Primavera, tempo di proteggere le fragole

Sostanze attive e prodotti per il controllo di Franklinella occidentalis e Tetranychus urticae

Lorenzo Cricca di Lorenzo Cricca

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Successivamente alla ripresa vegetativa ed alla fuoriuscita dal periodo invernale i fragoleti riprendo a rivitalizzarsi. E questo momento è sicuramente molto difficile e necessita di attenzione e cura. Negli impianti in piena vegetazione si cominciano ad evidenziare problemi fitosanitari che hanno interessato l'apparato radicale durante il periodo autunnale e che sono rimasti dormienti durante tutto l'inverno. In questo modo le piantine che inizieranno l'intensa fase di produzione tendono a subire un forte stress che le può portare al collasso a differenza di piante sane che, a meno che non si verifichino altre problematiche, porteranno a buon fine la loro attività produttiva. Per cercare di arginare tali problematiche è buona norma, soprattutto se si parla di impianti sotto tunnel in aree meridionali, eseguire una sfogliatura che permetta di eliminare le foglie malate e le piante potenzialmente non sane al fine di eliminare una fonte d'inoculo e stimolare la produzione di nuova vegetazione. 

 

Con l'aumetare delle temperature e con il passare dele tempo oltre i fitofagi funginei diventano pericolosi anche altre tipologie di patologie. Tra queste ultime si possono ricordare il tripide Franklinella occidentalis e l'acaro Tetranychus urticae. (* Su Fitogest.com, per i formulati contrassegnati con l'asterisco *, sono disponibili schede di approfondimento da scaricare).

 

La Franklinella occidentalis

La Franklinella occidentalis è un fitofago estremamente pericolo ed interessante per la fragola ed è notevolmente polifago infestando foglie, fiori e frutti. 
Esso crea diversi danni attraverso le punture di nutrizione (la saliva che viene iniettata nei tessuti) ed attraverso le lesioni conseguenti alle ovideposizione. La sintomatologia si manifesta attraverso seccume nei bottoni da fiore, distorsione dei petali con necrosi marginali, rugginosità, cicatrici, imbrunimenti, riduzione dello sviluppo, deformazione dei frutti, macchie argentate puntiformi o ampie, con necrosi, deformazioni, perforazione e lacerazione delle foglie e danneggiamento dei germogli. Il tripide è anche vettore del virus TSWV.Le femmine che hanno una lunghezza di mm 1,2-1,4 (i maschi sono più piccoli mm 0,9-1 di lunghezza) sono in grado di ovideporre  anche senza la presenza del maschio; depongono da 40 o più uova prolungando l'ovideposizione per circa una ventina di giorni. Le uova vengono deposte entro i tessuti dei petali e tra le nervature delle foglie più giovani. La nascita richiede da tre a tredici giorni a seconda della temperatura, le neanidi passano alla seconda età dai 3 giorni a 7 secondo la temperatura. Le neanidi di seconda età dopo 5 giorni (con temperatura di 25°C) si portano nel terreno ad una profondità di 1-2 cm, dopo un giorno si impupano e diventano adulte dopo 2-3 giorni. Il fitofago compie 5-7 generazioni all'anno. L'intervento con prodotti chimici è poco risolutivo perché si incontrano difficoltà a combattere un insetto che sta nascosto negl'anfratti dei petali e foglie, perché compie molte generazioni l'anno e l'uso continuato dello stesso prodotto chimico facilita la formazione di ceppi resistenti.


Tra i principi attivi più efficaci si segnalano:

 

Azadirachtin: Principio attivo che viene estratto dai semi di Neem (Azadiractina indica), specie arborea originaria dell'India e molto diffusa, a scopo ornamentale e per rimboschimento, in tutto il Sud-est asiatico, Africa, America centrale ed Australia. Agisce sui fitoparassiti principalmente per ingestione (ma anche per contatto) esplicando attività traslaminare e sistemica se assorbito per via radicale. Manifesta la sua attività come regolatore di crescita, alterando lo sviluppo degli insetti negli stadi pre immaginali; inibisce la formazione dell'Ecdisone (ormone coinvolto nel controllo della muta). Possiede inoltre azione antialimentante (antifeeding) e repellente.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
ADINA 10 (reg. 11400 del 17/07/2002) ITAL-AGRO non classificato m.c.p.
AZA NEMA (reg. 11946 del 04/02/2006) * SIPCAM irritante (Xi)
AZACTIVA (reg. 11648 del 07/04/2003) CERRUS non classificato m.c.p.
DIRACTIN (reg. 10390 del 22/03/2000) SERBIOS non classificato m.c.p.
NEEMAZAL-T/S (reg. 11561 del 20/01/2003) * INTRACHEM BIO ITALIA non classificato m.c.p.
NEEMIK (reg. 11991 del 09/12/2003) SERBIOS irritante (Xi)
OIKOS 25 PLUS (reg. 10303 del 03/02/2000) * SIPCAM non classificato m.c.p.

 

Chlorpyrifos-methyl: Insetticida larvicida ad ampio spettro d'azione e persistenza non elevata, che agisce per contatto, ingestione ed in parte per vapore. Presenta un elevato potere abbattente anche nei confronti di larve presenti all'interno delle foglie. Possiede una blanda azione acaro frenante.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
CLEANER 22 (reg. 11603 del 20/02/2003) SIVAM irritante (Xi)
CLORMETIL (reg. 10507 del 31/05/2000) TERRANALISI irritante (Xi)
DASKOR (reg. 7608 del 23/11/1988) * DOW AGROSCIENCES ITALIA nocivo (Xn)
DEVOX (reg. 8156 del 30/12/1992) SCAM irritante (Xi)
ETIFOS ME (reg. 13808 del 18/05/2007) * DU PONT DE NEMOURS ITALIANA irritante (Xi)
KUKAR 22 (reg. 13743 del 06/04/2007) * SARIAF GOWAN irritante (Xi)
METIDANE 22 (reg. 9963 del 23/02/1999) * CHIMIBERG,ORVITAL irritante (Xi)
PANDAR 22 (reg. 11029 del 25/09/2001) ISAGRO ITALIA irritante (Xi)
RELDAN 22 (reg. 4012 del 12/11/1980) * BAYER CROPSCIENCE,DOW AGROSCIENCES ITALIA irritante (Xi)
RUNNER M (reg. 13793 del 02/05/2007) * SIPCAM irritante (Xi)
SKORPIO EC (reg. 11849 del 10/11/2003) AGRISYSTEM irritante (Xi)
TECNIFOS M 22 (reg. 13622 del 13/03/2007) TECNITERRA irritante (Xi)
VAFOR PIR (reg. 11244 del 19/03/2002) IQV ITALIA irritante (Xi)

 

Deltamethrin: Insetticida piretroide che agisce sugli insetti per contatto ed ingestione. Presenta un effetto rapido e sufficientemente duraturo. Una volta giunto nel terreno viene rapidamente degradato. La bassissima tossicità consente livelli di residui estremamente bassi ed un intervallo di sicurezza di 3 giorni su tutte le colture. In base alla normativa 2092/91 il principio attivo può essere utilizzato anche in agricoltura biologica in trappole e/o distributori automatici.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
AFIDINA QUICK (reg. 13721 del 16/05/2007) ISAGRO ITALIA non classificato
DECIS (reg. 4426 del 29/07/1981) * BAYER CROPSCIENCE nocivo (Xn)
DECIS GIARDINO (reg. 11911 del 22/08/2006) BAYER CROPSCIENCE irritante (Xi)
DECIS JET (reg. 10127 del 02/09/1999) * BAYER CROPSCIENCE irritante (Xi)
ECO-TRAP (reg. 11107 del 29/11/2001) * INTRACHEM BIO ITALIA nocivo (Xn)
K-OBIOL DP2 (reg. 6556 del 07/11/1985) SIAPA non classificato m.c.p.
METEOR (reg. 10976 del 12/07/2001) * CHIMIBERG non classificato
PYRINEX QUICK (reg. 11527 del 06/12/2002) * KOLLANT,MAKHTESHIM-AGAN ITALIA,SEPRAN,VERDE VIVO non classificato
ROTIOFEN QUICK (reg. 13720 del 16/05/2007) SIAPA non classificato
VAPIRE DEL (reg. 11255 del 28/03/2002) IQV ITALIA non classificato

 

Etofenprox: Insetticida ottenuto partendo dalla struttura di base dei piretroidi dei quali ha mantenuto i punti di forza (rapido effetto abbattente, ampio spettro di azione, breve intervallo di sicurezza) ma migliorandone il profilo ecologico. Agisce per contatto e per ingestione interferendo sul sistema nervoso degli insetti mediante l'inibizione del trasporto di sodio lungo le terminazioni nervose. Risulta efficace anche contro ceppi di fitofagi resistenti ai carbammati, ai piretroidi ed agli organofosfatici.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
AGOS (reg. 13569 del 26/10/2006) DEMETRA ITALIA,SCAM non classificato
AGRIMIX ETOFENPROX 280 (reg. 12634 del 20/11/2007) AGRIMIX non classificato
BIG STAR (reg. 12593 del 07/06/2005) ITAL-AGRO irritante (Xi)
EGAN (reg. 13880 del 13/09/2007) * AGRIMPORT non classificato
ITAIPU' (reg. 12481 del 04/06/2007) ROCCA FRUTTA non classificato
KIRAN DUO (reg. 12558 del 01/10/2007) AGRISYSTEM non classificato
TREBON STAR (reg. 8737 del 23/09/1995) * SIPCAM irritante (Xi)

 

Piretrine: Insetticidi naturali ottenuti dalla macinazione dei capolini di alcune specie appartenenti al genere Chrisanthemum (pyrethrum). La specie più ricca di piretrine è il C. cinerariaefolium, pianta coltivata in diversi paesi dell'Asia e dell'Africa. Le piretrine sono esteri derivati dalla reazione tra un acido e un alcool; agiscono soprattutto per contatto con una azione neurotossica e sono caratterizzati da un effetto rapido, da una bassa tossicità e da una persistenza limitata (vengono degradate dalla luce e da temperature elevate). Vengono impiegate anche contro insetti infestanti gli ambienti domestici (mosche, zanzare, tarme, ecc.).

Prodotto Distributori Classe tossicologica
AGRO-PYR (reg. 8001 del 24/01/1992) ITAL-AGRO non classificato
ASSET (reg. 12100 del 23/02/2005) SERBIOS irritante (Xi)
BIOPIREN PLUS (reg. 10588 del 06/09/2000) * INTRACHEM BIO ITALIA non classificato
BLOW (reg. 10819/PPO del 11/04/2001) COPYR non classificato m.c.p.
CIFOTRIN 18 (reg. 13407 del 18/12/2006) CIFO non classificato
CINEROL (reg. 11683 del 06/06/2003) * AGRIMPORT irritante (Xi)
COMPO - INSETTICIDA SPRAY (reg. 10813/PPO del 11/04/2001) COMPO AGRICOLTURA non classificato
FITOPYR (reg. 10933 del 17/05/2001) AGRIMIX non classificato m.c.p.
FLORAPIR (reg. 10561 del 01/08/2000) CERRUS non classificato
FRANTIC (reg. 11421/PPO del 30/07/2002) DOM SEMENTI non classificato m.c.p.
GESAL INSETTICIDA A BASE DI PIRETRO NATURALE (reg. 11431/PPO del 16/09/2002) COMPO AGRICOLTURA non classificato
KENYAGREEN (reg. 10818/PPO del 11/04/2001) COPYR non classificato m.c.p.
KENYATOX GRAIN PROTECTANT (reg. 3681 del 17/06/1980) COPYR non classificato m.c.p.
KENYATOX VERDE (reg. 485 del 12/05/1973) COPYR non classificato
LYSTRA (reg. 11855 del 10/10/2005) CERRUS irritante (Xi)
NATURALROC (reg. 12480 del 04/06/2007) ROCCA FRUTTA non classificato
NETTAFID (reg. 3524 del 15/03/1980) SIAPA nocivo (Xn)
NIMBO (reg. 13740 del 07/07/2007) * AGRIMPORT irritante (Xi)
OUTFLY (reg. 12386 del 24/12/2004) * EUROPHYTO T.S.A. non classificato
PIRECAP (reg. 11971 del 04/02/2004) * CEREXAGRI non classificato
PIREFLOR (reg. 10158 del 20/09/1999) TERRANALISI non classificato
PIRENONE (reg. 8069 del 06/05/1992) KOLLANT,VERDE VIVO irritante (Xi)
PIRESAN PLUS (reg. 10518 del 14/06/2000) * INTRACHEM BIO ITALIA non classificato m.c.p.
PIRET (reg. 9478 del 13/01/1998) ZAPI INDUSTRIE CHIMICHE irritante (Xi)
PIRETRIN (reg. 4011 del 16/10/1980) * CHEMIA,VEBI ISTITUTO BIOCHIMICO non classificato
PIRETRIX 10 (reg. 5454 del 14/09/1983) L.B.I.,VEBI ISTITUTO BIOCHIMICO non classificato
PIRETRO ACTIVA (reg. 11737 del 31/07/2003) ACTIVA,TECNITERRA non classificato m.c.p.
PIRETRO GARDEN (reg. 10816/PPO del 11/04/2001) COPYR non classificato m.c.p.
PIRETRO NATURA (reg. 10560 del 01/08/2000) CERRUS non classificato
PIRETRO VERDE (reg. 8558 del 03/12/1994) COPYR non classificato
PIRETRONE (reg. 12021 del 08/07/2005) * INTRACHEM BIO ITALIA irritante (Xi)
PIRETRUM 40 (reg. 10489 del 10/05/2000) SCAM,SIVAM non classificato m.c.p.
PIRETRUM ECO (reg. 13285 del 18/09/2006) SCAM non classificato
PIROTEN EC (reg. 12705 del 05/07/2005) AGRISYSTEM,SOCOA,TERRANALISI irritante (Xi)
PYGANIC (reg. 12566 del 15/03/2005) * INTRACHEM BIO ITALIA irritante (Xi)
PYRETHRIN (reg. 10670 del 29/12/2000) GREEN RAVENNA non classificato
PYROS (reg. 11580 del 06/02/2003) SERBIOS irritante (Xi)
ROKIS (reg. 13226 del 18/04/2006) AGRIM irritante (Xi)
ROPIR (reg. 13413 del 13/11/2006) * CHEMIA irritante (Xi)
ROTEPIR EC (reg. 12660 del 18/05/2005) SCAM irritante (Xi)
SUNFLOWER (reg. 11662 del 18/04/2003) GREEN RAVENNA non classificato m.c.p.
TANACID (reg. 11677 del 23/05/2003) XEDA ITALIA irritante (Xi)
TETRAPLUS COMBI EC (reg. 9404 del 20/10/1997) SEPRAN non classificato m.c.p.
ZETRIN (reg. 13300 del 13/11/2006) AGROCHIMICA non classificato

 

Pirimiphos methyl: Insetticida-acaricida a vasto spettro d'azione attivo per contatto ed asfissia, il suo effetto translaminare è rapido e presenta una scarsa persistenza sulle piante ed una lunga durata sulle superfici inerti. Combatte i parassiti (adulti e larve) che infestano magazzini e depositi. È efficace contro razze di parassiti resistenti ad altri esteri fosforici di uso comune.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
ACTELLIC FUMOGENO (reg. 7920 del 16/05/1990) ACTIVA non classificato m.c.p.
DORIFENE EC (reg. 9785 del 30/10/1998) ZAPI INDUSTRIE CHIMICHE irritante (Xi)
MIFOS 25 EC (reg. 8762 del 25/09/1995) AGRIM nocivo (Xn)
ROCKET (reg. 12596 del 09/11/2005) * CHEMIA nocivo (Xn)
SCUDO (reg. 9387 del 01/10/1997) TERRANALISI,VEBI ISTITUTO BIOCHIMICO nocivo (Xn)
VITALCAP VERDE EC (reg. 10849/PPO del 11/04/2001) ZAPI INDUSTRIE CHIMICHE irritante (Xi)

 

Rotenone: Insetticida naturale estratto dalle radici di alcune leguminose tropicali (Derris e., Lonchocarpus n., Tephrose v.) che agisce per contatto e, in parte per ingestione. Persiste per 10 giorni dopo il trattamento anche se la sua massima azione insetticida si ha nei primi tre giorni. Per quattro settimane può avere un'azione insettifuga. Esplica una attività simile alle piretrine, anche se più energica. Sembra possedere un effetto stimolante nei confronti delle piante trattate.

 

Prodotto Distributori Classe tossicologica
BIOROTEN (reg. 11178 del 05/02/2002) * INTRACHEM BIO ITALIA nocivo (Xn)
DERROT (reg. 11020 del 25/09/2001) CERRUS nocivo (Xn)
LYSTRA (reg. 11855 del 10/10/2005) CERRUS irritante (Xi)
NIMBO (reg. 13740 del 07/07/2007) * AGRIMPORT irritante (Xi)
PIRETRONE (reg. 12021 del 08/07/2005) * INTRACHEM BIO ITALIA irritante (Xi)
PIROTEN EC (reg. 12705 del 05/07/2005) AGRISYSTEM,SOCOA,TERRANALISI irritante (Xi)
ROKIS (reg. 13226 del 18/04/2006) AGRIM irritante (Xi)
ROPIR (reg. 13413 del 13/11/2006) * CHEMIA irritante (Xi)
ROTAX POLVERE (reg. 12937 del 10/10/2005) ITAL-AGRO non classificato m.c.p.
ROTEMIX (reg. 11019 del 25/09/2001) CERRUS nocivo (Xn)
ROTENA (reg. 7945 del 06/02/1991) SERBIOS nocivo (Xn)
ROTENA 43 (reg. 11371 del 18/06/2002) SERBIOS nocivo (Xn)
ROTEPIR EC (reg. 12660 del 18/05/2005) SCAM irritante (Xi)

 

Spinosad: Spinosad è un agente di contenimento degli insetti dannosi di derivazione naturale. Appartiene alla famiglia degli spinosoidi, sostanze derivate da tossine prodotte da batterio Saccharopolispora spinosa. Agisce sul sistema nervoso degli insetti (lepidotteri, coleotteri, ditteri, imenotteri, isotteri, sifonatteri e tisanotteri) in maniera diversa da altri insetticidi senza presentare quindi resistenza crociata con altre modalità d'azione.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
CONSERVE SC (reg. 11694 del 25/06/2003) AZF AGRICOLTURA,GREENLOGY,KOLLANT,VERDE VIVO non classificato
LASER (reg. 11693 del 25/06/2003) * DOW AGROSCIENCES ITALIA non classificato
SUCCESS (reg. 12020 del 06/02/2004) * BAYER CROPSCIENCE non classificato

 

E' possibile eseguire anche una lotta biologica utilizzando l'antocoride Orius niger e dell'Orius laevigatus che si nutre del tripide in tutte le fasi del suo sviluppo. Il controllo deve essere avviato già in autunno alla comparsa dei primi fiori con lanci inoculativi del predatore (0,5 ondividui per m2). Alla ripresa vegetativa si proseguirà con 1-3 lanci dalla comparsa del tripide sui fiori (1 individuo per m2). Una buona dote risulta mediamente il raggiungimento di 3-5 individui di Orius per m2.

 

 

Il Tetranychus urticae

Il Tetranychus urticae è specie polifaga che attacca moltissime colture erbacee. Si insedia sulla foglia, molto spesso nella pagina inferiore, ha una forma globosa pigmentato di rosso-arancio. La femmina, lunga circa 0,5-0,6 mm è di un colore rosso intenso specialmente in inverno, mentre nella generazione estiva il colore è un rosso aranciato con bande laterali verdastre. Il maschio è più piccolo della femmina e affusolato posteriormente. La femmina matura sverna nelle screpolature della corteccia e in ogni anfrattuosità. Alla primavera fuoriescono e si diffondono nella vegetazione circostante colonizzando erbe, germogli, foglie e piante arboree, svolgendo 7-8 generazioni. Sulle foglie attaccate dal parassita sono visibili ampie tele sericee che ricoprono non solo la lamina fogliare ma anche tutti i germogli. Un antagonista che si usa nella lotta biologica è l'acaro fitoseide predatore Phytoseielus persimilis.

Tra i principi attivi autorizzati si segnalano:
 

Sostanza attiva Stato
ABAMECTINA (IS: 7 gg) Situazione in Europa: Valutazione in corso
ACRINATRINA (IS: 7 gg) Situazione in Europa: Valutazione in corso
BEAUVERIA BASSIANA (IS: Non previsto) Situazione in Europa: Valutazione in corso
DIMETOATO (IS: 20 gg) Situazione Nazionale: Autorizzata
FENAZAQUIN (IS: 3 gg) Situazione in Europa: Valutazione in corso
FENPIROXIMATE (IS: 14 gg) Situazione in Europa: Valutazione in corso
HEXYTHIAZOX Situazione in Europa: Valutazione in corso
METIOCARB (IS: 21 gg) Situazione Nazionale: Autorizzata
MILBEMECTINA (IS: 3 gg) Situazione Nazionale: Autorizzata

 

Abamectina: È un principio attivo a base di avermectina B1, un composto derivato da un microrganismo presente nel suolo in natura. Penetra attraverso le foglie tramite un'azione translaminare e consente il controllo dei parassiti fino a 28 giorni dopo il trattamento. Una volta che la vegetazione si è asciugata dopo il trattamento, questo principio attivo non può più essere dilavato. I depositi che rimangono sulla superficie fogliare dopo il trattamento sono soggetti a degradazione per effetto della luce solare (fotodegradazione), per cui le superfici trattate diventano sicure per gli insetti utili subito dopo l'applicazione.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
VERTIMEC EC (reg. 8795 del 06/03/1996) * SYNGENTA CROP PROTECTION nocivo (Xn)
ZAMIR 18 (reg. 13927 del 13/09/2007) * CHIMIBERG nocivo (Xn)

 

Acrinathrin: È un norpiretrato che esplica elevata azione contro i tripidi. Inoltre manifesta una spiccata azione contro le forme mobili degli acari tetranichidi e contro afidi ed altri insetti. Agisce per contatto esplicando un'azione rapida sulle forme mobili presenti al momento del trattamento ed una azione residuale sulla vegetazione.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
RUFAST E-FLO (reg. 9668 del 24/06/1998) * AGRIMIX,CHEMINOVA AGRO ITALIA,SIAPA,ZAPI INDUSTRIE CHIMICHE non classificato

 

Beauveria Bassana: È un bioinsetticida a base di spore vitali del fungo Beauveria bassiana. Si tratta di un ceppo presente in natura e non manipolato geneticamente, particolarmente attivo contro gli aleurodidi, i tripidi, gli afidi e il ragnetto rosso delle colture orticole e ornamentali. Agisce per contatto. I conidi aderiscono alla cuticola degli insetti e degli acari, germinano e penetrano diffondendo il micete all'interno dell'ospite. La morte è dovuta all'azione meccanica di penetrazione del micelio e conseguente perdita di acqua e nutrimenti combinata alla secrezione di enzimi idrolitici.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
NATURALIS (reg. 10479 del 19/04/2000) * INTRACHEM BIO ITALIA non classificato m.c.p.

 

Dimethoate: Insetticida attivo per contatto e per ingestione. È caratterizzato da una elevata azione citotropica, per cui penetra con facilità all'interno dei tessuti vegetali trattati e si trasferisce, entro certi limiti, per via sistemica anche nei tessuti non trattati compensando eventuali deficienze di deposito insetticida; si possono così combattere anche i fitofagi che sono in una posizione più riparata. Essendo assorbito rapidamente non danneggia gli insetti utili e non è più dilavabile dopo poche ore dal trattamento. Essendo altamente idrosolubile presenta un interessante vantaggio se impiegato in olivicoltura in quanto viene allontanato con le acque di lavaggio e per questo l'olio ottenuto non presenta tracce di prodotto.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
AFICIDA KB (reg. 10827/PPO del 11/04/2001) SCOTTS ITALIA - DIVISIONE CONSUMER non classificato m.c.p.
AGRIDIM 20 (reg. 5118 del 29/11/1982) L.B.I. non classificato
ARAGOL L (reg. 3292 del 28/01/1981) * SIPCAM non classificato m.c.p.
ARAGOL L 40 (reg. 3313 del 20/11/1979) * SIPCAM nocivo (Xn)
CHIMIGOR 20 (reg. 11310 del 09/05/2002) * CHIMIBERG non classificato m.c.p.
CHIMIGOR 40 (reg. 5509 del 23/11/1983) * CHIMIBERG nocivo (Xn)
DANADIM (reg. 8690 del 31/01/1995) AGRIMIX nocivo (Xn)
DANADIM PROGRESS (reg. 12083 del 25/05/2004) AGRIMIX,CHEMINOVA AGRO ITALIA,ZAPI INDUSTRIE CHIMICHE irritante (Xi)
DIETOL PLUS (reg. 12557 del 29/03/2005) SIVAM non classificato m.c.p.
DIM LC (reg. 4913 del 28/09/1992) * CHEMIA nocivo (Xn)
DIMET 40 L (reg. 11066 del 09/11/2001) AGRIBIO nocivo (Xn)
DIMETHOAT ST (reg. 11248 del 19/03/2002) * DU PONT DE NEMOURS ITALIANA nocivo (Xn)
DIMETOATO AGRIM (reg. 9972 del 02/03/1999) AGRIM nocivo (Xn)
FLORALIA (reg. 10876/PPO del 11/04/2001) LINFA non classificato m.c.p.
GARDIUS (reg. 11710 del 23/07/2003) * COMPO AGRICOLTURA,EUROPHYTO T.S.A. irritante (Xi)
LINFA INSETTICIDA POLIVALENTE (reg. 10875/PPO del 11/04/2001) LINFA non classificato m.c.p.
PERFEKTHION (reg. 1979 del 16/10/1980) BASF ITALIA - DIVISIONE AGRO nocivo (Xn)
RL 40 (reg. 3383 del 07/01/1980) * SARIAF GOWAN nocivo (Xn)
RL FREE (reg. 13013 del 15/02/2006) * SARIAF GOWAN non classificato m.c.p.
RODACUS 40 (reg. 13032 del 01/03/2006) AGRISYSTEM nocivo (Xn)
RODACUS EC (reg. 12559 del 20/04/2005) AGRISYSTEM non classificato m.c.p.
ROGATOX EC (reg. 3366 del 07/01/1980) SCAM non classificato m.c.p.
ROGOR (reg. 3397 del 07/02/1980) * SIAPA nocivo (Xn)
ROGOR L 40 (reg. 4326 del 20/05/1981) * ISAGRO ITALIA nocivo (Xn)
ROGOR SL (reg. 12317 del 09/02/2005) * ISAGRO ITALIA,LINFA,SIAPA irritante (Xi)
ROGOTER 40 (reg. 1168 del 15/02/1973) TERRANALISI nocivo (Xn)
TELGOR 40 (reg. 784 del 01/09/1972) * TECNITERRA nocivo (Xn)
VERTUGA L 20 (reg. 4596 del 28/12/1981) GREEN RAVENNA irritante (Xi)

 

Fenazaquin: Acaricida dotato di rapida azione di contatto con efficace azione larvicida e adulticida nei confronti dei principali acari fitofagi e di alcune specie di aleurodidi.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
FENERGY (reg. 7614 del 23/11/1988) * SIPCAM nocivo (Xn)
MAGISTER 100 EC (reg. 8892 del 19/06/1996) * DOW AGROSCIENCES ITALIA nocivo (Xn)
MAGISTER 200 SC (reg. 8891 del 19/06/1996) * DOW AGROSCIENCES ITALIA nocivo (Xn)
PRIDE 200 SC (reg. 13595 del 12/02/2007) * SARIAF GOWAN nocivo (Xn)

 

Fenpyroximate:  Il principio attivo è un acaricida appartenente alla famiglia dei fenossipirazoli, attivo contro le forme mobili (larve, ninfe, adulti) degli acari fitofagi Tetranichidi (Panonychus ulmi, Panonychus citri, Eotetranycus carpini, Tetranycus urticae) Tarsomenidi ed Eriofidi. Il principio attivo è caratterizzato da una azione pronta e duratura che si esplica principalmente per contatto ed ingestione. Alle dosi più alte esplica anche una parziale azione ovicida. Alle dosi consigliate il principio attivo risulta mediamente selettivo nei confronti dei fitoseidi (Amblyseius spp.) e selettivo per Crysopa spp. e Lycosa spp. Trattandosi di un prodotto di contatto è necessario effettuare una accurata ed uniforme bagnatura di tutta la vegetazione.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
MIRO (reg. 8546 del 30/11/1994) * BAYER CROPSCIENCE nocivo (Xn)
PANTHEON (reg. 12474 del 04/06/2007) ROCCA FRUTTA nocivo (Xn)

 

Hexythiazox: Acaricida ovo-larvicida a bassa tossicità che agisce per contatto e ingestione contro uova, larve e ninfe; anche se non è attivo contro adulti, esplica una azione sterilizzante sulle femmine. Presenta una azione translaminare e persiste da 30 a 60 giorni.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
ACAR COMBI (reg. 12777 del 01/02/2006) COMPO AGRICOLTURA,EUROPHYTO T.S.A. irritante (Xi)
ACARICIDA (reg. 12694/PPO del 26/05/2005) LINFA irritante (Xi)
ACARKILL COMBI (reg. 13078 del 28/12/2005) SIVAM irritante (Xi)
ACARMAG (reg. 13118 del 28/08/2006) PROCHIMAG ITALIA non classificato
ACARTOX (reg. 11322 del 09/05/2002) TERRANALISI non classificato
AKARMIX 16-2 (reg. 12672 del 24/05/2005) TECNITERRA irritante (Xi)
AKARTEC 100 (reg. 12351 del 27/01/2005) * TECNITERRA non classificato m.c.p.
ARACNEL (reg. 12124 del 06/09/2004) AGRISYSTEM non classificato
ARACNOL COMBI (reg. 13770 del 22/03/2007) * CHIMIBERG irritante (Xi)
BUSTER (reg. 11499 del 08/11/2002) * CHEMIA non classificato
CRIMSON (reg. 10681 del 22/01/2001) GREEN RAVENNA non classificato
DICOFOX (reg. 12967 del 15/11/2006) * CHEMIA irritante (Xi)
EGRIM 10 WP (reg. 11283 del 12/04/2002) AGRIM non classificato
EXIT (reg. 11149 del 08/01/2002) * EUROPHYTO T.S.A. non classificato
FENERGY (reg. 7614 del 23/11/1988) * SIPCAM nocivo (Xn)
GIUTURNA (reg. 10466 del 19/04/2000) NUFARM ITALIA non classificato
GOLEMIX (reg. 13422 del 15/11/2006) CIFO irritante (Xi)
HEXY (reg. 10746 del 12/03/2001) AGROWIN BIOSCIENCES non classificato
KIDO' (reg. 11142 del 08/01/2002) * SARIAF GOWAN non classificato
MASK (reg. 13497 del 15/11/2006) AGROCHIMICA non classificato
MATACAR FL (reg. 7700 del 02/02/1989) * SIPCAM non classificato
NISSORUN (reg. 13081 del 03/04/2006) * CERTIS EUROPE B.V. non classificato
PERFIL 10 WP (reg. 14024 del 17/10/2007) CHEMINOVA AGRO ITALIA non classificato
PICKER SC (reg. 12889 del 02/09/2005) * CHIMIBERG non classificato
RAGNOSTOP 10WP (reg. 11838 del 30/09/2003) AGRIMIX non classificato
SPAIKIL KT (reg. 13573 del 07/02/2007) SCAM irritante (Xi)
SPIDER KILL (reg. 13522 del 27/12/2006) * MANICA non classificato
TEKEL K (reg. 12612 del 13/04/2005) * ITAL-AGRO,SARIAF GOWAN irritante (Xi)
TIACAR (reg. 10754 del 19/03/2001) GUABER non classificato
VITTORIA 10 PB (reg. 11082 del 09/11/2001) ROCCA FRUTTA non classificato
VITTORIA 24 SC (reg. 12177 del 07/02/2006) ROCCA FRUTTA non classificato

 

Methiocarb: Acaricida-insetticida non sistemico che agisce per contatto ed ingestione. Non deve essere impiegato nel periodo della fioritura e, per quanto riguarda le pomacee, fino a 30 giorni dopo.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
AGRICARB ESCA (reg. 4285 del 01/04/1981) ZAPI INDUSTRIE CHIMICHE non classificato
MESUROL (reg. 1544 del 06/04/1974) * BAYER CROPSCIENCE tossico (T)
METIOL (reg. 9774 del 01/10/1998) TERRANALISI,VEBI ISTITUTO BIOCHIMICO non classificato m.c.p.
METIORAN (reg. 7496 del 25/05/1988) ITAL-AGRO non classificato m.c.p.
METIORAN BC (reg. 8302 del 04/06/1993) ITAL-AGRO non classificato m.c.p.
METIOSEP (reg. 10481 del 03/05/2000) SEPRAN non classificato m.c.p.
PROVADO PLUS (reg. 11153/PPO del 15/01/2002) * BAYER CROPSCIENCE irritante (Xi)

 

Milbemectin: Agisce per contatto e ingestione ed è caratterizzato da un elevato potere abbattente. Anche la persistenza d'azione risulta prolungata nel tempo e per questo, in condizioni normali di infestazione, una applicazione per stagione risulta sufficiente per un adeguato controllo delle popolazioni di acari. Il prodotto ha attività translaminare e no sistemica. L'attività acaricida del prodotto non è influenzata dalla temperatura e pertanto il suo impiego è consigliato in tutte le stagioni ed in tutte le condizioni colturali.

 Prodotto Distributori Classe tossicologica
MILBEKNOCK (reg. 12860 del 23/05/2007) COMERCIAL QUIMICA MASSO' SUCCURSALE ITALIA irritante (Xi)

 

Tebufenpyrad: Acaricida che agisce per ingestione e contatto nei confronti di tutte le forme mobili degli acari fitofagi e spiccando un immediato effetto abbattente ed una marcata persistenza di azione, tali da consentire, nella maggior parte dei casi, anche un unico trattamento risolutivo per l'intera stagione. È dotato di attività translaminare e la sua azione non è influenzata dalla temperatura.

Prodotto Distributori Classe tossicologica
OSCAR (reg. 9240 del 31/05/1997) * BASF ITALIA - DIVISIONE AGRO nocivo (Xn)

Anche in questo caso è possibile attuare una valida lotta bioogica utilizzando Phytoseiulus persimilis già distribuendo il prodotto in autunno alla prima comparsa dei focolai. Generalamente sono necessari 2-4 lanci per ottenere un livello di 4-5 individui per m2 per volta. E' molto importante far notare come alte temperature e bassa umidità rendono i i fitoseidi siano meno attivi.

 

* Su Fitogest.com, per i formulati contrassegnati con l'asterisco, sono disponibili schede di approfondimento da scaricare

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Speciale: Fragola

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 187.073 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner