Ikea e Vino Libero, qualità e buon bere alla portata di tutti

Accordo tra la catena svedese e l'azienda capofila Fontanafredda. I clienti potranno degustare nei ristoranti e nei bar dei punti vendita italiani il vino spillato direttamente da botti di legno

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

ikea-vino-libero.jpg

Accordo Ikea e Vino Libero

Accordo Ikea e Vino Libero per l'avvio del progetto Vino Libero nei ristoranti, nei bar e bistrot dei negozi della catena svedese di tutta Italia.
I clienti potranno portare a casa i vini o degustarli sul posto, spillati direttamente da botti di legno contenenti bag-in-box, realizzati per Vino Libero dalla multinazionale Smurfit Kappa Italia. 

L’obiettivo di Ikea è quello di servire e vendere prodotti di alta qualità che siano sicuri, controllati, sani e realizzati con attenzione sia verso l’ambiente che verso le persone; Vino Libero garantisce attraverso l’applicazione di standard produttivi la rispondenza dei propri vini al codice di condotta IkeaWay, che fissa requisiti minimi a cui i fornitori Ikea si devono adeguare, e che viene verificato da esperti interni ed esterni all’azienda. Anche Vino Libera ha un proprio Disciplinare tecnico di produzione a cui le aziende aderenti si devono necessariamente adeguare.

Il progetto, in partenza a metà gennaio negli store di Torino, Carugate (Mi), Roma e Bari, verrà completato ad inizio febbraio con l’ingresso in tutti gli altri 20 negozi in Italia.

“Ikea Italia sostiene da anni le imprese agricole italiane che producono prodotti alimentari con processi tesi a salvaguardare l’ambiente limitando od eliminando l’utilizzo di concimi chimici e antiparassitari” ha detto Dino Maldera, country Ikea Food manager per l’Italia. “La collaborazione con Vino Libero va in questa direzione, con l’ambizione di essere anche un progetto divulgativo che sostiene un consumo più sostenibile da parte della maggioranza delle persone di prodotti sani, sicuri, controllati e prodotti nel rispetto dell’ambiente”.

“Siamo orgogliosi ed onorati di aver avuto la possibilità di entrare in contatto con il mondo di Ikea - Dice Andrea Macchione, ceo di Fontanafredda, azienda capofila del progetto e firmataria dell’accordo -. Noi di Vino Libero stiamo cercando di intraprendere nel complicato ambito del vino la stessa strada che Ikea ha già percorso nel campo dell’arredamento, rendendo la qualità ed il design alla portata di tutti. Insieme ad Ikea vorremmo far capire che anche un buon vino, sano e realizzato nel pieno rispetto dell’ambiente, non necessita di particolari occasioni per essere bevuto”.

Vino Libero è un’associazione di 12 produttori vinicoli di 8 Regioni italiane impegnati a realizzare un vino libero da concimi inquinanti, da diserbanti, da troppi solfiti, si propone di seguire e diffondere una filosofia imprenditoriale che mira a “svecchiare” il mondo del vino e a liberarlo da packaging inquinanti, eccessi di burocrazia, cliché, bugie, abbinamenti, mode effimere ed inutili.

Ikea Food, che si occupa della gestione e dell’approvvigionamento dei ristoranti, bar e botteghe svedesi, benché presente solo all’interno dei 20 punti vendita Ikea presenti in Italia, è una delle realtà più importanti nel mercato della ristorazione commerciale italiana, che nell’ultimo anno ha contato circa 15.700.000 clienti.

Autore: P F

Tag: vino

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.641 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner