Eima digital: luci puntate sulle novità Maschio Gaspardo

Nuove versioni del coltivatore Dracula e della rotopressa Extreme 266 arrivano ad EDP. In mostra anche i modelli Chrono 708, Primo EW e Tempo Ultra con protocollo Isobus

maschio-dracula-hydro-campo.jpg

Maschio Gaspardo Dracula Hydro, ideale per la preparazione del letto di semina
Fonte foto: Maschio Gaspardo

Lavorazione del terreno, fienagione, semina, fertilizzazione e irrorazione. Attrezzature per ogni esigenza attendono i visitatori nello stand virtuale di Maschio Gaspardo ad Eima Digital Preview 2020. In primo piano il nuovo Dracula Hydro per l'interramento dei residui colturali, l'aerazione del terreno, il livellamento e la preparazione del letto di semina in un unico passaggio.
 

Dracula in una nuova veste

Il coltivatore combinato Dracula Hydro è disponibile in tre versioni: ad assale liberofrenato pneumatico e frenato a doppia linea idraulico (ultimi due conformi alla Mother Regulation). Si distingue dagli altri Dracula per gli aggiornamenti introdotti a livello delle ancore che - con componenti migliorati e pistoni idraulici al posto dei tradizionali ammortizzatori a doppia molla - offrono una resistenza maggiore e un comportamento più stabile, garantendo una profondità di lavoro più regolare anche in condizioni difficili.

Il doppio rango di dischi frontali con profondità regolabile idraulicamente in movimento miscela la terra, taglia i residui e li incorpora nel terreno velocizzandone la decomposizione, mentre le file di ancore della sezione centrale rompono gli strati profondi più compattati, rimescolano il suolo e creano porosità assicurando una corretta aerazione. I pistoni idraulici garantiscono una maggiore efficacia su terreni tenaci, mantenendo le ancore in posizione fino a un punto di intervento di 900 chilogrammi (700 con i sistemi a doppia molla).
Regolabile per via idraulica, la profondità operativa va da 8 fino a 30 centimetri. Se l'inclinazione delle ancore consente una penetrazione migliore anche in terreni duri, l'alta luce libera del telaio assicura un flusso perfetto.

Inoltre il set di dischi posteriori inclinati elimina eventuali creste lasciate dalle ancore. Realizzati in acciaio al boro ad alta resistenza, i dischi da 610 millimetri (spessore di 6 millimetri) con cappature e forma concava offrono una lavorazione omogenea sull'intera superficie e una miscelazione migliore dei residui. La loro angolazione (22 gradi), la forma e la spaziatura sono studiate per gestire al meglio i residui in qualsiasi situazione.
Dà il tocco finale il rullo posteriore da 600 millimetri che assicura un livellamento accurato, anche in condizioni non ottimali, grazie agli anelli con profonda scanalatura, alla forma chiusa e ai raschietti ricoperti in carburi al tungsteno.
 
Nuovo Dracula Hydro di Maschio Gaspardo
Nuovo Dracula Hydro di Maschio Gaspardo

Performante in campo, Dracula Hydro è perfetto pure per l'uso su strada: la larghezza di trasporto di soli 3 metri e le dimensioni dei pneumatici (700/60-R22.5) garantiscono un'eccellente manovrabilità. In più, è facilmente utilizzabile in diversi contesti poiché le tre sezioni ad azionamento idropneumatico sono regolabili dal trattore con precisione e gli elementi non necessari per la lavorazione sono escludibili senza difficoltà.
 

Extreme 266, ora in versione Isobus

In scena ad EDP, la rotopressa ibrida a geometria e camera variabile Extreme 266 è ora proposta nella versione Isotronic, con protocollo Isobus che permette il controllo dei parametri dal terminale del trattore. Prestante, facile da usare e adatta ad ogni tipo di azienda agricola, combina i plus della camera fissa con quelli della camera variabile e realizza balle con un diametro da 50 a 165 centimetri e con un peso eccellente, regolando la pressione in funzione delle esigenze fino ad un massimo di 210 bar.

Elementi distintivi della macchina sono la camera variabile con doppio bilanciere controllato da cilindri idraulici che crea una precamera a pressione zero, trattando al meglio i prodotti nobili, e il pick-up da 220 centimetri con ruote pivottanti che raccoglie delicatamente ogni tipo di foraggio, anche in presenza di andane irregolari o abbondanti. A questi si aggiunge il fondo apribile che consente di risolvere eventuali intasamenti senza dover scendere dal trattore. La gestione ottimale della camera e l'elevata capacità di pressatura garantiscono grande efficienza in ogni situazione.
 
Maschio Gaspardo Extreme 266 con sistema di alimentazione HTR
Maschio Gaspardo Extreme 266 con sistema di alimentazione HTR

Extreme 266 può montare quattro sistemi di alimentazione - HTI (infaldatore alternativo), HTR (rotore), HTC (13 coltelli) o HTU (25 coltelli) - dispositivi di legatura a spago, a rete o con film plastico e un rullo premi andana (opzionale). Conforme alla Mother Regulation, è offerta con impianto frenante a doppia linea ad olio, ad aria o senza impianto frenante.
 

Chrono 708: precisione e velocità al top

Semina precisa a velocità di 15 chilometri orari? Ci pensa la seminatrice Isobus Chrono 708 a 8 file (interfila di 70 o 75 centimetri) che - dotata di telaio semiportato pieghevole, unità di semina a trasmissione elettrica, sistema di trasporto pneumatico e, a richiesta, di tramoggia per il fertilizzante da 1.600 litri - deposita i semi in varie condizioni, dalla lavorazione convenzionale al minimum tillage fino alla semina diretta.

Il sistema pneumatico convoglia la semente dal distributore al solco senza vibrazioni e contatti con il tubo. Due sistemi indipendenti gestiscono il vuoto dell'unità di dosaggio occupandosi della selezione dei semi, mentre un compressore eroga il flusso d'aria pressurizzato garantendo il trasporto uniforme. Indipendente dal sistema del vuoto grazie ad un compressore volumetrico a lobi, il flusso d’aria è regolabile in base al tipo di semente, alla velocità e alla profondità di lavoro. I semi - selezionati dal doppio selettore con regolazione micrometrica - vengono rilasciati senza attrito dal distributore con angolazione di 15 gradi.
 
Maschio Gaspardo Chrono 708 per la semina di precisione ad alta velocità
Maschio Gaspardo Chrono 708 per la semina di precisione ad alta velocità

L'operatore può riempire facilmente la tramoggia grazie al basso ingombro in altezza dell'unità (115 centimetri) e del microgranulatore (94 centimetri) e regolare dal terminale Isobus in cabina il sistema Air Spring per la gestione della pressione di carico a terra (fino a 300 chilogrammi per ogni unità di semina).
 

Essere Primo nella fertilizzazione

Nello stand virtuale spazio anche allo spandiconcime a dischi Primo EW Isotronic con controllo elettronico della distribuzione in continuo e software Isobus (sviluppato internamente) per la regolazione delle impostazioni che rende possibile la concimazione a rateo variabile (VR) e il controllo delle sezioni 4+4 (SC). Lo spandiconcime con gittata tra 12 e 36 metri convoglia il fertilizzante al punto di caduta mobile tramite un agitatore rotovibrante e regola sia la dose sia l'uscita del prodotto mediante un sistema a doppia serranda, operando sempre in modo preciso.

La sezione del foro di caduta con forma a tre lobi assicura una distribuzione omogenea anche con volumi bassi, mentre il sensore di inclinazione (standard) garantisce la massima qualità perfino in zone collinari. Aumenta ulteriormente l'efficienza il sistema di pesatura elettronico che permette al driver di visualizzare in tempo reale il quantitativo di concime nella tramoggia, correggendo automaticamente la quantità in base al dosaggio.
 
Concimazione a rateo variabile e controllo sezioni con Maschio Gaspardo Primo EW Isotronic
Concimazione a rateo variabile e controllo sezioni con Maschio Gaspardo Primo EW Isotronic

Inoltre, regolare Primo EW Isotronic è semplice e veloce con la funzione Spreader Smart Set dell'app My Maschio Gaspardo: l'operatore deve solo inserire il tipo di concime, la larghezza di lavoro e la dose voluta sullo smartphone per ottenere i parametri di settaggio e il riepilogo delle specifiche del fertilizzante.
 

Difesa, precisa con il giusto Tempo

Realizzato dagli ingegneri del brand, lo sprayer portato da pieno campo Tempo Ultra Isotronic offre elevate performance, ottima qualità di distribuzione e bassi costi d'esercizio, rivelandosi ideale per aziende medio-grandi. Il modello Isotronic - con parametri controllabili dal monitor Isobus del trattore o da quello fornito come accessorio - possiede un nuovo pannello per la gestione dell'acqua progettato per ottimizzare il lavoro e disponibile in due versioni: a controllo manuale (M-Panel) di serie ed elettronico (E-Panel) in opzione.

Da segnalare anche il serbatoio da 1.600 o 2mila litri in polietilene con design arrotondato che assicura robustezza e facilità di pulizia, il sistema di ricircolo semi-automatico Re.D che garantisce l'uniformità del prodotto da distribuire in ogni fase e la barra idraulica Ala 400 con geometrie variabili. Con la barra aperta lo sprayer presenta larghezze di 21, 24, 27 o 28 metri in campo, con la barra chiusa raggiunge i 2.40 metri per il trasporto su strada. La sequenza di apertura e chiusura delle ali di sinistra e destra avviene in maniera indipendente.
 
Maschio Gaspardo Tempo Ultra Isotronic con barra Ala 400
Maschio Gaspardo Tempo Ultra Isotronic con barra Ala 400

La nuova sospensione del braccio che agisce sul sistema "a pendolo" e il dispositivo anti-imbardata minimizzano le vibrazioni e mantengono la barra stabile riducendo gli errori durante l'irrorazione. Migliora ulteriormente la qualità dei trattamenti il controllo automatico delle sezioni, che evita sovrapposizioni e dosaggi eccessivi.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 250.703 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner