Claas acquisisce la tecnologia Shredlage

La tecnologia rappresenta una forma pionieristica di trattamento dell'insilato di mais ed offre agli allevatori una maggiore produzione di latte e una migliore salute per gli animali

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

responsabili-tecnologia-shredlage-e-membri-claas-fonte-claas.jpg

Gli inventori della tecnologia Shredlage, Roger Olson (sinistra) e Ross Dale (secondo da destra) con Hermann Lohbeck (secondo da sinistra), membro dell'Executive Board Claas e responsabile della raccolta foraggio e Lutz Arndt, (responsabile del Business Administration Claas Saulgau)
Fonte foto: Claas Italia

Claas ha acquisito la tecnologia Shredlage, brevettata e resa famosa in tutto il mondo dall'omonima società statunitense che l'ha sviluppata.
Proprio lo scorso anno, Claas ha firmato un contratto di licenza con i proprietari di questo metodo di trattamento del mais. 

Come da accordi di entrambe le parti, i dettagli del contratto non sono stati resi pubblici. 

"Siamo convinti che il metodo Shredlage apporti un grande beneficio alla nostra clientela. Rilevando questo marchio famoso, Claas, leader di mercato nel settore delle trincia semoventi aggiunge il tocco finale alla propria tecnologia", spiega con grande entusiasmo Hermann Lohbeck, responsabile della divisione Forage Harvesting del Consiglio direttivo Claas.

La tecnologia, conosciuta con il marchio Shredlage, rappresenta una forma pionieristica di trattamento dell'insilato di mais, che viene adottato da un numero sempre più crescente di allevatori appartenenti soprattutto alle regioni con poche terre foraggere. Questo metodo prevede la trinciatura del mais in sezioni lunghe da 26 a 30 millimetri.
Fase decisiva è il trattamento successivo, che applica la tecnologia Shredlage, che è la chiave del successo dell'intero processo. 

Il condizionamento intensivo del foraggio amplia notevolmente la superficie del prodotto trinciato, offrendo una maggiore area di attacco da parte dei batteri e quindi maggiore fermentazione dopo l'insilaggio. Ed infine, grazie anche all'efficacia dell'azione dell'amido, esso garantisce una migliore digestione da parte dei bovini.
Scopo principale di questo processo è infatti proprio quello di migliorare sostanzialmente gli effetti strutturali dell'insilato di mais e quindi la disponibilità dell'amido contenuto in tutte le parti delle piante.
Ciò comporta l'aumento della produzione di latte. Ultimo, ma non meno importante fattore è il comprovato miglioramento della salute dei bovini

Il metodo Shredlage offre agli allevatori non solo un'aumentata produzione di latte e una migliore salute dei ruminanti.
Infatti, la scomposizione dell'amido, consente una riduzione della quantità di foraggio concentrato pur aumentando la produzione di latte. L'aggiunta di foraggio ad elevata struttura, come la paglia, può essere ridotto o anche eliminato: ciò si traduce in un risparmio.

"Siamo entusiasti del fatto che gli inventori della nuova tecnologia Shredlage, cioè Ross Dale e Roger Olson continuino ad offrire la propria consulenza e assistenza, anche alla nostra clientela", dichiara sempre più entusiasta Hermann Lohbeck.

Il concetto Multi Crop Cracker (MCC) di Claas con mantello uniforme e tre rulli corn cracker facilmente intercambiabili (MCC Claasic, MCC Max e MCC Shredlage), rappresenta una soluzione rapida ed efficace per trattare il prodotto trinciato che sia esso insilato a paglia corta o a paglia lunga o con Shredlage.

Esattamente come i rulli con profili a denti di sega, i rulli Shredlage vengono prodotti da Claas Industrietechnik in Paderborn, Germania.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.825 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner