Confai Lombardia chiede di informatizzare le schede carburante

Confai chiede la possibilità di digitalizzare le schede relative alla giustificazione del carburante agricolo agevolato per le lavorazioni in conto terzi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 10 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

trattore.JPG

Confai invia dossier a Carlo Maccari, assessore lombardo alla Semplificazione e digitalizzazione, per le schede carburante

La Confederazione Agromeccanici della Lombardia ha inviato nei giorni scorsi un dossier al neoassessore regionale alla Digitalizzazione e alla Semplificazione, Carlo Maccari, per informatizzare le schede sul carburante agricolo

Un passaggio inevitabile, secondo il presidente di Confai Lombardia, Leonardo Bolis, "per avviare una concreta lotta a tutta quella burocrazia inutile, che costa tempo e denaro alle imprese".

Le richieste di Confai Lombardia all'assessore Maccari riguardano, nella fattispecie, la possibilità di digitalizzare le schede relative alla giustificazione del carburante agricolo agevolato utilizzato per le lavorazioni in conto terzi, che al momento devono essere obbligatoriamente tenute dalle imprese agromeccaniche in forma cartacea.

"Un provvedimento 'medievale', tenuto conto della possibilità per le nostre imprese associate di trasformare la documentazione in file elettronici – osserva il coordinatore nazionale di Confai, Sandro CappelliniDetenere le copie cartacee comporta una gestione complessa anche sotto il profilo di spazio occupato, gestione normalmente affidata alle nostre associazioni territoriali".

Di qui, appunto, la richiesta alla Regione Lombardia di prevedere la facoltà ("e non l'obbligatorietà, per chi volesse proseguire con l'attuale sistema di archiviazione cartacea") di poter convertire la documentazione in formati digitali.

La richiesta di Confai è già stata inoltrata all'assessore Carlo Maccari, che nei prossimi giorni incontrerà proprio una delegazione dell'organizzazione professionale, per approfondire la documentazione inoltrata e per coinvolgere anche l'assessorato all'Agricoltura, guidato da Giulio De Capitani.

"In questi giorni approfondirò la questione – dichiara Maccarima ritengo che un passo avanti in direzione di una maggiore informatizzazione, semplificando quelli che sono gli oneri burocratici, sia assolutamente in linea con la politica non soltanto della Lombardia, ma negli enunciati contenuti nel documento Europa 2020 presentato da Barroso all'inizio di quest'anno".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 239.479 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner