellente compattezza del granulo, elevata resistenza meccanica allo sfarinamento, perfetta disperdibilità, ottimale granulometria delle particelle, elevata scorrevolezza fanno  di Cuprocaffaro Micro e  Rame Caffaro Blu WG prodotti rameici più sicuri per l'utilizzatore (assenza di polveri) e più facili da utilizzare (dosaggio e svuotamento imballi).
L'esclusivo processo produttivo utilizzato permette l'ottenimento di un diametro medio delle particelle una volta disperse in acqua di 2 µm, dimensione ottimale sia per un'elevata performance biologica, che per la migliore resistenza al dilavamento.
Le particelle hanno dimensione significativamente migliore rispetto a formulati idrodisperdibili ottenuti con altre tecnologie, che si attestano invece sui 4-5 µm.

Cuprocaffaro Micro e Rame Caffaro Blu WG risultano competitivi rispetto ai prodotti in polvere riducendo l'apporto di rame a ettaro (circa il 50% in meno rispetto ai formulati tradizionali) e soddisfano tutte le esigenze dell'utilizzatore, anche di chi opera secondo le linee tecniche dell'agricoltura biologica: classe tossicologica favorevole (Xi), ampia gamma di confezioni disponibili (1-10-20 kg) etichetta che copre un'ampia gamma di colture e di fitopatie.

Nel corso degli ultimi anni, i nuovi agrofarmaci WG della Linea Isagro Italia sono stati sottoposti ad un'ampia sperimentazione per valutare non solo un'attività biologica del principio attivo, peraltro da tempo riconosciuta ai sali di rame e costantemente confermata, ma anche e soprattutto per verificarne il grado di efficacia; i risultati conseguiti hanno peraltro confermato come i nuovi formulati WG ottenuti possano essere impiegati a dosi d'impiego che sono sensibilmente inferiori rispetto a quelle adottate per gli agrofarmaci a base di ossicloruro di rame, in polvere bagnabile, di più tradizionale impiego.

In base a quest'ultimo importante aspetto, le nuove produzioni sono perfettamente in linea con gli ultimi orientamenti che mirano alla riduzione degli apporti annuali di rame metallo per ettaro e questo non solo per l'agricoltura biologica ma anche per quella convenzionale

Oltre al Cuprocaffaro Micro e al Rame Caffaro Blu WG, con la nuova tecnologia del letto fluido sono stati messi a punto anche formulati a base di poltiglia bordolese mentre, per il prossimo futuro, sono previste nuove miscele di forme rameiche diverse.

Settori, dosi e modalità d'impiego

Cuprocaffaro Micro e Rame Caffaro Blu WG possono essere impiegati per il controllo, preventivo, di numerose e pericolose infezioni crittogamiche (Peronospora, Monilia, Cancri raneali, Bolla, Occhio di Pavone, Tiocchiolatura, Corineo, Mal secco, Cercospora, Ruggine, Alternaria, Septoria ecc.) e Batteriosi che possono colpire le più importanti colture: Vite, Fruttiferi (Pomacee, Drupacee, Agrumi), Olivo, Orticole (Bietola da orto, Carota, Aglio, Cipolla, Pomodoro, Peperone, Melanzana, Cocomero, Melone, Zucca, Zucchino, Cetriolo, Cavoli, Asparago, Finocchio, Sedano ed altre ortricole escluso il Porro), Colture industriali (Oleaginose, Patata, Barbabietola da zucchero, Tabacco), Fragola, Riso, Floreali e Ornamentali.

Le dosi d'impiego possono variare da 200-400 g/hl (corrispondenti a 2- 4 kg/ha) fino a 500-800 g/hl in funzione della coltura, dell'infezione fungina da controllare ed infine, del periodo dell'intervento che può essere autunno- invernale o primaverile-estivo.

 

Per informazioni: Isagro Italia -  Via Caldera, 21 - 20153 Milano. Tel. 02.452801 - isagro-italia@isagro-italia.it   -  www.isagro-italia.it  

Fonte: Agronotizie

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 239.041 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner