Agrumicoltura, mostra pomologica del Cra

Lentini (Sr), 18 febbraio 2011 ore 9,00. L'incontro sarà un'occasione per visitare il 'Centro di premoltiplicazione' e osservare le costituzioni più recenti

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

mostra-pomologica-agrumi-febbraio2011.jpg

Mostra pomologica degli agrumi
Lentini (Sr), 18 febbraio 2011

La mostra pomologica degli agrumi organizzata dal Cra - Centro di ricerca per l'agrumicoltura e le colture mediterranee di Acireale si terrà presso l'azienda sperimentale 'Palazzelli' a Lentini (Sr) venerdì 18 febbraio 2011, a partire dalle ore 9,00.

Un appuntamento di particolare importanza se si considera che in Italia la superficie investita ad agrumi è di circa 170.000 ettari, con una produzione intorno a 3.200.000 tonnellate.

Il Cra ha individuato una via per contrastare la perdurante riduzione dei profitti nell'agrumicoltura italiana solo ottimizzando tutti i fattori della produzione, a partire dalla scelta della combinazione di innesto, che deve possedere sia un'elevata efficienza produttiva sia tolleranza nei riguardi del virus della tristezza.

La necessità di sostituire nei nuovi impianti l'arancio amaro, per la sua sensibilità alla malattia, impone il ricorso a soggetti alternativi. Pur rimanendo la varietà maggiormente responsabile nel determinare le caratteristiche della produzione, va ribadita l'influenza del portinnesto nei riguardi degli stress biotici e abiotici e il contributo che fornisce nel risultato produttivo finale.

La destinazione principale verso il frutto fresco impone un orientamento produttivo in cui risulta indispensabile un ottimale compromesso fra l'aspetto estetico e le caratteristiche interne del frutto.

La mostra pomologica darà la possibilità ai partecipanti di osservare le costituzioni più recenti, anche in campo, e di visitare il 'Centro di premoltiplicazione', la screen-house che ospita le piante inserite nel programma nazionale di certificazione volontaria.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.559 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner